A1 Femminile: a Teramo arriva Vladlena Bobovrinokova

Dopo la naturalizzazione di Elena Krese, perfezionata nella giornata di oggi anche a livello federale, la Leadercoop Teramo piazza un importante colpo di mercato.Dalla lontana Russia arriva il terzino, classe 1987, Vladlena Bobrovnikova.

Ad essere precisi Vladlena (conosciuta da tutti con il diminutivo di Vlada) Bobrovnikova torna a giocare in Italia a distanza di soli quattro mesi: per un anno e mezzo ha infatti vestito la casacca del Sassari con il quale ha conquistato due Coppe Italia (quella dell’anno scorso vinta in finale proprio contro l’H.C. Teramo 2002), una Supercoppa italiana ed uno scudetto di Beachandball (quest’ultimo vinto in finale proprio contro l’H.C. Teramo 2002).

Con la formazione sarda ha disputato un totale di 26 partite in A1 mettendo a segno 176 reti (media di 6,77 goal a partita). L’anno scorso ha disputato 18 gare realizzando 121 reti (media di 6,72 goal a partita), classificandosi quinta nella classifica generale delle cannoniere del campionato, graduatoria vinta dalla teramana Palarie che ritroverà in biancorosso.

Russa di Krasnodar (li è nata il 24 Ottobre del 1987), ha iniziato a giocare a pallamano con la locale società di massima serie del Kuban Krasnodar. Ha giocato in prima squadra per cinque stagioni (da quella 2004/2005 a quella 2008/2009) debuttando nel massimo campionato russo nel 2004 all’età di 16 anni.

In Europa con il Kuban Krasnodar ha partecipato a due edizioni della Cupwinners Cup (2004/2005 e 2005/2006) e a due della EHF Cup (2007/2008 e 2008/2009) collezionando 16 presenze totali (10 vittorie e 6 sconfitte) e 71 reti (media di 4,44 a partita).

Nell’edizione 2008/2009 della EHF Cup giunse fino ai quarti di finale realizzando 66 reti in 8 partite (media di 8,25 goal a partita) stabilendo il proprio record personale di goal in una gara di Coppa Europea l’11 Ottobre 2008 nella sfida persa in Polonia (28-25) contro il Zaglebie Lublin, realizzando ben 12 delle 25 reti messe a segno dalla sua squadra.

Terminata l’esperienza in terra natia, Bobrovnikova si trasferì nel Luglio 2009 in Serbia, dove ha giocato la prima parte della stagione con la formazione del ZRK Kikinda. Con questa squadra in Europa ha partecipato ad un’altra edizione della EHF Cup disputando tre partite (due vittorie ed un pareggio) e segnando 11 reti (media di 3,67 goal a gara).

Nel Febbraio del 2010 si è quindi trasferita in Italia a Sassari, dove in Europa ha partecipato la stagione scorsa alla Cupwinners Cup collezionando 4 presenze (2 vittorie e due sconfitte) e segnando 32 reti (media di 8 reti a partita).

In totale nelle Coppe Europee ha giocato 23 partite (14 vittorie, un pareggio ed 8 sconfitte) segnando 114 reti (media di 4,96 a partita).

La Bobrovnikova è stata anche nazionale russa di Beachandball: nel 2007 è giunta quarta ai campionati Europei di Misano (l’Italia delle teramane Barani e Porini arrivò quinta) mentre nel 2008 nei campionati Mondiali di Cadice si è classificata quinta (l’Italia arrivò quarta).

Vlada Bobrovnikova debutterà in maglia biancorossa sabato prossimo nella sfida che alle ore 21:00 al PalAcquaviva opporrà la Leadercoop Teramo alle campionesse d’Italia dell’ITC Store Salerno.

Quella sfida sarà anche la “prima” da italiana di Elena Krese, diventata da ieri cittadina italiana a tutti gli effetti.

Queste le prime parole da giocatrice della Leadercoop Teramo di Vlada Bobrovnikova:

“Sono contenta di tornare a giocare in Italia in una città che vive di pallamano. Sarei voluta giungere prima a Teramo, considerando che ora bisogna preparare in poco tempo due importanti sfide con Salerno e Sassari, ma l’importante è alla fine essere qui. Ho trovato un gruppo di compagne di squadra molto affiatato ed eterogeneo con il quale sono convinta che tutte insieme potremo toglierci parecchie soddisfazioni e raggiungere grandi risultati. Il mio obiettivo personale non può che essere quello di garantire sempre il massimo nel tentativo di provare a vincere uno scudetto che questa città merita e che io stessa in nessun campionato ho ancora vinto”.

Ufficio Stampa H.C. Teramo

Tags ,

One Comment;

  1. Andrea said:

    Secondo me sarebbe cmq opportuno,al di là del bel colpo del Teramo,porre un limite temporale ai trasferimenti…non puó essere che da Giugno a Gennaio ognuno puó fare quello che gli pare…

*

Related posts

Top