Supercoppa M | Primo titolo in palio: sabato è ancora Bolzano-Fasano!

Ogni gara è una storia a sé. Bolzano – Junior Fasano di domani non farà eccezioni. Corsi e ricorsi storici, divertenti da approfondire nei giorni che precedono l’incontro, diventano fattore relativo, quasi nullo, al fischio d’inizio. E anche domani, allora, al Pala Gasteiner esisteranno solo i protagonisti sul campo e, sullo sfondo, il primo trofeo della stagione da conquistare: la Supercoppa.

S’inizia alle ore 16:00, quando giungerà il fischio d’inizio del primo, grande confronto di quest’anno tra le due compagini che più di chiunque si sono affrontate in finale. Sarà l’11esima volta dal 2011/12 a oggi che altoatesini e pugliesi si contenderanno un titolo. Lo scorso anno è accaduto – per la prima volta – in tre occasioni: la Supercoppa e la Coppa Italia sono andate al Fasano, lo Scudetto invece al Bolzano.

Un equilibrio che si ripropone, che persiste, anche quando si parla di campionato. Già iniziato da 4 giornate e che Bolzano e Fasano hanno iniziato allo stesso modo. Vincendo, ovviamente. Punteggio pieno, 4 partite e 4 vittorie, primato solitario nei Gironi A\C.

Due dei protagonisti certi di questa sfida, Dean Turkovic e Pasquale Maione, parte peraltro della nutrita schiera di azzurri in campo domani, non hanno avuto dubbi nell’intervista rilasciata ieri: al Pala Gasteiner sarà la solita partita ricca di emozioni, colpi di scena e spettacolo.

Capitolo formazioni. Bolzano ha un’assenza certa, ovvero quella dello squalificato Gianluca Dapiran. Nel contempo, però, coach Alessandro Fusina recupera Nicola Riccardi e Francesco Mbaye, entrambi tenuti a riposo nel derby della settimana scorsa vinto in casa di Bressanone. Al completo anche il Fasano di Francesco Ancona, che al roster della passata stagione ha aggiunto un pezzo da novanta come l’azzurro Giulio Venturi.

Migliori squadre del campionato significa, implicitamente, migliori giocatori del campionato. Altro dato: queste due compagini contribuiscono con 8/9 giocatori, in media, alle convocazioni della Nazionale degli ultimi anni. E fra questi, due sicuri protagonisti di sabato prossimo: Dean Turkovic, terzino di Bolzano, e Pasquale Maione, pivot del Fasano e capitano azzurro.

Ancora voi e ancora avversari per un titolo. Ormai vi conoscete a memoria…

TURKOVIC: “Sì, ci conosciamo benissimo e per questo credo sarà la solita partita bella, combattuta, appassionante. Noi arriviamo ben preparati, abbiamo analizzato Fasano, che secondo me si è rinforzata molto con l’arrivo di Giulio Venturi, sia in attacco, perché hanno un mancino importante in rosa, ma anche nella fase difensiva.

Abbiamo recuperato tutti gli infortunati (rientrano Riccardi e Mbaye, assenti contro Bressanone ndr) e siamo pronti. Non abbiamo nulla da nascondere, vogliamo vincere. Fattore campo? Conta relativamente contro Fasano. È capitato negli anni scorsi di vincere in trasferta e poi perdere lo Scudetto in casa. Insomma, non è poi così importante dove si gioca. Sarà dura, a prescindere dal campo”.

MAIONE: “Sarà per forza di cose la solita partita combattutissima. Loro questa volta avranno la possibilità di giocarsela in casa, ma noi vogliamo lottare fino all’ultimo secondo, com’è sempre successo negli ultimi anni. Non ho dubbi: sarà una battaglia, naturalmente sportivamente parlando, e siamo pronti ad affrontarla”.

A Fasano è arrivato Giulio Venturi in estate, mentre Bolzano sta godendo, in particolare, dell’esplosione definitiva di Alessio Moretti. Insomma, l’estate ha cambiato gli equilibri di queste due formazioni?

