Pierluigi Montauti: “Dirigenza FIGH attuale patrimonio da preservare”

Quattro anni fa ha vissuto da attore protagonista la spaccatura di un movimento, quello della pallamano italiana, che ha preso corpo nuovamente in questi mesi, in avvicinamento alle elezioni per la guida della FIGH nel prossimo quadriennio. Oggi, a mente fredda, le sensazioni e le posizioni sono nettamente diverse. Stiamo parlando di Pierluigi Montauti, patron della Interamnia World Cup e oggi attento osservatore delle vicende che stanno riguardando lo sport che da sempre lo appassiona.

La situazione politica si fa sempre più aspra avvicinandosi alle elezioni: “È vero – risponde Montauti – la situazione è delicata e particolare. Quattro anni fa, coinvolto da amici ed appassionati di pallamano, mi sono avventurato anch’io nel percorso di elezione federale, candidandomi contro Francesco Purromuto. Ho combattuto una lunga battaglia contro l’attuale dirigenza federale in quanto candidato opposto e posso dire di aver fatto un grosso sbaglio. Al tempo non ho mai voluto aprire al dialogo con l’attuale Presidente Federale e alla fine ci siamo trovati con in mano una pallamano spaccata a metà: è quello che sta succedendo anche ora. Bisognerebbe evitare le divisioni ma ormai il dado è tratto ed andremo inevitabilmente verso uno scontro frontale che non fa bene al movimento.”

Una riflessione post-elettorale che Montauti ha espresso con piacere: “Dopo le elezioni e dopo la battaglia elettorale ho seguito con ancor più cura la pallamano, ho cercato ed ottenuto il dialogo con l’attuale dirigenza federale e mi sono dovuto ricredere: in questi 4 anni intercorsi dal 2012 al 2016 la FIGH ha raccolto moltissime sollecitazioni, le ha sviluppate a dovere a mo’ di consigli ed ha ottenuto risultati sotto gli occhi di tutti. La FIGH ha saputo coinvolgere persone di qualità e seguire una linea positiva: l’ho apprezzato molto ed ho rivisto totalmente la mia posizione a riguardo del Presidente Federale Purromuto.”

Riguardo all’attuale dibattito elettorale: “Penso che l’esperienza di Purromuto e della sua squadra sia indiscussa – risponde precisamente Montauti – Così come lo sono i grandi passi compiuti negli ultimi 4 anni. L’attuale Presidente è patrimonio di esperienza e competenza da preservare con grande rispetto. Da esterno, posso dire che lo schieramento del Perimetro sta facendo gli stessi errori nostri di 4 anni fa.”

Patron della Interamnia World Cup, che valutazione può tracciare della collaborazione fra una manifestazione così corposa e la FIGH? “Interamnia è supportata dalla FIGH e più precisamente dal Presidente Purromuto che ha in cantiere ottime idee già condivise per potenziarla. Se devo essere sincero, ho letto il programma del Perimetro e di Interamnia non c’è nemmeno la minima traccia…”

In ogni caso, l’Interamnia si giocherà anche quest’anno e per il 45° anno: “La Coppa Interamnia, così come tante altre manifestazioni – risponde Montauti – sta vivendo un periodo difficile. Nonostante ciò ci sono ottime premesse per questo 2017 che vedrà in campo la nostra 45^ edizione. Tante nazioni e tanti buoni propositi per far bene ci fanno ben sperare. Di Interamnia comunque parleremo dopo le elezioni, alla luce del Presidente Federale attuale e delle concrete idee che ha presentato, perchè auspico una sua riconferma: tutto il movimento e i grandi eventi come Interamnia ne trarrebbero grande giovamento e sarebbe un bel passo per noi, considerata la portata e l’importanza della nostra kermesse.”

Authors

19 Comments

  1. Gimmi said:

    Bisogna studiare un periodo diverso, luglio ormai è strapieno e c’è la Partille Cup che ormai è irraggiungibile. Fine agosto?

