Una parata di Jurina consegna i tre punti al Bozen: 27-26 al Pressano

- Scritto il 21 marzo 2014 -

jurinaUna bella parata di Jurina su rigore a tempo scaduto decide il big match della 3^ giornata della Poule Play-Off (Girone A) di Serie A Maschile fra Pressano e Bozen. Al Palavis di Lavis (TN) i campioni d’Italia battono 27-26 i trentini padroni di casa, tornano alla vittoria dopo due sconfitte consecutive e, soprattutto, sono nuovamente la prima forza della classifica nella Poule del loro raggruppamento.

È un match equilibrato, come da pronostico. Le marcature le apre Turkovic per gli ospiti, gli risponde subito Giongo per l’1-1 al 3′ di gioco. La prima fase è caratterizzata dai portieri, Sampaolo e Jurina, protagonisti coi loro interventi. Pressano prova ad allungare, all’8′ conduce 3-1. Bozen fa rima, in queste fasi, con Pircher: il mancino segna il gol del 3-2 e poi quello, al 10′, del 4-3. Al 16′ massimo vantaggio della squadra di casa, 7-4 con segnatura di Adriano Di Maggio. Due volte Pircher per accorciare e ispirare il break (1-5) che tiene in vita gli altoatesini. Al fischio di metà partita è perfetta parità, 12-12.

Bozen completa, nel secondo tempo, la rimonta e al 34′ è in vantaggio 15-13. È l’inizio di una ripresa per larghi tratti nel segno del team campione d’Italia. Obrist al 37′ sigla il gol del 18-14. Il massimo vantaggio del match arriva quando Turkovic insacca alle spalle di Sampaolo la palla del 20-15. Il Pressano impiega 18′ della seconda parte di gara a rientrare in partita. Con Di Maggio i trentini realizzato il -3. Bozen, dopo essere tornata avanti anche di quattro reti (25-21) conduce solo 25-24 al 53′, quando tutto è ancora aperto con la rete in contropiede firmata Di Maggio. La squadra di Fusina prova a chiuderla: al 55′ servizio delizioso di Turkovic a liberare Sporcic, che dai sei metri fa il 27-24. Dallago prima, Giongo poi riaprono ancora i giochi: 27-26 al 57′. Decidono tutto gli ultimissimi secondi, quando Kammerer atterra Di Maggio: è rigore. Lo stesso mancino del Pressano si fa ipnotizzare da Jurina a tempo scaduto. L’estremo difensore del Bozen para il rigore che vale un 27-26 spettacolare, emozionante e importantissimo per la classifica della formazione biancorossa.

Si completa sabato la 3° giornata della 2^ fase di Serie A Maschile – 1^ Divisione Nazionale, con undici incontri in programma fra Poule Play-Off e Poule Retrocessione.

h 19:30 | Pressano – Bozen 26-27 (p.t. 12-12)
Pressano: Bolognani 1, D’Antino, Franceschini, Pescador, Alessandrini 2, Chisté D, Chisté W. 1, Di Maggio 4, Giongo 6, Sampaolo, Da Silva 9, Dallago 3, Opalic, Stocchetti. All: Branko Dumnic
Bozen: Andergassen, Innerebner, Kammerer 2, Obrist 1, Pircher 5, Radovcic 3, Turkovic 10, Waldner 1, Widmann, Jurina, Sporcic 5, Klieber, Knoll, Kucera. All: Alessandro Fusina
Arbitri: Chiarello – Pagaria

Ufficio Stampa FIGH

L'Autore dell'articolo

Nata nel 1990, viene da Malo, provincia di Vicenza, ed è qui che conosce la pallamano. Nel 2009 si trasferisce nelle fila del Dossobuono, nota società del veronese. Nel 2011 decide di spostarsi nella vicina Vigasio. A Verona ha frequentato il corso di Interior Design all’Istituto Design Palladio. Ora lavora come grafica, giornalista e web designer.

4 Commenti in "Una parata di Jurina consegna i tre punti al Bozen: 27-26 al Pressano"

  1. engelbert 21 marzo 2014 alle 15:13 · Rispondi

    prendo quello che ha mandato Dimaggio a tirare il rigore e lo faccio sparire dal panorama

  2. GianniPi 21 marzo 2014 alle 18:06 · Rispondi

    Bene Ghedin nella veste di commentatore. Tranne, ovviamente, quando cerca di salvare gli arbitri giustificando un rigore, per difesa in area, ingiustificabile…

  3. Lory 22 marzo 2014 alle 18:58 · Rispondi

    Scusami engelbert in che senso??

    • Pallamanista-91 23 marzo 2014 alle 13:44 · Rispondi

      Perché ne aveva già sbagliato 1 o 2 di rigori e poi doveva tirarlo lo straniero di pressano xk partiva svantaggiato psicologicamente contro di lui…

Lascia un Commento