Mercato A1M | Alessio Moretti torna a Cassano Magnago

Alessio Moretti tornerà a vestire la maglia del Cassano Magnago nella stagione 2018/2019. Un ritorno annunciato dopo una stagione e mezzo giocata a Bolzano e costellata di successi. L’ufficialità è arrivata da parte della società lombarda che scrive:

“Una stella torna a brillare nel cielo amaranto!
Il Cassano Magnago Handball Club è lieta di annunciare il ritorno del figliol prodigo Alessio Moretti nel suo organico.
Da sempre fucina di talenti, lanciati giovanissimi nei massimi campionati, la nostra società si è guadagnata il diritto di disputare la serie A a girone unico e come primo innesto era ovvio riportare Alessio in pianta stabile al PalaTacca.
Lo aveva promesso e con l’esperienza maturata a Bolzano in queste due stagioni è pronto a guidare le furie amaranto in questa nuova avventura.”

Le prime parole del giocatore a Varesesport.com:” Sono molto contento di aver trovato l’accordo con la società e di essere tornato in maglia amaranto. Voglio ringraziare, come prima cosa, il Bolzano per i due anni passati assieme che mi hanno dato la possibilità di vincere i miei primi titoli in carriera e faccio a tutti loro un grosso in bocca al lupo. Essere tornato a Cassano per me é grande motivo di orgoglio, ringrazio tutta la società, Massimo Petazzi, Paolo e Renato Zanovello, Sergio da Campo, Cristiano Braggion e Davide Kolec per avermi voluto così fortemente. È una grande sfida per me e non posso che essere motivato al 200%. Cassano è una piazza molto importante e in grande crescita questa e si merita di essere ai massimi livelli della pallamano italiana. Con i giovani talenti e l’ottimo lavoro che si svolge in questa società sarà presto possibile e realizzabile. Non vedo l’ora di cominciare!”.

di Luca Zadra

Authors

16 Comments

  1. settemetri said:

    Queste sono società DOC dove crescono campioni e giovani talenti ( 2 titoli anche quest’anno ), No società che par fare campionati giovanili di livello prendono ragazzi in giro per Italia e poi vincono i campionati nazionali prendendo uno straniereo x tre mesi. Queste società non daranno mai niente al movimento nazionale. Grande Cassano come Grande Merano. Non è casuale che i titoli nazionali giovanili vanno a team del Nord. Bravi Bravi

    • domenico said:

      caro settemetri ,prima di scrivere stupidate devi informarti della nostra societa’ a cui ti riferisci -LA JUNIOR FASANO ,memorizzi bene il nome della nostra gloriosa societa’ .perche se non lo sai ,adesso ti faccio un curriculum sportivo delle nostre attivita’ giovanili dal 1980 ,scudetti e diverse medaglie vinte l’attivita’ giovanile da 6 anni fino ai 18 anni conta oltre 100 ragazzi ,ma soprattutto per il tuo ottuso comprensorio l’unica societa’ italiana che ha vinto con decine di atleti fasanesi scudetti con poche risorse economiche,attualmente ci sono ben quattro atleti nella nazionale maggiore e tre atleti nelle nazionali minori ,aggiungo che se lei non ha visto le finali scudetto su sport italia abbiamo portato a Martina 2000 tifosi ,se vuoi ti spedisco un libro che sta per uscire sulla nostra storia di 40 anni con foto e tutto quello che non sai,cosi’ ti fai una cultura sportiva prima di fare certe affermazioni senza senso -distinti saluti

  2. segnali said:

    mi sa’ che questo è un segnale , ci saranno presto sorprese dalle Alpi agli Appennini , i movimenti in casa Bolzano e dintorni ci diranno cosa sta’ succedendo

  3. ilsolitonoto said:

    scommetto che sei tu a nasconderti dietro a Settemetri per dirci che siete i più bravi , sieti i più belli , siete i migliori e sono gli altri che sbagliano e non sanno fare come voi , non è difficile scommettere che sei un certo personaggio noto che cambia spesso name dalle parti di Cassano ….

