Nazionale F | Serbia, niente strapotere a Padova: l’Italia cede 23-33

Un’Italia senza paura, coraggiosa e in grado per 45′ di restare aggrappata alla partita. È quella che ha ceduto il passo alla Serbia nell’andata dei Play-Off di qualificazione ai Campionati Mondiali 2017 femminili, davanti ai 3.200 spettatori di una Kioene Arena teatro perfetto di una sfida così importante. Finisce 33-23. Un divario, quello finale, che punisce oltremodo le azzurre e in cui pesa l’avvio shock col break di 7-1 delle serbe.

LA PARTITA. Il tecnico azzurro Michael Niederwieser deve fare i conti con l’infermeria piena: out per infortunio Anika Niederwieser, Valentina Landri e, novità dell’ultima ora, Rafika Ettaqi. Scelte quasi obbligate per un’Italia che in avvio fa i conti con una Serbia straripante. Subito 4-0 con prima rete della forte Damjianovic. A svegliare le azzurre è Rotondo, al termine dei 60′ autrice di una prestazione maiuscola condita da 7 reti. La Serbia si porta avanti sul 7-1. Poi l’Italia risale la china, segna con Dalla Costa, ancora Rotondo e dai 7m con Gheorghe, fino a portarsi sul -3 al 15′. Con ottima intensità difensiva e sfruttando la soluzione delle 7 giocatrici di movimento, le azzurre reggono all’urto e al 24′ rincorrono sul 13-10. Si va al riposo, 16-11 il parziale.

Avvio di secondo tempo. Le squadre ribattono colpo su colpo, l’una ai gol dell’altra. Nelle fila italiane c’è una Del Balzo su ottimi livelli e che mette la firma su 7 marcature azzurre a fine gara. Al 38′ il tiro dai 7m di Gheorghe vale il 21-17. Nuovo parziale serbo (6-2), stavolta decisivo per l’esito del match. Punteggio di 27-18 al 46′. Segnerà Dalla Costa, ci sarà spazio per un paio di reti splendide di Del Balzo, senza però mutare l’inerzia della sfida. La Serbia vince 33-23 alla Kioene Arena.

Le due formazioni torneranno ad affrontarsi tra soli tre giorni, il 14 giugno prossimo e stavolta a Niš.

h 16:30 | Italia – Serbia 23-33 (11-16)
Italia: Meneghin, Trombetta, Gheorghe 4, Dalla Costa 2, Rotondo 7, Del Balzo 7, Crosta, Cappellaro, Pruenster, Ghilardi, Luchin, Dibona, Napoletano, Babbo 2, Fanton, Ravas 1. All: Michael Niederwieser
Serbia: Radosavljevic 1, Krpez, Kuridza, Lavko 4, Damnjanovic 4, Janjusevic 2, Georgijev 2, Pop-Lazic 5, Obradovic 4, Kolundzic, Nikolic 5, Milosevic 1, Stoiljkovic 3, Lojpur, Graovac, Dmitrovic 2. All: Ljubomir Obradovic
Arbitri: Aliyev – Aghakishiyev

Il programma delle gare contro la Serbia:

mercoledì 14 giugno [Niš]
h 18:00 | Serbia – Italia
Arbitri: Panayides (CYP) – Andreou (CYP)

Il quadro completo dei Play-Off di qualificazione ai Mondiali 2017:

Montenegro – Bielorussia
ITALIA – SERBIA
Russia – Polonia
Ungheria – Slovacchia
Romania – Austria
Ucraina – Spagna
Croazia – Slovenia
Repubblica Ceca – Turchia
Fyr Macedonia – Svezia

Ufficio Stampa F.I.G.H.

Authors

3 Comments

  1. tifosoitaliano said:

    Bellissima partita giocata dalle ragazze nonostante il black out dei primi minuti.
    Unica pecca la gestione da parte dell’allenatore che sarebbe potuta andare decisamente meglio.
    C’erano molte giocatrici che avrebbero potuto dire la loro, come una Napoletano lasciata in panchina per 50 minuti, o anche una Dalla Costa che ha giocato per la maggior parte del tempo a Destra.
    Ottima partita di Rotondo, che ha dimostrato di essere perfettamente all’altezza per giocare queste partite. Ottima anche la prestazione di del Balzo, che non capisco perché debba partire ancora dalla panchina, è evidente che è superiore alla Cappellaro e con più ampie possibilità di crescita e ieri lo ha dimostrato ancora una volta, sarebbe bello vederla giocare in campionati esteri un giorno…

  2. orgogliosamenteITALIA said:

    Diciamo che dopo i primi 7 minuti di terrore …le ns. ragazze hanno deciso di farsi valere ed ad un certo punto hanno anche impensierito le avversarie.. siamo tutti convinti che si poteva fare anche di più….. certo che il loro gioco in attacco era stratosferico… il nostro troppo prevedibile e poi, qualche tiro dai 9 metri nostro avrebbe aiutato, ma poche iniziative in tal senso… purtroppo. Comunque un bel gruppo le nostre azzurre!!!

  3. vituccio said:

    Bellissima partita con la Serbia superiore sia in attacco che in difesa. I goal più belli sono stati fatti dalle azzurre. La Serbia ha un gioco più fluido e naturale, la palla girava nelle loro mani senza problemi o tentennamenti. Buone le individualità delle italiane,forse mancano gli automatismi di squadra. Complimenti ad entrambe le squadre per lo spettacolo offerto.

*

Top