AM | Pressano supera Mezzocorona nel derby in diretta PallamanoTV

Chistè tiro vs MezzocoronaÈ ancora giallonero il derby trentino fra Pallamano Pressano CR Lavis e Pallamano Metallsider Mezzocorona. Al Palavis, nell’anticipo della settima giornata in Serie A sono i padroni di casa di Dumnic a spuntarla, con una prova opaca ma efficace che vale tre punti fondamentali in ottica classifica. Partita delle difese, come da pronostico, quella giocata a Lavis: portieri e fasi difensive hanno avuto la meglio sugli attacchi; a conti fatti vittoria meritata per i gialloneri che sono stati avanti per tutto il match anche di 7 reti e, come in altre occasioni, sono stati abili a contenere i tentativi di rimonta ospite. Piove sul bagnato per i rotaliani di Marcello Rizzi: dopo il match perso in casa contro Appiano, ancora una volta una prestazione offensiva sotto le righe ha tarpato le ali alla truppa gialloverde che si vede anche privata del centrale Andrea Manica, all’ultima partita in carriera. Pronti, via ed in campo le due squadre partono con ritmi decisamente blandi: il primo gol del match è targato Kovacic per lo 0-1 rotaliano ma ben presto Pressano ricompone la difesa e comincia a pungere in attacco. Dopo 10′ poveri di reti è 4-1 per i padroni di casa che infilano Amendolagine con Giongo. Dall’altra parte Mezzocorona sbatte su Sampaolo e Pressano tocca l’8-4 ma dalla metà del primo tempo si erige a protagonista Amendolagine, portiere ospite che para l’impossibile e nega con continui miracoli la fuga ai gialloneri. L’attacco di Mezzocorona prende ossigeno con le reti dall’ala sinistra di Rossi e piano piano la rimonta si concretizza, con il pallone del -1 al termine del primo tempo che sfuma ed Alessandrini sigla il 12-9. Nella ripresa avvio tutto targato Pressano: l’attacco rotaliano non c’entra la porta e, nonostante qualche pallone perso di troppo, Pressano aumenta il divario fin sul 16-10.

La partita si incanala lentamente sui binari dei padroni di casa che trovano ancora un Amendolagine prontissimo ma sono sorretti in difesa da un Sampaolo paratutto (3 contropiedi) che nega la gioia del goal agli avversari. Quando lo stesso portierone della nazionale chiude sui sei metri e lancia Di Maggio verso il 18-11 è tripudio al Palavis. Proprio l’ala destra pugliese sorregge Pressano con tre rigori (7 reti a fine partita) e nonostante i tentativi di rimonta dei ragazzi di Rizzi, privati per infortunio anche di Pedron, i gialloneri reggono bene in difesa e quando necessario infilano la porta avversaria, accumulando un vantaggio che col passare del tempo si fa sempre più rassicurante. Mezzocorona si sveglia però a 10′ dalla fine con due contropiedi dell’ex Damiano Chistè ma il secondo tentativo è salvato da un miracolo di Sampaolo e la partita si chiude li. I minuti scorrono con Pressano avanti di sei reti e nell’ultimo spicchio di match la partita va chiudendosi con lo score finale che dice 25-21 per Pressano. Tre punti d’oro per un Pressano volenteroso che nonostante il risicato numero è riuscito ancora una volta a mettere in campo grinta e determinazione che sono valsi la vittoria; dall’altra parte un Mezzocorona sfortunato che ha perso durante l’incontro Manica, pizzicato al menisco nella sua ultima partita da giocatore e Pedron per una contusione. Le soluzioni in attacco sono mancate e non è bastato una grande Amendolagine fra i pali per tenere il ritmo dei gialloneri che continuano la loro marcia in seconda posizione. Derby emozionante e partecipato, che ha fatto da prova generale per il match della nazionale che il Palavis ospiterà mercoledì.

Positivo il commento di mister Dumnic:”Oggi abbiamo fornito una buona prestazione in difesa con Sampaolo che ha parato bene ed i ragazzi che a tratti hanno perso Kovacic ma sul resto dell’attacco sono stati attenti e concentrati. In fase offensiva è mancata la calma: abbiamo messo troppa frenesia anche nei tiri con Amendolagine che ha parato parecchie nostre conclusioni facili. Non penso che il match sia mai stato in discussione: siamo stati sempre avanti anche di 7 reti meritando la vittoria finale.”

Amarezza invece nelle parole di Rizzi che vede sfuggire il derby, in cui Mezzocorona è a digiuno dal 2009:”È stata una partita difficile, complicata durante il match dagli infortuni. Già eravamo corti, poi gli infortuni a Manica che ha sentito pizzicare in menisco e Pedron per una forte botta ci hanno limitato totalmente le soluzioni offensive. Nel risultato, con 21 gol segnati, questo si è visto e non è bastata una grande prestazione di Amendolagine per portare a casa la partita. Sono comunque contento per la prova di Chistè, al ritorno in quel di Lavis da avversario del Pressano e di Rossi dall’ala. Vedo bene i nostri giovani e questo mi fa ben sperare per il futuro.”

h 20:30 | Pressano – Metallsider Mezzocorona 25-21 (p.t. 12-9)

Pressano: Bolognani, Chistè W. 3, D’Antino, Di Maggio 7, Mengon, Moser 1, Bettini, Giongo 4, Franceschini, Sampaolo, Stabellini 6, Alessandrini 4, Stocchetti. All: Branko Dumnic

Metallsider Mezzocorona: Andreis, Rossi 2, Boninsegna 2, Calovi, Manna 2, Chistè D. 3, Mittesteiner, Pedron 3, Amendolagine, Moser, Kovacic 7, Confalonieri, Folgheraiter 2. All: Marcello Rizzi

Arbitri: Alperan – Scevola

Ufficio Stampa Pallamano Pressano Cassa Rurale Lavis/Valle di Cembra

Authors

*

Top