Serie A2Femm: cosi si chiudono i campionati

Girone B: impresa Mugello, superato il Sassari

E’ finita con la classica ciliegina sulla torta, con una grande vittoria su un forte Sassari, secondo in classifica, e un palazzetto festante per il bellissimo campionato dell’Euromed Mugello. E’ stata una vittoria inseguita, cercata, voluta fortemente, perché dopo la salvezza ottenuta con tre giornate di anticipo, in casa Mugello erano sicuri di meritarsi una vittoria importante.

E per farlo hanno dovuto attendere l’ultimo atto del campionato, con un bel pubblico sugli spalti, le bambine dell’Under 12 che hanno accompagnato l’ingresso in campo, e una gran bella squadra di fronte, quel Sassari che in campionato aveva perso soltanto due incontri.

La partenza delle padroni di casa sorprendeva subito le sarde, che si trovavano di fronte una mobile 3-2-1 anziché il classico marcamento a uomo su Takacs, e il primissimo break era per le padroni di casa. D’addario para un rigore e in generale da sicurezza alla difesa, ma è l’ungherese della formazione isolana che tiene il passo di Simoni e Gorelli, mantenendo aperta la gara che al 21′ si portava sull’11-9.

Altro strappo alla gara impresso da una incontenibile Gargani, poi Zoppi e Lavacchini portano al massimo vantaggio sul 17-12 a 2′ dal termine. Finale a mille all’ora con 4 gol in un due minuti, l’ultimo è un tracciante di Gargani che fa esplodere il palazzetto e fissa il punteggio sul 19-14. Gran primo tempo giocato su ritmi altissimi.

Nel secondo parte forte Sassari, che si porta sul 21-18 al 35’. Subito time out Mugello per riportare ordine, soprattutto nella manovra d’attacco, con le sarde che adesso giocano più piatte andando a prendere aggressiva la sola Gargani. Partita più vibrante ma meno bella del primo tempo, con le squadre strette ognuna al proprio totem, e Sassari prende qualche esclusione di troppo per proteste.

Sembra finire sul velluto per le mugellane che conducono 31-25 a 10’ dal termine, ma una doppia esclusione riporta sotto le sarde sul 32-29 al 24’, il finale in forcing e gli incredibili errori al tiro delle mugellane portano al 34-33 a 2’15’’ dal termine, poi ci pensa il capitano Lavacchini a siglare il definitivo 35-33 che fa esplodere il PalaCipriani.

“E’ stato un regalo bellissimo che ci siamo fatti – commenta l’allenatore Matteo Lucii – Sapevo che le ragazze potevano ottenere una vittoria di prestigio ed oggi hanno dimostrato di potersela giocare alla pari anche con le prime del girone. Sassari è forte anche senza Sias, è secondo, ha perso solo due volte, ha un giocatore come Takacs che è straordinaria, è venuto con la squadra al completo. Per tutte queste cose siamo contenti di averlo battuto, perché vogliamo essere orgogliosi di noi stessi e del gran risultato che abbiamo fatto quest’anno”.

EUROMED MUGELLO – SINERGIA SASSARI 35 – 33 (p.t. 19-14)
EUROMED MUGELLO: Banchi, Gori, D’addario, Gargani 10, Gianassi 1, Gorelli 6, Lavacchini 4, Salemme 2, Santoni, Simoni 8, Stocchi, Venturini 2, Zoppi 2. All. Lucii
SINERGIA SASSARI: Stangoni, Casu 4, Falchi 3, Depalmas, Giacopetti, Lostia, Takacs 10, Dettori 7, Manai, Manca 2, Delussu 7. All. Canu

Vittoria di misura della capolista Conversano che, nel match contro il PDO Salerno chiude davanti al proprio pubblico con una buona prova.

PDO in partita fino al 22’ del primo tempo quando, sul punteggio di 10-9 per le padrone di casa, le atlete salernitane si sono disunite lasciando campo libero alle pugliesi che, così, hanno chiuso il parziale di gara sul 17-10.

