EHF CUP F | L’Indeco Conversano combatte, ma non basta. Giuseppe Roscino: “Ragazze da applausi”

conversano-femminile-ehf-cupL’Indeco Conversano esce a testa alta dall’Ehf Cup nonostante la sconfitta rimediata anche nel match di ritorno contro le fortissime avversarie del Nykøbing Falster. Sul gommato della Scandlines Arena la gara di ritorno del Round 3 si chiude con il punteggio di 36-22 al termine di una partita ben interpretata dalle rossoblu, soprattutto nel primo tempo.

LA GARA – L’approccio alla sfida da parte delle ragazze di mister Giuseppe Fanelli è buono anche se le padrone di casa, dopo il successo per 36-24 ottenuto al San Giacomo, provano subito a scappare. L’Indeco risponde colpo su colpo alle avanzate delle danesi e a metà frazione sono sotto di sole tre reti. La musica non cambia nemmeno nella seconda metà di frazione nel corso della quale la compagine locale trova l’allungo (17-10 all’intervallo) grazie anche alla complicità delle conversanesi che sbagliano qualche contropiede di troppo. Nella ripresa, invece, le rossoblu durano solo pochi minuti. Il Nykøbing Falster, di fatto, ipoteca ben presto la vittoria alla luce anche di un evidente calo fisico del Conversano, legato, probabilmente, alla lunga trasferta. Finisce con il risultato di 36-22 in favore delle padrone di casa che volano al turno successivo mentre all’Indeco resta la consapevolezza di aver dato comunque il massimo ed aver arricchito ancor di più il proprio bagaglio di esperienza. Da sottolineare l’ottima prova di Laura Celeste Rotondo, autrice di nove reti (top scorer tra le rossoblu) nonostante l’influenza con cui ha dovuto fare i conti sin dalla giornata di ieri.

L’ANALISI – Questo il commento del presidente Giuseppe Roscino a fine gara: “Abbiamo fatto una buona partita, loro avevano come sempre a disposizione due squadre e hanno continuato a non sottovalutarci anche in questa gara di ritorno – ha spiegato il numero uno rossoblu – Abbiamo anche cercato di metterla sotto il profilo della velocità, ma loro sono ugualmente veloci potendo, tra l’altro, avere anche la possibilità di sfruttare una panchina lunga. Purtroppo quando si incontrano squadre più forti spesso vengono commessi errori abbastanza stupidi e, a questi livelli, nella maggior parte dei casi vieni punito. Rispetto a sabato scorso – ha continuato il presidente – ci è mancata un po’ di grinta, mentre le danesi erano molto cariche e potevano contare su un pubblico molto, molto caloroso. Però, tutto sommato, non possiamo lamentarci. La partita poteva terminare anche con un passivo maggiore, in virtù della loro forza. Le ragazze, dunque, meritano un grandissimo applauso e non so se un’altra squadra italiana al posto del Conversano sarebbe riuscita a fare meglio”.

Nykøbing Falster – Indeco Conversano 36-22 (p.t. 17-10)
Nykøbing Falster: Sahlholdt, Kristensen L. 3, Westberg E. 3, Gravholt 4, Navne, Iversen 5, Holmsgaard, Vind, Pedersen 6, Kristiansen C. 5, Kristiansen K 10. All. Nielsen Niels.
Indeco Conversano: Giona, Duran 4, Caccioppoli, Barani 1, Rotondo 9, Chiarappa, Albertini 1, Bertolino, Di Pietro, Lo Greco, Ganga 5, Babbo 1, Gozzi 1. All. Giuseppe Fanelli.
Arbitri: Kekes (HUN) – Kekes (HUN)
Delegato EHF: Lars Berndtsson (SWE)

Ufficio Stampa Indeco Conversano

Authors

*

Top