Serie AM, proseguono le Poule PlayOff e Retrocessione

Girone AFondi Di Manno tiro vs Siracusa

È battaglia nel Girone A. Dopo la sconfitta di Pressano giovedì scorso contro Bolzano, Trieste ne approfitta e si riporta in scia alla seconda posizione. Pressano perde dunque la vetta della classifica a favore degli altoatesini di Fusina, mentre la formazione triestina passeggia a Merano con una bella prestazione. Duri fin da subito in difesa e precisissimi in attacco, i “muli” di Schina hanno gioco facile di un Merano davvero troppo impreciso: subito sull’1-6, Anici e compagnia gestiscono per tutta la partita, senza che Merano riesca a spingere in maniera seria verso la rimonta.

h 19:30 | Pressano – Bozen 26-27 (p.t. 12-12)
Pressano: Bolognani 1, D’Antino, Franceschini, Pescador, Alessandrini 2, Chisté D, Chisté W. 1, Di Maggio 4, Giongo 6, Sampaolo, Da Silva 9, Dallago 3, Opalic, Stocchetti. All: Branko Dumnic
Bozen: Andergassen, Innerebner, Kammerer 2, Obrist 1, Pircher 5, Radovcic 3, Turkovic 10, Waldner 1, Widmann, Jurina, Sporcic 5, Klieber, Knoll, Kucera. All: Alessandro Fusina
Arbitri: Chiarello – Pagaria

h 19:00 | Meran – Trieste 20-28 (p.t. 8-15)
Meran: Raffl, Christanell, Brunner, Carli 3, Sljepcevic 3, Gufler H. 1, Stricker A, Starcevic 4, Tartarotti 1, Stricker L, Stecher, Rottensteiner, Gagovic 1, Gufler M. 7. All: Jurgen Prantner
Trieste: Zaro, Postogna, Radojkovic 4, Oveglia, Dapiran, Anici 13, Pernic 1, Dovgan, Di Nardo, Carpanese, Sirotic 6, Leone, Visintin 4. All: Claudio Schina
Arbitri: Cosenza – Schiavone

La classifica aggiornata:

Bozen 13 pti, Pressano 12, Trieste 8, Meran 3

Nella Poule Retrocessione si impone il Cassano Magnago che batte Bressanone per la vetta della classifica con una partita convincente. Poco da fare per gli altoatesini di Niederwieser che tengono fino ad un certo punto, salvo poi incassare il break decisivo dei lombardi, abili a spingere sull’acceleratore nel momento giusto fino al 31-22 finale che vale 3 punti e la conferma di una salvezza già matematica una settimana fa. Incappa in una brutta sconfitta, la seconda, la Pallamano Mezzocorona che cede a Cologne ed ora rischia qualcosa a livello di classifica: gli uomini di Riccardi dal canto loro fanno un bel balzo in avanti, conquistando 3 punti al termine di una partita sempre in vantaggio, dove hanno domato un Mezzocorona falcidiato dagli infortuni. Finisce 32-30 per i bresciani.

h 20:30 | Cassano Magnago – Brixen 31-22 (p.t. 15-12)
Cassano Magnago: Scisci 4, Brakocevic 6, Moretti 5, Havlicek, Corazzin, Zorz 1, Di Vincenzo, Radovcic 3, Montesano 7, Marzocchini 2, La Mendola 1, Migliazza, Grande, Carrara 2. All: Robert Havlicek
Brixen: Pfattner, Kokuca 8, Dejakum 3, Sader, Ranalter 2, Mairvograsspeinten 3, Wierer, Oberrauch 1, Dorfmann 4, Trebo, Richter 1, Da Rui. All: Michael Niederwieser
Arbitri: Carrera – Rizzo

h 20:30 | Cologne – Metallsider Mezzocorona 32-30 (p.t. 16-13)
Cologne: Mercandelli 1, Esposito, Riccardi 5, Barbariga, Piantoni 5, Sirani A, Riello 3, Alvarez 8, Sirani C, Parisini 4, Frassine, Soldi 5, Manenti 1, Ferlaino. All: Riccardo Riccardi
Metallsider Mezzocorona: Kadkhoda, Stocchetti, Rossi N. 3, Boninsegna 5, Rossi F, Manna, Mittersteiner, Moser M. 9, Pedron 3, Manica, Kovacic 8, Confalonieri, Folgheraiter 2, Amendolagine. All: Marcello Rizzi
Arbitri: Colasanto – Felice

La classifica aggiornata:

Cassano Magnago 11 pti, Brixen 9, Cologne 5, Metallsider Mezzocorona 5, Visa Oderzo Bonollo Emmeti 3

