Nuova importante serie di novità dal Consiglio Federale di domenica 26 marzo

Il Consiglio Federale della FIGH (Federazione Italiana Giuoco Handball) si è riunito oggi, alle ore 13:45, al Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, a Roma. Oltre ai membri del Consiglio presenti, invitati a partecipare Ralf Dejaco, Daniele Sonego, Riccardo Trillini e Fabrizio Tassinari.

Dopo aver aperto i lavori con l’approvazione del verbale relativo alla seduta del 20 marzo scorso, il Consiglio ha registrato l’intervento di Ralf Dejaco, membro onorario e tesoriere della EHF (European Handball Federation) dal 2004 al 2016, che ha portato al Consiglio Federale il saluto e i complimenti del Presidente della EHF, Michael Wiederer.

Nel corso del suo intervento, Dejaco ha annunciato che la Federazione Europea avvierà un progetto per la crescita delle nazioni che non occupano posizioni di vertice del ranking continentale. Un percorso virtuoso, questo, che verrà inaugurato proprio con l’Italia e con la FIGH, attraverso un affiancamento costante da parte di Jean Brihault, figura dirigenziale di provata esperienza internazionale e alla presidenza della EHF dal 2012 al 2016.

Squadre Nazionali

Relativamente alle Squadre Nazionali, è intervenuto Riccardo Trillini, futuro Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali maschili e femminili, che ha messo in risalto il ruolo centrale delle formazioni azzurre. “È un onore per me rivestire questo incarico – ha detto Trillini -, sento una grande responsabilità per questo ruolo e voglio lavorare in un progetto abbia effetti positivi sul movimento già nel breve periodo. Il ruolo di DT sarà quello di occuparmi, assieme a uno staff di 3 tecnici – sui versanti della preparazione fisica, dei portieri e su ricerca, statistiche e video editing -, in modo trasversale delle Nazionali sia maschili che femminili. Sarò inoltre affiancato da un tecnico per ciascuna delle due formazioni senior, mentre l’intenzione è quella di delegare altri tecnici per le formazioni giovanili, in particolare i responsabili del Progetto Eccellenza (Giuseppe Tedesco e Liliana Ivaci) per le selezioni internazionali di ingresso (U16/U18).

Sempre per ciò che riguarda l’attività delle Squadre Nazionali, il Presidente Federale, Pasquale Loria, ha confermato, oltre alla gara dell’Italia U17 maschile contro i coetanei dell’Austria a Innsbruck del 3 maggio prossimo, che anche la Nazionale U20 maschile disputerà a giugno un doppio confronto con i pari età della Germania, su invito della Federazione tedesca, a conferma della grande attenzione riservata in ambito internazionale alle giovani generazioni azzurre.

È stato programmato, inoltre, sempre nel mese di giugno, un Training Camp a Roma tra le Nazionali femminili di Italia e Austria, utile alle azzurre per preparare i Play-Off di qualificazione ai Mondiali contro la Serbia. Deliberata, infine, l’iscrizione della Nazionale maschile alle qualificazioni ai Campionati Mondiali 2019.

È in animo del Consiglio, in aggiunta, organizzare una gara amichevole di una delle Nazionali giovanili maschili a Prato nella giornata del 24 giugno prossimo, quando il Palasport di Prato verrà intitolato a Zaim Kobilica, storico atleta della Nazionale italiana prematuramente scomparso nel luglio 2015.

Attività Territoriale

Il Consiglio Federale ha effettuato le seguenti nomine per la struttura territoriale:

Delegato FIGH Alto-Adige: Claudio Zorzi
Delegato FIGH Piemonte: Simone Lugli
Delegato FIGH Provincia di Imperia: Jean-Claude Asnong
Delegato FIGH Veneto: Marco Beghini
Delegato FIGH Marche: Pierpaolo Romandini

Manifestazioni Nazionali

Relativamente alla Final8 di Coppa Italia femminile (28/30 aprile), dopo gli opportuni approfondimenti di natura giuridica sulla delibera di assegnazione del 6 marzo scorso alla società Casalgrande Padana, avendo riscontrato l’anomalia della mancata comunicazione – né pubblicamente, né al soggetto affidatario dell’incarico – e considerando che erano nel frattempo pervenute altre richieste di assegnazione della manifestazione (Cassano Magnago e SSV Brixen), il Consiglio ha ritenuto opportuno revocare la delibera stessa e procedere a una nuova assegnazione.

Successivamente, pertanto, si è proceduto a una nuova valutazione, anche tenendo conto delle ulteriori richieste pervenute, e si è deciso di assegnare la manifestazione alla società SSV Brixen.