  2. commentatori said:

    Dimenticavamo un momentino Matteo Aldamonte. Una brava persona che interpreta molto bene il suo ruolo.

    • Lavoro said:

      Lui sì che proprio per questo dovrebbe essere comunque confermato, vista la prova di sé data in questi mesi da chi si spaccia in giro per suo certo successore

  3. Cucalento said:

    Non ho parole!
    In questi 4 anni Montauti ha avuto una illuminazione sulla via per Damasco! Certo può capitare di cambiare idea(in politica abbiamo assistito a cambi di casacca vergognosi…) ma [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA]
    Non entro in argomentazioni su perimetro o circonferenza, le società sceglieranno liberamente( speriamo)il nuovo CF ma fatemi dire al prof Montauti che, almeno per rispetto di tutti quelli che quattro anni fa lo hanno supportato, con fine settimana in giro per l’Italia, si poteva risparmiare questa presa di posizione !

  4. esopo said:

    Vedi che la storiella della volpe e l’ uva poi rivista e rivisitata da questi personaggi improponibili anche e ancor più in foto da primo piano ( squali squaletti e squallidi) … ma a chi vuoi darla a bere?

  5. Settemetri said:

    Buongiorno la data tanto attesa si avvicina. La ricandidatura di Purromuto ha messo agitazione ai competitor che sono sempre sicuri di una affermazione,ma qualcuno inizia a predicare prudenza. Certo che ho scorso con atrenzione il sito del Perimetro e devo dire che ci sono nomi di persone doc x la pallamano ma molti ignoti che mettono sicuramente paura. Cmq da voci che si rincorrono sembra che inizi una piccola migrazione verso il presidente attuale. Ne vedremo delle belle

    • Novemetri said:

      e nel frattempo purromuto ha pubblicato il programma… veramente ben fatto e con spunti moooolto interessanti… confermo che anche secondo me ne vedremo delle belle rispetto a ciò che i perimetrali vanno raccontando in giro

  6. Ricco said:

    Cisa volete che si raccontassero? La favoletta dell’immancabile vittoria, come qualcuno che tuonava dai balconi e finì appeso per i piedi

  7. Vivalitalia said:

    La maggior parte degli incerti viste le liste e il programma ha sciolto la riserva a favore di Purromuto

  8. settemetri said:

    Quella che segue è una frase presa da Pallamano Caffè su una dichiarazione del candidato del Perimetro :
    “Il Consiglio Federale provvederà ad organizzare una consultazione dei Club di rango nazionale per definire le linee di riforma della struttura dei campionati che dovrà partire nella stagione agonistica 2018/19”. No l’ho VIRGOLETTATA ma lo è in origine.
    Domanda semplice a tutti : Quali sono i CLUB DI RANGO NAZIONALE ? Su quali basi verranno scelti ? Quali giustificazioni si troverà per dire ad un CLUB magari vecchio di affiliazione ma che è in B per motivi vari che non è di RANGO NAZIONALE. Questa mi sembra veramente un’uscita negativa per il Perimetro che rischia di far perdere consensi. Nulla è scontato credetemi

    • Michele said:

      buongiorno,
      non è per essere pignolo ma fossi in voi mi fermerei nella polemica sul rango nazionale…non è una questione di preferenze sia chiaro, ma rischiate di cadere nel ridicolo trattandosi di grammatica italiana.
      spiego per chi ha scordato le regole studiate alle scuole medie:
      […] una consultazione dei Club di rango nazionale per definire le linee […] ecc..
      Una consultazione = SOGGETTO
      dei Club = complemento di specificazione
      di rango nazionale = attributo del soggetto.

      Di conseguenza,è facile intuire che: “la consultazione” sarà di rango nazionale…cioè coinvolgendo tutti i club nazionali..
      Saluti.