  4. settemetri said:

    Buongiorno sig.domenico, mi sa che ho colpito nel segno viata la sua reazione. Anche il Genoa e L’Alessandria nel calcio hanno vinto scudetti negli anni 30, ma parliamo di presente. Ho visto la vostra Under 19 e definirla imbarazzante è poco, segnano in due e non sono di Fasano, per cui siete campioni e nessuno lo nega, ma non avete settore giovanile da decenni e anche questo non si puo negare. Cassano, Merano e direi anche Bologna stanno dando lezione di pallamano giovanile da anni, il resto sono chiacchere da bar. saluti

  5. Novemetri said:

    Domenico, nonostante il nickname, io so chi sei. Il solito esaltato tifoso Junior, che pecca di obbiettivita’. Settemetri non ha messo in dubbio il palmares della Junior, ne la presenza nella squadra pugliese di giovani interessanti. Però ricorda che attualmente essi provengono da altre realtà: Pressano, Poggibonsi, ed un fasanese di nascita cresciuto nell’altra società fasanese Serra .
    Quindi settemetri non ha torto, anzi.

    • domenico ancona said:

      se il tuo modo di rispondere e’ offendere ,non rientra nel mio stile ,non mi conosci affatto come persona e non ci tengo affatto ad abbassarmi alla tua dialettica schizofrenica ,ognuno e’ libero di tifare per la propria squadra come gli pare in modo passionale i propri colori senza offendere nessuno,non ti nascondere sotto diversi nominativi ,il mio nome e cognome e’ ben evidente e nella pallamano mi conoscono da TRIESTE A MAZARA DEL VALLO ,Il tuo tipo di personaggio dalle nostre parti li chiamano QUAQUARAQUA’ ,infine ognuno a casa sua sceglie la propria linea societaria ,mica dobbiamo chiedere il tuo permesso per approvarla o meno

  6. settemetri said:

    Ciao Novemetri ESATTO era questo il concetto, chi segue la pallamano giovanile come me da decenni vede le società che investono sui giovani e altre che prendono giocatori da Nord a Sud, non è un peccato anzi però per me ha un altro valore. Io seguo in particolare i campionati di Emilia – Marche – Toscana e vi posso dire che nonostante la retrocessione ho un ammirazione per il Tavarnelle che ha fatto un campionato di A1 di ottimo livello con tutti giocatori del suo settore giovanile, sono poche le società che possono o potrebbero fare questo. Poi è chiaro davanti a corazzate imbottite di stranieri perdono, ma è solo attraverso società cosi ( leggi anche Bologna – Merano – Pressano – Cassano – Cingoli ) che si creano ragazzi per vestire la maglia azzurra, non dando un gettone per 3 mesi a uno straniero solo per vincere il campionato.

  7. Aieie said:

    Fasanese, che ne dici delle voci che parlano di Maione al Conversano?

  8. settepassi said:

    parlate di giovanili , parlate di corazzate , se questa è la massima espressione della nostra Pallamano siamo veramente ridicoli e lo continueremo ad esserlo , forse anche peggio andare avanti

  9. vucumprà said:

    Voci lo davano all’ estero … è uno attaccato alla maglia!.Saltata malamente la storia con Carpi rieccolo a riscaldare la solita minestrina. Ambalabà cicì e cocò !

    • Intellighenzia said:

      Tra la storia malamente terminata con il Carpi ( mai stato tesserato x il Carpi) e il ritorno a Cassano nel frattempo ha fatto vincere lo scudetto a Bolzano però l invidia rode …..l

  10. informato said:

    è vero dimenticavo che per certa gente non seria gli impegni sottoscritti da un contratto non hanno validità fosse stato il contrario però …. chissà cosa avrebbe detto il suo amico Intellighenzia .? a Carpi non l’hanno obbligato con la forza a firmare il contratto e già l’anno prima ad accordi raggiunti non aveva mantenuto la parola , per cui caro Intellighenzia il tuo pupillo sarà un bravo giocatore ma come uomo meglio lasciar perdere , Petazzi sarà felice complimenti.!

  11. camillo il cuccudrillo said:

    Trieste continua a far scuola. Di due emeriti sconosciuti ha fatto due perle da piazzare a Brixen e a Bozen. Scusa se è poco ! Guarda, e se ci riesci IMPARA !!!

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top