Assegnata poi la Finale Nazionale della categoria U16 maschile alla società Cassano Magnago. Questo, pertanto, il riepilogo di sedi e date delle Finali Nazionali giovanili:

Finale Nazionale U20 maschile
[31 maggio \ 4 giugno]
Bologna United

Finale Nazionale U18 maschile
[7\11 giugno]
Cellini Padova

Finale Nazionale U18 femminile
[7\11 giugno]
Cellini Padova

Finale Nazionale U16 maschile
[31 maggio \ 4 giugno]
Cassano Magnago

Finale Nazionale U16 femminile
[31 maggio \ 4 giugno]
Tushe Prato

Festival della Pallamano

Per quanto concerne il 14° Festival della Pallamano, in programma dall’11 al 16 luglio prossimi, è stato costituito un Comitato Organizzatore, composto da Fabrizio Quaranta, Gian Luca Brasini e Fabrizio Tassinari, che verificherà tutti i profili organizzativi e tecnici connessi alla manifestazione, nonché data e località di svolgimento del Trofeo delle Aree.

Dopo aver esaminato un lunga serie di altri temi di carattere organizzativo e amministrativo e aver assunto le relative delibere, il Consiglio ha terminato i lavori alle ore 17:45.

Ufficio Stampa F.I.G.H.

Authors

12 Comments

  1. Rocco said:

    Quelli del Casalgrande dovrebbero ritirarsi dalla Coppa… è scandaloso ciò che gli è stato fatto!
    La federazione dovrebbe poi spiegare perché la comunicazione ufficiale dell’assegnazione non era stata mandata al Casalgrande.
    E adesso il Bressanone gode e tutti si devono sobbarcare 300 kilometri in più, senza contare gli hotel da trovare sotto Pasqua con pochissimo tempo.

  2. Vivalitalia said:

    E vogliamo parlare del calcio in c**o a Neukum?
    O di Tedesco al posto di Radojkovic solo per far giocare il figlio?
    La meritocrazia…

  3. Franco said:

    Mister Vinci in nazionale!! Non vedo altre possibili valide alternative!!!
    Inboccallupo

    • gino said:

      è un rischio grosso in quanto alla fine mancavano i loro voti ahahah

  4. gino said:

    spero che il presidente new entry non si lasci trasportare dal “dover” mettere tutti in qualche posto al sole per mera riconoscenza elettorale e non per Vera programmazione sportiva ( sento parlare di troppi direttori tecnici troppi responsabili troppi ecc ecc sembra di esser al bar della pallamano dove tutti sono professori)

  5. Lavoro said:

    Per ora stiamo vedendo quello: pioggia di poltrone solo a settentrionali

  6. coppadelnononno said:

    veramente assurdo fissare la coppa a Bressanone !!! logisticamente è un disastro per tutti, Casalgrande non merita ritorsioni di questo genere, che poi penalizzano anche le altre società! inoltre Bressanone sarebbe stata a rischio out di coppa ed ora per fare qualche “favoretto” già si studiano collocazioni a doc?… semmai Cassano avrebbe avuto tutti i requisiti, dato che ne aveva fatto anche domanda!.., motivo in più di lasciare Casalgrande già certa!… iniziamo male così!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  7. Marcello said:

    Eh, ragazzi, è il nuovo che avanza, Trillini, Tedesco, Tassinari e tra un po’ vedrete gli altri, tutta gente giovane e di grande energia.
    Ovviamente di quelli della precedente gestione nemmeno uno da salvare!

  8. settemetr said:

    Vorrei rispondere a VIVALITALIA che asserisce che hanno messo un tecnico di assoluto valore come Tedesco per motivi che non appartengono a Beppe. Vogliamo parlare di Radokovic che ha tagliato fuori ragazzi del 1999 di assoluto valore solo per simpatie personali ? Vogliamo parlare dei convocati provenienti da società che pressavano per farli convocare ? Vogliamo parlare di convocati solo perchè alti 1,90 peso oltre i 100 kg solo per farli giocare in difesa e venivano puntualmente ridicolizzati da giocatori di movimento concambi di direzione e scavalcamenti ? Prima di scrivere certe c*****e riguarda il lavoro di Ghedin e guarda cosa ha perso per la strada il fortissimo Radokovic. Non lo abbiamo mai visto su un campo er un Under 20 o 18 o 16 almeno nel centro Italia. Forse faranno peggio ( anche se è difficile ), ma almeno guarderanno i ragazzi e non ascolteranno gli allenatori e dirigenti. Buona pallamano

    • gino said:

      settemetri tu e la pallamano questa sconosciuta. Vabbè tieniti l’assoluto valore tedesco ….questa è la pallamano italiana (nani ballerine parolai e quaquaraqua)

  9. Pippo said:

    Settemetr, ma hai un figlio del ’98/’99 perche’ secondo te c’e’ un paragone tra Tedesco e Radojkovic…ma va la’ dai fai il serio e non il papa’

  10. Vivalitalia said:

    Io so solo che Radojkovic è arrivato quarto nel mondo con i 98-99 di 1,90×100 kg.
    Adesso vedremo Tedesco con la sua non difesa e i suoi muri del pianto

*

Top