Champions League: Junior Fasano superata dal Motor nel primo match del girone

Junior Fasano champions leagueSi è concluso con un 36-20 a favore dei fortissimi ucraini del Motor Zaporozhye il primo storico match in Champions League della Junior Fasano, protagonista in Austria nello “Sporthalle am See” di Hard di un brillante avvio di gara (in vantaggio per 5-2 al 7’). Un secco parziale di 7-0 portava però gli uomini di Bebeskho a condurre con una certa tranquillità (5-9 al 17’), con il risultato che al 30’ vedeva il Motor condurre per 17-11.

Nella ripresa i ragazzi allenati da Francesco Ancona riuscivano a restare nella scia della compagine ucraina (18-25 il punteggio al 46’), prima di cedere nel finale, quando veniva concesso minutaggio a tutti i convocati. Il match si concludeva così sul 36-20 a favore del Motor, che affronterà domani alle 19.30 il Porto nella finale che assegnerà il pass per il tabellone principale della Champions League.

Junior in campo invece alle 17 contro i padroni di casa dell’Alpla Hard, superati ieri dai lusitani per 25-29. La vincente, così come la perdente della finalissima, accederà al terzo turno di Ehf Cup; la sconfitta invece dovrà ripartire dal secondo turno della medesima competizione (andata l’11 o 12 ottobre, ritorno il 18 o 19 ottobre), contro il team che uscirà vittorioso dal confronto tra gli israeliani del Maccabi Castro Tel Aviv ed i rumeni dell’Hc Potaissa Tudra (che si affronteranno in terra rumena il 13 e 14 settembre).

«Sono decisamente felice di come sia andata questa partita – ha dichiara il tecnico Francesco Ancona – perché per larghi tratti del match abbiamo giocato alla pari, sia per intensità, che a livello tecnico, contro avversari decisamente più quotati e fisicamente più prestanti. Con il passare dei minuti abbiamo subito un calo atletico fisiologico, anche alla luce del fatto che rispetto al Motor, che ha già iniziato il suo campionato, siamo in ritardo di condizione, ma ripeto, sono ampiamente soddisfatto di questo storico esordio».

Hc Motor Zaporozhye – Junior Fasano 36-20 (17-11 p.t.)
Hc Motor Zaporozhye:
Kozakevych 9, Stetsyura 5, Burka 4, Onufryienko 4, Aflitulin 3, Kubatko 2,Shevelev 2, Zhuk 2, Zhukov 2, Doroshchuk 1, Kurylenko 1, Perez de Inestrosa 1, Evdokimov, Sapun, Skopintsev, Stochl. All.: Sergey Bebeshko.
Junior Fasano: Beharevic 7, Maione 6, Brzic 4, Rubino 2, Giannoccaro 1, Cedro, P. De Santis, Fovio, Gallo, Marino, Messina, Molineri, Sabatelli, Taurian. All.: Francesco Ancona.
Arbitri: Amar Konjicanin – Dino Konjicanin (Bielorussia)
Delegato Ehf: Reto Morell (Svizzera)
Delegato arbitri Ehf: Ilmars Kazinieks (Lettonia)

Note: circa 300 spettatori presenti sugli spalti dello Sporthalle Am See di Hard (Austria). Sui 7 metri 4/4 per il Motor, 5/6 per la Junior.

Comunicato Stampa Junior Fasano

Tags ,

8 Comments

  1. Gino said:

    Bravo junior che finalmente ha portato l’Italia in champions dopo tante rinuncia vergognose precedenti di chi parla di europa e poi rinuncia e anche successivamente rinuncia a giocare la propria gara interna in Italia !
    Per il risultato purtroppo questa e’ la pallamano italiana. (Meno male che qlc ci mette la faccia..brava junior)

  2. ginetto said:

    complimenti grande Fasano .! siamo mi migliori siamo i più forti siamo i più bravi .!

  3. bozen said:

    Chiedi a maione dove ha giocato 2 anni fa… anche noi abbiamo giocato la qualificazione per la champions in romania e abbiamo perso entrambe le gare. Non polemizzare perche anche noi abbiamo messo la faccia!

  4. Ginone said:

    A qualcuno non è ancora passata l’invidia per il doblete. Se sabato arriva il triplete non piangete troppo

  5. gigione said:

    siete una squadra di fenomeni .. complimenti .! si si non vi rimane che la SuperCoppa .. bravissimi ..!!!

  6. quello vero (ex informato) said:

    C’era un allenatore italiano a vedere il girone.
    Ha riferito che la figura è stata dignitosa con gli ucraini anche se non hanno spinto molto. Con l’Hard che aveva tre infortunati si poteva fare meglio di -9 se gli arbitri non avessero fischiato tutto per gli austriaci dall’inizio alla fine.
    Secondo lui Taurian è stato un acquisto al bacio per il Fasano mentre Molineri è più indietro di condizione

*

Related posts

Top