Girone B

Partita al cardiopalma, come del resto quelle di regular season, tra Ambra e Carpi. All’EstraForum di Prato finisce 24-25 per gli ospiti carpigiani che la spuntano di una rete per la seconda volta in stagione; partita sofferta quella disputata da Skatar e compagni che hanno chiuso il primo tempo sotto 15-13. Nella ripresa riscossa dei ragazzi di Serafini che rimontano Raupenas e compagnia fino al 24-25 finale fissato da Maraldi su rigore a pochi secondi dalla fine. Gioco facile dall’altra parte per il Romagna di Tassinari che supera nettamente il ridimensionato Teramo e si porta a -3 dall’Ambra in classifica; partita senza tanti patemi quella vinta da Ceso e squadra che indirizzano da subito la partita e, dopo il 16-5 di fine primo tempo, chiudono sul sonoro 33-19.

h 18:30 | Romagna – TeknoElettronica Teramo 33-19 (p.t. 16-5)
Romagna: Bulzamini D. 4, Caroli, Ceroni 6, Manuelel Folli 3, Matteo Folli, Venturi 5, Mandelli, Tassinari D, Santilli, Ceso 3, Minoccheri 5, Dall’Aglio 2, Rossi 3, Tassinari F. 2. All: Domenico Tassinari
TeknoElettronica Teramo: Di Marcello, Leodori 5, Barbuti 4, Santucci, Murri 6, Luongo, Arduini, Di Giandomenico, Valeri 1, Collevecchio, Arcieri 3, Piermarini, Morale, Di Giulio. All: Franco Chionchio
Arbitri: Corioni – Muratori

h 18:30 | Ambra – Terraquilia Carpi 24-25 (p.t. 15-13)
Ambra: Ballini 1, Chiaramonti, Dei 3, De Stefano 5, Di Marcello A, Di Marcello P, Faggi 1, Mannori, Maraldi 6, Morini, Naldoni, Trinci, Raupenas 8, Margheri. All: Roberto Morlacco
Terraquilia Carpi: Malavasi, Baschieri, Basic 1, Bellotti, Di Matteo 6, Marrochi 3, Molina 1, Piccinini, Pieracci 1, Polito 1, Skatar 5, Tojcic 5, Zoboli, Sperti 2. All: Davide Serafini
Arbitri: Iaconello – Iaconello

La classifica aggiornata:

Terraquilia Carpi 18 pti, Ambra 9, Romagna 6, TeknoElettronica Teramo 3

Nella Poule Retrocessione vola l’Ancona che con un match dal punteggio altissimo supera il Bologna 43-38. Partita gestita per larghi tratti dai padroni di casa al PalaVeneto: il primo tempo finisce 24-15, poi Montalto e compagnia accorciano nella ripresa ma non basta e la Dorica porta a casa i 3 punti. Periocolosa sbandata poi del Casalgrande tra le mura amiche del PalaKeope: in terra emiliana passa un Ferrara ritrovato in questa ultima parte di stagione. Partita combattuta ma Ferrara superiore e, alla fine, la differenza è emersa: Stabellini e compagni sono riusciti a fare il break nella ripresa, allungando dal 15-17 di fine primo tempo al 28-34 dei sessanta minuti. Casalgrande resta così pericolosamente nella parte bassa della classifica e solo lo scontro diretto con la Farmigea dirà l’ultima parola sulla retrocessione.

h 18:30 | Luciana Mosconi Dorica – Bologna 43-38 (p.t. 24-15)
Luciana Mosconi Dorica: D’Intino, Giambartolomei, Crescini, Campana 6, Rocchetti 1, Castillo 14, Kattani 4, Lorenzetti 5, Civitella, Lucarini 3, Cardile 4, Sabbatini 6, Bastari, Skret. All: Andre Guidotti
Bologna: Ben Hema 1, Cacciari, Cassani, Corni, De Notariis 1, Garau 1, Guerra 4, Montalto 11, Mula 1, Pedretti 6, Sgargetta C. 4, Sgargetta D, Simiani 9, Tonini. All: Giuseppe Miceli
Arbitri: Longobardi – Longobardi

h 18:30 | Nuova Era Casalgrande – Estense 28-34 (p.t. 15-17)
Nuova Era Casalgrande: Morelli 6, Pranzo 1, Ruozzi 4, Usai 3, Lamberti 6, Barbieri, Giubbini, Fantini, Montanari, Ricciardo, Scalabrini, Mammi 8, Rivi, Lenzotti. All: Luca Galluccio
Estense: Anania 1, Alberino 3, Ansaloni, Marcello Tosi, Nardo 7, Resca 2, Giacomo Sacco 4, Hristov A. 6, Matteo Tosi, Rossi, Stabellini 8, Zaltron, Hristov V. 3. All: Enrico Giacomel
Arbitri: Visciani – Busalacchi

La classifica aggiornata:

Luciana Mosconi Dorica 13 pti, Estense 11, Bologna 6, Nuova Era Casalgrande 2, Farmigea 1

