Mondiali | La Francia è campione del Mondo, Qatar superato 22-25 in finale

10974309_10153000907333903_4410672822711948226_o

E’ la Francia, come da pronostico, la vincitrice del Campionato del Mondo 2015, chiuso nella serata di domenica in Qatar. Nella finalissima giocata al Palazzetto dello sport di Losail, davanti ad oltre 16 mila spettatori, il team francese si e’ imposto per 22-25 proprio sui padroni di casa qatarioti, attaccati al match per tutti i 60′.

In un atmosfera di lusso va in scena la partita più attesa, anche se non tutti avrebbero pronosticato la squadra di casa in finale. Apre le marcature il Qatar ma ben presto i francesi prendono in mano la partita con un Karabatic ispirato trascinatore: col passare dei minuti i transalpini raggiungono anche un vantaggio (il più ampio del match) di 6 reti sul 7-13, salvo poi farsi recuperare nei minuti finali del primo tempo.

In avvio di ripresa il Qatar riesce a tornare sotto di una rete con una difesa aggressiva ed efficace ben supportata da Danjiel Saric fra i pali; il match avanza punto a punto. Omeyer risponde quanto basta al collega “qatariota” e la Francia riesce a tenere il naso avanti, senza mai concedere il pareggio ad un Qatar sostenuto dai bomber Capote (6/6 a fine match) e Markovic. Con determinazione e fermezza i francesi fanno prevalere le qualita e soprattutto la panchina lunga: nei minuti finali il fiato fa il gioco della Francia che continua a spingere, recupera palla in difesa e chiude la contesa a 2′ dal termine con il 22-25 firmato Narcisse, oggi leggermente in ombra.

Un successo meritatissimo ed anche in parte atteso: la superiorità organizzativa, fisica e tecnica della Francia si e’ fatta vedere nei momenti cruciali. Nonostante un tabellone ben più duro rispetto al Qatar, la squadra di Onesta ha superato ogni ostacolo senza dilagare ma mostrando una tranquillità disarmante. In finale, nonostante qualche occasione sciupata, i transalpini hanno spinto nei momenti decisivi, conquistando così il quinto titolo iridato che, con le Olimpiadi del 2012 e gli Europei 2014 forma un triplete significativo, seppur intervallato dal calo al Mondiale 2013.

di Luca Zadra

Authors

4 Comments

  1. Handballmania said:

    Che figata di sport! Ma dove si possono vedere le ” repliche” delle gare? Vedo solo live o sintesi….

  2. Rami said:

    Questi mondiali hanno evidenziato non solo la potenza della Francia ma anche la continua crescita di nazioni come Brasile, Argentina, Egitto,Tunisia (e staremo a vedere cosa combineranno i qatarini) che hanno ottenuto risultati molto importanti.
    Basta confrontare questi risultati con quelli degli ultimi mondiali a partire da Germania 2007 che si vede un enorme balzo in avanti di queste federazioni.
    Inoltre penso che da qui a Rio 2016 la vera sorpresa della pallamano internazionale sarà il Brasile (femminile brasiliana docet).
    Spero che anche l’Italia si aggrappi a questo treno…

    Come nazione europea un elogio alla piccola Austria che per poco non sgambettava il Qatar ed aveva come terzino titolare un ragazzo del 1996, Nikola Bilyk che gioca nei Fivers Wien http://www.fivers.at/hla-team/ e questo è un suo numero https://www.youtube.com/watch?v=2RsdwuEW-Mg contro la Francia pentastellata”
    Ripeto AUSTRIA e 1996

    Buona Pallamano a Tutti!

  3. @Rami said:

    Grazie Rami per piccola Austria sempre più grande della minuscola penisoletta in campo sportivo e altro ( specialmente il sociale). Anche povero Iran, Egitto, Tunisia .. resta Andorra,San Marino .. e va bò anche l’ isola del Giglio battibili.

*

Top