Champions League su Sportitalia: oggi Lowen – Barcelona, sabato Barcelona – Kristianstad in diretta

psgLa grande pallamano europea torna su Sportitalia. Questa settimana gli appuntamenti con la EHF Champions League triplicano, per uno spettacolo allo stato puro che permetterà, per tutta la stagione, ai grandi campioni continentali di deliziare il pubblico italiano, appassionato e non.

STASERA LOWEN – BARCELONA (REPLICA) – Oggi andrà in onda il match fra i tedeschi del Rhein-Neckar Löwen e gli spagnoli dell’FC Barcelona Lassa, disputato domenica scorsa di fronte a oltre 7mila spettatori. L’incontro sarà riproposto a partire dalle ore 18:00.

DOMANI IL MAGAZINE DELLA CHAMPIONS – Nella mattinata di mercoledì, dalle 10:30 alle 11:00, e sabato pomeriggio dalle 18:15, ad anticipare il match in diretta, sarà trasmesso il magazine della Champions League, della durata di 30′.

SABATO BARCELONA – KRISTIANSTAD (LIVE) – Sabato prossimo (26 settembre ndr), invece, appuntamento in diretta dalla Spagna, col match FC Barcelona Lassa – IFK Kristianstad in programma alle 18:45.

Sportitalia è visibile sui canali 60 e 153 del digitale terrestre, sul canale 225 della piattaforma Sky e sul sito www.sportitalia.com.

3 Comments

  1. Matteo Pavanello said:

    http://www.ehftv.com/int/video/masterclass-zeppelin-mit-intro

    Ecco un’altra “piccola” differenza con il campionato italiano ed i suoi insegnanti ed interpreti…… noi la “palla in aria” solo per prendere per i fondelli gli avversari e sul +15, loro l’allenano come SITUAZIONE di gioco………

    P.S. so già che qualche commento sarà: “Ma non c’entra nulla, loro hanno altre rose, altre risorse, si allenano di più, ecc. ecc.” tutta aria fritta, si allena anche la cultura sportiva ed il rispetto per gli altri. Fai la palla in aria sul -1 in semifinale o finale scudetto. Mai vista, almeno negli ultimi 15 anni.

  2. fante said:

    hai QUASI ragione Matteo.. la volante in Italia non si vede quasi mai.. ma ti posso assicurare che qualche (pochissimi) allenatore, almeno negli anni scorsi l’ha allenata come situazione di gioco, tanto la collaborazione terzino ala o ala terzino opposto, quanto ala ala. giocata non ad un punteggio ormai stabilito ma proprio per passare in vantaggio. Purtroppo e ti do qui ragione, gli allenatori con una visione moderna e piu’ “europea” se vogliamo chiamarla cosi’, del gioco, si contano nella metà delle dita di una mano.

  3. Daniele Battistoni said:

    Sono anni che le squadre europee utilizzano il gioco “al volo” per risolvere situazioni di difficoltà, in inferiorità numerica o anche come normale finalizzazione; concordo sul fatto che (come pallonetti, girelle, sfoglie…) sia una normale situazione di gioco da allenare. Quello che un po’ mi sorprende è il sottolineare questo aspetto dopo aver visto una difesa del Lowen impressionante, aggressiva fino a metà campo, vincevano quasi sempre l’1vs1 con ampi spazi, i tagli delle ali seguiti a uomo e quando l’attacco riusciva ad avere un vantaggio c’erano subito uno e due aiuti a bloccare l’azione. Questo dovrebbe essere uno spunto di riflessione per capire da dove sono partiti per arrivare rendere efficace una difesa come quella, io sono convinto che sia una mentalità che gli viene insegnata fin da piccoli.

*

Top