T: “Non credo sia cambiato poi molto. È vero, i nostri giocatori che lo scorso anno erano alla prima volta in certe partite (finali Scudetto, Coppa Italia ndr), hanno una stagione in più sulle spalle e hanno maturato un’esperienza che si sta rivelando indubbiamente utile e lo sarà ancora di più col trascorrere dei mesi.

Ma questo discorso vale anche per i loro ragazzi. A mio parere, però, ad aver cambiato di più, e in meglio, è Fasano: l’arrivo di Venturi è un valore aggiunto non da poco nel loro roster”.

M: “Per noi l’arrivo di Giulio (Venturi ndr) si sta rivelando fondamentale. Fasano è sempre stata abituata a giocare con un mancino come Rubino e lui gli assomiglia molto, fisicamente e nel modo di giocare. Perciò, nonostante Paolo De Santis lo scorso anno abbia fatto benissimo in quel ruolo, avere un terzino destro mancino ci sta dando una grossa mano.

Per quanto riguarda Bolzano, Alessio (Moretti ndr) è indubbiamente un giocatore di enorme talento. Ma questo si vedeva subito, sin dai suoi primi allenamenti in Nazionale. La sua esplosione con una squadra importante era solo questione di tempo. Purtroppo è successo contro di noi in finale Scudetto l’anno scorso (ride ndr). Gli faccio un grande “in bocca al lupo” per la sua stagione, ma a partire dalla partita dopo quella contro di noi…”

Voglia di vincere, certo, ma anche rispetto per tanti amici e compagni di Nazionale…

T: “Senza dubbio. Sarà una lotta, ma che, come sempre, è limitata al campo. C’è sempre grande agonismo, ma anche grande sportività nelle sfide contro Fasano ed è sempre un piacere giocare contro di loro”.

M: “Fa sempre piacere incontrare tanti amici con cui condividiamo la maglia azzurra. Ognuno andrà in campo determinato per lottare per i propri colori, ma finisce lì. Il giorno dopo saremo pronti a ritrovarci tutti in Nazionale, stavolta da compagni di squadra”.

Direzione arbitrale affidata alla coppia internazionale Monitillo – Simone, che darà il via al confronto alle ore 16:00. Il racconto del match è affidato a PallamanoTV, con pre-partita alle 15:40 e live streaming sui siti web www.figh.it, www.pallamano.tv, oltre che sulla Facebook Page “PallamanoTV” (www.facebook.com/pallamanotv).

SUPERCOPPA IN NUMERI – Quella del 21 ottobre sarà l’11esima finale di Supercoppa dal 2005/06 a oggi. Record di vittorie del Conversano, fra le stagioni 2006/07, 2009/10 e 2011/12. Nelle ultime 4 stagioni hanno vinto 3 squadre, ovvero Bolzano, Carpi e Fasano.

L’Albo d’Oro della Supercoppa maschile:

2015/16 – Junior Fasano
2014/15 – Bolzano
2013/14 – Carpi
2012/13 – Bolzano
2011/12 – Conversano
2010/11 – non disputata
2009/10 – Conversano
2008/09 – Casarano
2007/08 – Casarano
2006/07 – Conversano
2005/06 – Merano

Il bilancio degli incontri in finale tra Bolzano e Fasano:

Finale Scudetto 2016/17
Bolzano – Fasano 28-23
Fasano – Bolzano 25-27

Coppa Italia 2016/17
Fasano – Bolzano 30-29

Supercoppa 2016/17
Fasano – Bolzano 26-25

Finale Scudetto 2015/16
Bolzano – Fasano 23-24
Fasano – Bolzano 31-19

Coppa Italia 2015/16
Fasano – Bolzano 29-28

Finale Scudetto 2014/15
Fasano – Bolzano 26-24
Bolzano – Fasano 23-21

Finale Scudetto 2013/14
Fasano – Bolzano 24-25
Bolzano – Fasano 26-27

Supercoppa 2012/13
Bolzano – Fasano 28-24

Coppa Italia 2012/13
Bolzano – Fasano 30-24

Coppa Italia 2011/12
Bolzano – Fasano 29-27

Ufficio Stampa F.I.G.H.

Authors

*

Top