Challenge Cup M | Pressano sconfitto ma brillante: ora il ritorno al Palavis

Alessandrini tiro vs MezzocoronaFinisce con una sconfitta per 25-21 ed un sorriso sulla bocca la trasferta europea della Pallamano Pressano CR Lavis che esce a testa altissima dall’andata dei sedicesimi di finale di Challenge Cup. Una partita giocata col cuore e con grinta dai gialloneri che, con una formazione rimaneggiata per l’assenza di Alessandrini, hanno sofferto e rischiato ma in una ripresa commovente hanno portato a casa un -4 che non deve suonare affatto negativo. La formazione avversaria si presenta fisicamente prestante e determinata ma il cuore di un Pressano mai domo in questa occasione ha avuto la meglio grazie ad una prestazione compatta, di squadra, che ha spiazzato i padroni di casa e che lascia il pronostico apertissimo in vista del match di ritorno sabato prossimo al Palavis.

L’avvio è in salita per Pressano: al primo attacco il centrale di casa Perros infila Sampaolo sugli appoggi dopo 20″ ed i gialloneri devono subito inseguire; in attacco la formazione giallonera trova qualche difficoltà di fronte alla 5-1 greca e complice qualche tiro forzato la casella dei gol gialloneri non si sblocca. In difesa però Pressano regge bene: il principale punto interrogativo della vigilia, la fase difensiva, risponde positivamente. In campo al centro della difesa, al posto di Alessandrini, spicca la prestazione del classe ’95 Mattia Franceschini che carico di responsabilità mette in campo una prova di uno spessore incredibile, chiudendo in difesa e pungendo in attacco (2/3). Il punteggio resta così in bilico con i greci incapaci di attaccare ed un Pressano che spreca molto in fase offensiva ma resta in scia nello score fin sul 10-7 al 26′. Di qui la luce si spegne, i ragazzi di casa schizzano in contropiede ed infilano un preoccupante 5-1 in 4′, perfezionato sulla sirena da Bolognani che sigla il 15-9 di fine primo tempo.

Il match sembra compromesso ma i gialloneri tornano in campo come leoni: ancora una volta la difesa manda in bambola i colossi greci mentre l’attacco si sistema con Di Maggio e Stabellini che realizzano e Pressano resta in scia dapprima sul 17-12 all’ottavo minuto e riesce ad accorciare addirittura sul 19-15 a metà ripresa. Il punteggio no si schioda ma Pressano dà ottime impressioni e quando si entra negli ultimi 10′ con due ripartenze su due errori tecnici dei locali Di Maggio e compagni arrivano a -3; sul più bello però sfuma il pallone del -2 e fulminei i greci rispondono firmando il 23-17 che rischia di mandare in fumo tutto il bel lavoro svolto con sacrificio. È qui, a 5 dalla fine, che Pressano sfodera tutto il proprio carattere: la sfida si chiude, Sampaolo argina ed il break di 0-3 per il 23-20 è servito. Bolognani ha anche il pallone del -2 che fa correre i brividi ai locali ma Pressano ha già fatto abbastanza: nell’ultimo minuto la squadra di casa infila il 25-21 e sbaglia l’ultimo attacco in superiorità che chiude il match. Una prestazione che dà grande fiducia: sabato, nell’inferno del Palavis, un Pressano al completo inseguirà una rimonta possibile nel match di ritorno.

EHF CHALLENGE CUP 2015/2016 – Andata
Ore 18.00 – Loutraki
AO Poseidon Loutrakiou – Pallamano Pressano 25-21 (p.t. 15-9)
AO Poseidon Loutrakiou: Vlacheogeorgos, Kostakidis 4, Perros 8, Tziras 4, Dompris 4, Tokatzoglou, Syngaris, Kampouris, Oikonomou 2, Papadionysiou, Trumbetas 3, Raspitos, Vasileiadis, Pavic, Roumeliotis. All. Grammatikos
Pallamano Pressano: Bolognani 4, Chistè 2, D’Antino, Di Maggio 6, Mengon, Bettini, Giongo 2, Franceschini 2, Sampaolo, Stabellini 5, Pescador, Stocchetti, Moser. All. Dumnic
Arbitri: Harabagiu-Stanescu (ROU)
Delegato EHF: Kenan Gökmen (TUR)

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Authors

*

Top