Nel secondo tempo, poi, la differenza di punteggio non si è limata neanche nei 15’ di gioco finali quando il tecnico del Conversano schierava in campo le più piccoline della squadra. Ed al 60’ il punteggio diceva 31-19 per il Lombardi Ecologia. PDO sconfitto, quindi, ma il ko non pregiudica affatto tutto il lavoro svolto dal tecnico Di Donna finora, come lui stesso ha dichiarato nel post partita.

“La partita è stata abbastanza equilibrata per i primi venti minuti – spiega il presidente del Conversano Enza Fanelli – in cui le mie ragazze non riuscivano a trovare il modo di fermare la brava Ravasz. Poi una buona intesa tra Rotondo e Minoia (alla sua prima uscita da titolare) ha permesso di staccare di sette reti le avversarie e questo ci ha dato la possibilità di mettere in campo al secondo tempo la nostra formazione Under16 che ha avuto qualche difficoltà in difesa ma tanto coraggio e successo in attacco. Nel complesso ottima la prestazione di Minoia e Simone con 7 reti a testa. Ora non ci resta che prepararci alle finali Under18 ed Under16 dove finalmente potranno giocare un po’ di pallamano data la nostra carenza di squadre nelle zone limitrofe”.

“Io sono contento – spiega il tecnico – le mie ragazze stanno giocando bene, certo hanno ancora delle lacune ma queste spariranno col tempo e gli allenamenti. Contro il Conversano siamo sta bravi fino al 22’ quando poi loro hanno preso il largo. Tengo a dire che noi giochiamo sempre con le under e loro, quando le hanno schierate nei 15’ finali, hanno controllato il punteggio perché noi eravamo già stanchi dello sforzo compiuto durante la gara. Negli ultimi 8’ del primo tempo abbiamo sbagliato in attacco e commesso qualche errore in difesa ma tutto sommato ci possono stare. In generale posso affermare che si è giocato meglio nel primo tempo contro le grandi che nella ripresa contro le più piccole. Ravacz è forte, fa la differenza e si vede che si allena con la prima squadra. L’anno prossimo in A/1? Credo proprio di si, la vedo pronta per il salto. Così come Finelli che, insieme alla compagna, hanno fatto la differenza in questa stagione; lei come Ravacz è di caratura superiore. Esposito è brava ma deve essere più energica così come Ragone ha imparato tantissimo da Novembre fino ad ora. Violante, ad esempio, ha marcato a uomo Rotondo che era la più brava tra le avversarie e si è comportata bene. Ripeto, le ragazze crescono tanto di partita in partita”.

LOMBARDI ECOLOGIA – PDO SANGIORGIO SALERNO 31 – 19 (p.t. 17-10)
LOMBARDI ECOLOGIA:
Debellis 1, Fanelli M., Minoia 7, Rotolo 1, Rotondo 4, Simone 7, Toro 6, Babbo 2, Lasella 2, Logreco 2, Luciano, Carratu, Roscino. All. Iaia
PDO SANGIORGIO SALERNO:
Bove, Esposito 4, Ferrentino, Finelli 3, Lamberti, Lambiase, Ragone, Ravacz 8, Violante 3, Galotta. All. Di Donna
ARBITRI: Coletta – Pinto

Squadra Giocate Rinviate Vinte Pareggiate Perse Fatti Subiti Punti Penalità
LOMBARDI ECOLOGIA 18 0 17 0 1 545 296 51 0
SINERGIA SASSARI 18 0 14 0 4 583 408 37 5
SANGIORGIO PDO SALERNO 18 0 11 0 7 491 490 32 0
EUROMED MUGELLO 18 0 9 0 9 487 494 18 10
FIRENZE LA TORRE 18 0 6 0 12 374 441 18 0
CAMERANO 18 0 4 0 14 350 518 12 0
CASSA RURALE PONTINIA 18 0 2 0 16 313 496 6 0

di Dèsirèe Dalla Fontana

Tags ,

*

Related posts

Top