Girone C

Poche sorprese nella Poule PlayOff del Girone C. Il Benevento trova i primi 3 punti di questa seconda fase, superando al Paladua un Albatro meno incisivo del solito. Gli uomini di Ciullo portano a casa così 3 punti simbolici che fanno morale: finisce 28-21 nella festa del popolo sannita. Dall’altra parte lo scontro diretto tra le prime due Fasano e Fondi vede prevalere nettamente la Junior, che si impone in trasferta senza appello e vola al primo posto in classifica. Divario tra le due squadre che si fa marcato col passare dei minuti: Maione e compagni gestiscono l’incontro per poi chiudere sul 18-31.

h 18:00 | Benevento – Teamnetwork Albatro 28-21 (p.t. 13-10)
Benevento: Taurian 5, Sangiuolo A. 5, Sangiuolo G. 4, Buonocore 2, Testa 3, Chiumento, De Luca 1, Schipani, Castiello 1, De Cristofaro, De Siero 7, Ferrara, Mancini, Iannotti. All: Giustino Ciullo
Teamnetwork Albatro: Vasquez, Mincella, Calvo A. 2, Lo Manto 6, Giannone, Calvo M. 4, Ragusa 1, Conigliaro 1, Canto, Prestia 1, Corsico, D’Alberti 3, Quattrocchi 3. All: Giuseppe Vinci
Arbitri: Fato – Guarini

h 18:30 | Fondi – Junior Fasano 18-31 (p.t. 9-15)
Fondi: Di Manno S. 3, Di Manno G, D’Ettorre 3, D’Angelis, Panariello, Amendolagine, Antonio 3, Molineri 4, Pestillo 1, Lauretti 2, Di Cicco G. 1, Pinto, Riccardi 1, Di Cicco D. All: Giacinto De Santis
Junior Fasano: Fovio, Giannoccaro 3, De Santis L. 3, De Santis P. 1, Brzic 3, Rubino 2, Costanzo 5, Messina 1, Maione 9, Cedro, Beharevic 2, Pagano 1, Ancona 1. All: Francesco Ancona
Arbitri: Marcelli – Marcelli

La classifica aggiornata:

Junior Fasano 18 pti, Fondi 12, Benevento 3, Teamnetwork Albatro 3

Grande bagarre nella Poule Retrocessione: le vittorie di Lazio e Conversano su Chieti e Palermo compattano e non poco la classifica; Gaeta, di riposo in questa occasione, si ritrova ultimo a quota 4 punti ma davanti c’è un gruppo guidato da Conversano a quota 8. Il trio Chieti-Palermo-Lazio a 7 punti si darà grande battaglia e promette scintille fino alla fine di questa Poule.

h 19:00 | Conversano – CUS Palermo 29-22 (p.t. 13-12)
Conversano: Mastroscianni, Nebbia, Recchia M. 2, Recchia S. 2, Fantasia 3, Martino 2, Maggiolini 5, D’Alessandro V. 1, Di Maggio 8, Napoleone 3, Bertolez 2, D’Alessandro F, Vicenzi, Giannandrea 1. All: Alessandro Tarafino
CUS Palermo: Titone, Laplaca 2, Tornambè 3, Krasovec 9, Riccobono 1, Gottuso, Rosso 6, Errante, Rallo 1, Verde, Andò, Cassata. All: Walter Pezzer
Arbitri: Falcone – Panno

h 20:30 | Lazio – CUS Chieti 34-32 (p.t. 17-17)
Lazio: Corvino, Menna 5, Paolone 8, Langiano 3, Djordjievic 11, Cenci, Di Gioacchino, Poiana, Corrado 1, Mazzini, Proietto, Mastrodascio, Geretto 5, Teofile 1. All: Giuseppe Langiano
CUS Chieti: Anzaldo, Mariotti, Giampietro 10, Paolucci 3, Pieragostino 4, Di Marco, Savini A. 5, Savini M. 3, Milia 2, Giuffrida 2, Pellicciotta, Rigante 3, Pellegrini. All: Silvano Seca
Arbitri: Cozzula – Manca

La classifica aggiornata:

Conversano 8, CUS Chieti 7, CUS Palermo 7, Lazio 7, Geoter Gaeta 4

di Luca Zadra

Authors
Tags ,

3 Comments

  1. redator said:

    Cosa biascica vlado brzic su settemetri che tutto è fuori che prof ?? ma siamo suonati ? Mettici un tale Zadra giovane e veloce. Ma quanto ce ne vuole ?

    • brissinese said:

      .. se lo dice Lei.. ma dai.. ne trova uno che ne sappia cosi anto della pallamano allora.. in Alto Adige, che sappia anche un italiano decente.. sicuramente non facile.. facile é sempre solo parlare!!! In gamba e bravo Vlado!

  2. @ brissinese said:

    sei il solito birichino che di storia è stato più volte rimandato agli esami ma non gli va in zucca: il tuo bravon vlado ha ciccato a Ferrara-Trieste-Merano e Eppan. E’ in attesa di chiamata da una squadra croata( devono ancora crearla), parliamo da allenatore, perché da imbonitore del nulla non gli crede nessuno.

*

Related posts

Top