Un campionato perfetto corona il sogno del Conversano

- Scritto il 14 maggio 2012 -

Finisce anche il girone B dell’A2 Femminile dove l’indiscussa vincitrice del campionato si è rivelata essere la Lombardi Ecologia Conversano. La squadra, guidata da Domenico Iaia, ha infatti rimediato una sola sconfitta nella trasferta di Sassari dove la società aveva deciso di portare l’Under18 a fare esperienza in vista anche delle Finali Nazionali. Un campionato quindi ottimo quello disputato dalla squadra di Enza Fanelli che si è meritata la vittoria finale e la promozione in A1.

Rinforzatasi all’inizio della stagione solamente con l’arrivo di Marisol Carratu, l’obiettivo era rimasto quello di far giocare giovani atlete conversanesi assieme al gruppo storico composto da Marilena Fanelli, Simona Cicorella, Stefania Chiarappa data anche l’iniziale partenza di Rotondo e Pascazio.

PallamanoItalia: Un’annata fantastica è quello che potrebbe descrivere il campionato che avete disputato quest’anno nonostante ci fossero squadre di buon livello come Sassari e Salerno. Eppure ad avere la meglio a fine stagione siete stati voi, con le vostre atlete conversanesi. Cosa avete avuto in più secondo voi rispetto alle vostre avversarie?
Domenico Iaia: Certo è stato un campionato che è andato al di la delle nostre aspettative, ma volontà e predisposizione al lavoro fisico e tattico delle ragazze han fatto la differenza.
Enza Fanelli: Rispetto alle altre squadre abbiamo sicuramente avuto un gruppo numeroso ed omogeneo di ragazze che lavorano insieme ormai da molti anni. Infatti anche con i molti infortuni che abbiamo subito non abbiamo mai avuto problemi di organico.

PallamanoItalia: A1 conquistata dunque. Un trionfo senza ombra di dubbio per tutta la società ma soprattutto per te e le tue atlete. Ma eravate partiti con questo obiettivo? E quando vi siete davvero resi conto di avere la promozione in tasca?
Domenico Iaia: Un obbiettivo non preventivato ma meritato; ci siam resi conto di potercela fare dopo la vittoria a Sassari soprattutto per come è stata ottenuta.
Enza Fanelli: Il nostro obiettivo non era la promozione ma un tranquillo campionato di A2 ,anche perche non potevamo più contare su Rotondo ed inoltre il calendario non era certamente a nostro favore viste le due trasferte a Sassari. Aver vinto di 11 la prima partita a Sassari è stato sicuramente l’inizio di un percorso rivolto all’A1, una maggiore conferma l’abbiamo avuta vincendo a Salerno contro quella stessa squadra che aveva battuto il Sassari.

PallamanoItalia: La partenza di Rotondo ad inizio campionato era stato un bel colpo tatticamente per la vostra squadra infatti il suo ritorno e la sua presenza è stata fondamentale più volte. Credi che sareste riusciti a conquistare comunque questo risultato senza di lei?
Domenico Iaia: La Rotondo non la scopre nessuno, è una giocatrice in grado di fare la differenza anche in A1, ma fino al suo arrivo, le ragazze han dato dimostrazione del loro valore e delle loro capacità.
Enza Fanelli: Posso dire che fondamentale è stato il ritorno di Laura ma soprattutto il ritorno di una Laura molto più forte di come l’avevamo lasciata e per questo il merito va sicuramente alla sua permanenza a Roma.

PallamanoItalia: E per l’anno prossimo cosa vi aspettate? Quali sono i vostri sogni, le aspettative e gli obiettivi del Conversano per la prossima stagione?
Domenico Iaia: Per il prossimo anno sicuramente io non ci sarò, ma conoscendo il presidente credo si riuscirà ad allestire una squadra all’altezza della categoria, senza però trascurare le atleti conversanesi che meritano sicuramente questa categoria.
Enza Fanelli: Per l’anno prossimo non mi sento ancora di fare dichiarazioni anche perchè credo sia fondamentale sapere il numero delle squadre e sopratutto il numero delle straniere. Sui nostri obiettivi sicuramente ci sarà la permanenza.

PallamanoItalia: Si sa inoltre ormai che il problema principale nel nostro sport è trovare degli sponsor che ci possano supportare per tutta la durata del campionato. Come credi vi muoverete voi nel campo acquisti?
Domenico Iaia: A questa domanda non so rispondere, ma saranno prese decisione giuste e coerenti alla filosofia della società.
Enza Fanelli: Questo è un periodo particolarmente difficile per le sponsorizzazioni ,lo sponsor ora ce l’hai domani sei senza e io come presidente non vorrei mai trovarmi nella situazione di non tener fede ai contratti per cui acquisterò lo stretto indispensabile senza strafare.

PallamanoItalia: Infine rinnoviamo i complimenti per la conquista della promozione e per il lavoro svolto continuamente da anni in questo sport. E tu, vorresti ringraziare qualcuno?
Domenico Iaia: Ringrazio sinceramente Enza Fanelli per l’opportunità che mi ha dato, e per avermi fatto conoscere un mondo fino ad 1 anno fa a me sconosciuto, e che per tanti versi mi ha sorpreso ed affascinato.
Enza Fanelli: Sento di ringraziare principalmente il nostro sponsor senza il quale nulla sarebbe stato possibile in tutti questi anni, le ragazze che continuano a seguirmi amorevolmente e il mister Iaia che ha fatto un lavoro impeccabile ma che purtroppo per incompatibilità con alcune ragazze ha preferito lasciare. E infine grazie di tutto anche a voi per il vostro impegno.

di Dèsirèe Dalla Fontana

L'Autore dell'articolo

Nata nel 1990, viene da Malo, provincia di Vicenza, ed è qui che conosce la pallamano. Nel 2009 si trasferisce nelle fila del Dossobuono, nota società del veronese. Nel 2011 decide di spostarsi nella vicina Vigasio. A Verona ha frequentato il corso di Interior Design all’Istituto Design Palladio. Ora lavora come grafica, giornalista e web designer.

2 Commenti in "Un campionato perfetto corona il sogno del Conversano"

  1. mika 15 maggio 2012 alle 21:20 · Rispondi

    complimenti a domenico,enza e a tutte le ragazze!!!
    FANTASTICHE!!!!!!

  2. antonella 16 maggio 2012 alle 12:06 · Rispondi

    News sul discorso allenatore prossimo anno?
    Iaia ormai out, non credo nel ritorno di Laera accasato e promosso in A1 a Putignano.
    Disponibili: Realmonte, Realmonte, Fanelli, Trapani , Ancona , Brandi.

Lascia un Commento