A2M | L’Estense raddoppia: maschile allestita e nasce la femminile

Giacomo SaccoLe formazioni senior dell’Handball Estense al via del prossimo anno sportivo da quest’anno saranno due.

Alla tradizionale compagine maschile, in serie A2 per il prossimo campionato 2016-2017, si affiancherà la neo costituita quadra femminile, iscritta al campionato di A1.

La squadra maschile sarà allenata da Enrico Giacomel (da anni nelle fila della società e promosso primo allenatore) e potrà contare, alla ripresa degli allenamento fissata per il 22 agosto, sul capitano Giacomo Sacco e sulla punta di diamante Davide Di Maggio, confermatissimi rispettivamente nei ruoli di centrale e di terzino dopo il buonissimo campionato disputato lo scorso anno e nonostante le numerose offerte pervenute da altre società del panorama nazionale della massima serie. Farà da “chioccia” alla truppa Estense Ruggero Anania che, inizialmente intenzionato ad appendere le scarpe al chiodo, ha accettato di mettere ancora per un anno la propria esperienza e capacità al servizio della squadra ferrarese. Nei prossimi giorni scioglieranno le riserve anche Matteo e Marcello Tosi che, contattati dal mister Giacomel, potrebbero riprendere il loro posto all’interno della squadra.

Confermati inoltre il pivot Nerio Zaltron, il portiere Luca Chiericatti e tutta la pattuglia di giovani promesse affamate di vittorie che già hanno esordito, giocato e ben figurato lo scorso anno (classe 2000 per Pasini, Pavani, Turrin, Zanghirati, Janni, Stagni e Saletti classe 1999 per Rondinelli, Guarelli, e Minelli, classe 1998 per Ghiglioni e Tartaglione).

La società cercherà poi, fino al termine dell’attuale finestra di mercato, un altro terzino esperto della categoria per completare e rafforzare il rooster a disposizione.

“Vorrei che le tre parole chiave di questa nuova avventura fossero entusiasmo, divertimento e crescita” commenta Enrico Giacomel “l’unica via che conosco per arrivarci è quella del lavoro costante e di una pianificazione puntuale del lavoro stesso. Come capo allenatore ho avuto la mia più grande ribalta con una squadra fatta di giocatori esperti, quindi quest’anno sarà per me una grande sfida guidare dei ragazzi giovani che si stanno affacciando alla pallamano che conta. Sarà un campionato difficile con squadre probabilmente più esperte ed attrezzate di noi, ma sono certo che sapremo sopperire a ciò con grande abnegazione ed entusiasmo. Una cosa in cui credo fermamente è che tutti vogliono vincere ma non tutti sono disposti a prepararsi adeguatamente per vincere: noi ci prepareremo molto bene”.

La squadra femminile sarà invece allenata da Vojko Lazar (sloveno, nelle ultime 3 stagioni Head coach della nazionale femminile del Kazakistan e precedentemente assistant coach  della nazionale slovena e coach delle giovanili).

ll 16 agosto inizieranno gli allenamenti e la rosa, altamente competitiva, sarà formata da Martina Iacovello e Stefany Alibrando Martin come portieri (la prima classe 1993 proviene dalla  PDO Salerno,  la seconda italo/brasiliana, classe 1988 proviene dalla serie A Inglese); da Martina Lo Biundo (classe 1997), Giulia Zanardi (classe 1998), Giorgia Felisati (classe 1999) e Arianna Brunetti (classe 1998) con numerose presenze in prima squadra e provenienti dall’Ariosto Pallamano come ali; da Francesca Turra (classe 1998), Fernanda Marrochi (classe 1988) e Gioia Verrigni (classe 1999) provenienti dall’Ariosto Pallamano come pivot; da Asia Fantini (classe 1997), Carlotta Poderi (classe 1995) come terzini e Gaia Zuin (classe 1995) centrale, tutte provenienti dall’Ariosto Pallamano. Arrivano poi da Conversano, la squadra campione d’Italia, Rita Trombetta (classe 1996) terzino e da Salerno Lorena Benincasa (classe 1988) centrale/terzino. Rientrano inoltre dopo un anno di stop Giulia Baroni (classe 1999) terzino e Giulia Verlato (classe 1994) precedentemente anche loro nelle fila dell’Ariosto Pallamano.

Anche nel caso della squadra femminile sono possibili ulteriori innesti fino alla fine della corrente sessione di mercato.

Si guarda alla prossima stagione sportiva con fiducia e grande entusiasmo dunque in casa Handball Estense in attesa delle competizioni e dei risultati da acquisire sul campo.

Authors

10 Comments

  1. Gigi said:

    Che stile questi dell’estense, nemmeno un minuscolo ringraziamento all’allenatore che se ne è andato, in fondo ha portato la squadra ai play off lo scorso anno…

    • frick said:

      è lo stesso stile impresso dell’allenatore.
      certa gente meglio perderla che trovarla.
      non parlate solo per dare aria alla bocca.

    • DOCP said:

      Ma che ne sai tu di chi ha ringraziato chi e in quale modo e in quale momento e in quale sede …. questo è un articolo che parla d’altro ….ahhhh …ma tanto non va mai bene ….qualunque cosa ….ma che divertimento …mamma mia che povera gente!

      • Gigi said:

        Non parlo di ringraziamenti personali ma di un cenno nei comunicati stampa. Tutte le società sportive di qualsiasi sport ringraziano a prescindere da come si è interrotto il rapporto (anche se in malomodo da come sembra di capire leggendo i commenti)

  2. Anselmo said:

    …sullo stile Estense , proprio bell’ esempio… specialmente nel femminile…. rovinato il Ferrara che molto bene ha lavorato in questi anni e non ultimo neanche la gavetta… subito A1… certo è così che si da l’esempio…. bravi…. bravE, anche le atlete che hanno abboccato… maggior soddisfazione a battervi…

    • Marco Trespidi said:

      Chissà che invece non siano state proprio le atlete a voler cercare una alternativa che vedesse premiata la meritocrazia anziché altro …….. visto che molte di quelle atlete avrebbero smesso…piuttosto

  3. pallamanista said:

    Fronte femminile ottima squadra con grandi possibilità di ben figurare ed con un allenatore di grande esperienza.. Fronte maschile nessun innesto e qualche ulteriore perdita compreso l’ottimo Di Vita ( che come dice giustamente gigi nessuno si è scomodato a ringraziare dopo l’ottimo lavoro fatto), nuovo allenatore che ha già dimostrato nelle giovanili di non essere all’altezza. La società ha puntato decisamente sulla femminile destinando alle ragazze tutte le risorse e lasciando completamente a secco la squadra maschile.

  4. Bepi said:

    Gigi hanno uno non stile, una sfrontatezza che non fa ridere neanche i polli

  5. frick said:

    ma perché tutti questi sapientoni fenomeni che sanno tutto di tutti non si candidano alla presidenza?
    saremmo campioni del mondo

  6. DOCP said:

    Italiani….popolo di allenatori, commissari tecnici, gestori di squadre, amministratori, commentatori a senso unico, giudici della morale (altrui…), polli che ridono …. e … last but not least …. espertoni di pallamano!!!!

    • Gigi said:

      Niente di tutto ciò, semplicemente l’educazione impone di ringraziare chi ha collaborato con te a prescindere da come ci si è lasciati e dai risultati

*

Top