QUI EUROPA – Skatar ne mette 5 contro il Selestat

d1m-le-nantais-michele-skatar-sengage-avec-cesson-rennesAzzurri in giro per l’Europa. Con la valigia in mano. Ecco come vanno le cose e perché il tecnico della Nazionale, Fredi Radojkovic, ha buoni motivi per sorridere.

QUI FRANCIA – Continua il buon momento di forma di Michele Skatar, autore di 5 reti (su sette tentativi, percentuale superiore al 71%) nella convincente vittoria del suo Rennes in casa del Selestat: 24-32 il risultato finale a favore della formazione in cui gioca il terzino destro italiano. Con la terza vittoria in 4 partite, il Rennes è adesso primo in classifica con 6 punti, assieme a PSG, Montpellier e Nantes anche se queste due ultime formazioni hanno una partita in meno.

Dopo 4 partite Skatar con 12 reti è il secondo marcatore della sua squadra, e in questo momento ha una media di realizzazione pari al 63% visto che i suoi 12 centri sono il frutto di soli 19 tiri.

Da segnalare che l’avvio del Rennes è molto positivo anche in relazione al calendario avuto: nella giornata inaugurale infatti, Skatar e compagni hanno espugnato 22-21 il campo dei campioni di Francia del Dunkerque, mentre alla terza giornata hanno già pagato ‘dazio’ alla corazzata PSG, perdendo sul campo dei favoriti numero 1 per la vittoria finale.

Insomma, avendo già affrontato due tra le squadre più forti e più attese, il bottino di 6 punti è veramente incoraggiante. Nella prossima giornata il Rennes ospiterà il Nantes in una sfida d’alta quota che avrà il sapore della rivincita per Michele Skatar, che con il Nantes ha giocato per tre stagioni e mezzo segnando ben 221 reti in 84 partite.

bacuQUI ROMANIA – Prima vittoria interna per lo Stinta Bacau di Tin Tokic che ha rotto l’incantesimo delle mura amiche battendo 26-19 il Vaslui. Un successo che permette alla formazione di Bacau di difendere la quinta posizione (a quota 10 punti), ma che è stato anche molto sofferto: al 27’ infatti il punteggio era ancora bloccato sul 9-9 prima di un break decisivo che ha portato il Bacau sul +4. Il Vaslui però non si è arreso tornando a -1 (19-18) a 7’ dalla fine quando il Bacau ha sistemato la difesa e ha poi dato lo strappo decisivo. Nessun gol per Tin Tokic.

QUI LUSSEMBURGO – Sconfitta, e anche pesante, per il Bascherage di Francesco Volpi e Pablo Marrochi. Impegnata in una sfida di alta classifica, la squadra più ‘italiana’ del Lussemburgo è stata quasi travolta dal Dudelange che alla fine ha vinto 32-22. La sconfitta è maturata tutta nella ripresa, visto che il primo tempo si era chiuso sul 16-15 per il Dudelange, in un clima di grande equilibrio. Dopo 10’ della ripresa i padroni di casa stavano già allungando (+4), vantaggio consolidato sul +6 al 20’ (25-19) per poi trasformarsi nel +10 finale.

Parziale consolazione per i colori italiani i 6 gol segnati da Francesco Volpi, cui vanno sommati i 3 firmati da Pablo Marrochi (uno su rigore) per un fatturato complessivo di 9 centri, poco meno della metà di quelli realizzati da tutta la squadra. Era la seconda giornata del campionato Lussemburghese ed è questa la prima sconfitta per il Bascherage, protagonista di un avvio di stagione complicato dopo l’eliminazione nel primo turno di EHF ad opera dei connazionali dell’Esch, anche se va detto che il fatto di dover giocare già il primo turno è stata una sorpresa per il Bascherage che è arrivato all’appuntamento ancora indietro nella preparazione fisica. Sabato 4 ottobre Volpi e compagni ospiteranno lo Schifflange che ha raccolto due sconfitte nelle prime due gare.

*

Top