  9. gino said:

    Ultima novità del grande podini, ha comprato Tardelli come striscione per affincarlo a quelli fatti per la Lega e l’Accademy?
    Ps: grande il portierone massimo piacere che afferma: Tardelli un amico della pallamano (SIAMO ALLA FRUTTA e ridicoli)

  10. miccolis ambrogio said:

    forse sono i club attuali di serie A ,forse quelli che hanno vinto gli scudetti ,bisognerebbe chiederlo al candidato PRESIDENTE LORIA ,e’ la prima volta che lo sento il termine RANGO NAZIONALE ,ha voluto anche coniare nuovi termini oltre al programma nuovo ,si incontrano della difficolta’ a seguirlo

  11. Settemetri said:

    Ambrogio è gravissima come affermaxione una discriminante puramente personale o avallata da chi ? RANGO NAZIONALE ma di cosa sta parlando il candidato ? Resto senza parole e spero che se eletto tutte quelle societá non considerate di RANGO NAZIONALE facciano mancare le loro inscrizioni ai vari campionati visto che non saranno degne di tale RANGO per partecipare alle varie fasi nazionali. Avevo qualche dubbio ora fugato. Meglio il vecchio

    • Gennaro O Vibrione said:

      Rango nazionale secondo loro è chiunque gli regalerà centinaia di mila euro per entrare nella Lega di lingua tedesca gestita da loro.
      Ma accà nisciun è fesso!

  12. jack said:

    Per chi ha la memoria corta. Statement post elettorale 2012 di Pier Luigi Montauti:
    Pier Luigi Montauti – La Grande Famiglia dell’Handball
    Ore 19:30: “Si può perdere, ma non in questo modo”, è la dichiarazione a caldo di Pier Luigi Montauti, appena siamo riusciti a raggiungerlo al telefono. “Quando si scende in campo si sa che si può vincere o perdere la partita. Ma le regole dovrebbero essere sempre quella della correttezza e del fair play. Quello che è
    accaduto oggi a Napoli, è stato uno scandalo”.
    È uno scandalo, è stata la frase che ha risuonato nella giornata di oggi, all’assemblea della FIGH, che ha visto persino l’intervento delle forze dell’ordine, per fare chiarezza in merito ad alcuni voti, che mancano nel computo.
    Oltre l’esclusione di alcune società, alla verifica iniziale, per un totale di 30 voti, si è registrato al termine dello spoglio un dato diverso di quello preventivato.
    Le società a sostegno di Montauti, infatti, hanno sottoscritto una dichiarazione di voto con il numero dei voti a loro corrispondenti e, dunque, le preferenze sarebbero dovute essere circa 220, invece delle 160 attribuite.
    Una situazione che ha provocato proteste e l’astensione in massa, dalle consultazioni successive, dei sostenitori di Pier Luigi Montauti che si sono rifiutati di votare per i consiglieri federali.
    Non ci si sbilancia circa eventuali ricorsi o esposti presso le sedi opportune. “Ne stiamo valutando l’opportunità con i nostri legali – conclude Montauti – non tanto, o non solo, per cambiare l’esito del voto, quanto per affermare il rispetto delle regole del gioco, la chiarezza e la correttezza”

    Patrimonia da preservare……………mama mia pallamano italia

    • tip said:

      Si è preferito far credere che ci siano state manomissioni nell’urna piuttosto che accettare l’amara verità, e cioè che società che dicevano in pubblico di votare per Montauti, nella cabina elettorale hanno poi messo la croce sul nome di Purromuto. Social pieni e urne vuote, anche la storia recente dovrebbe far riflettere. Per questo le società si sono rifiutate di votare i consiglieri: perché li si sarebbero visti ancora gli stessi numeri della votazione per il presidente. Vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso è molto, molto pericoloso

  13. Conticino said:

    Giustissimo e poi era molto più facile fare bau bau da fuori che fare opposizione vera in Consiglio

*

Top