Serie A2Femm: cosi si chiudono i campionati

Girone A: la capolista disattenta chiude male a Gallarate

Finisce con una partita vibrante il campionato del Valle Autotrasporti. A Gallarate le gialloverdi risentono dell’assenza in difesa di Rossato e nella parte iniziale del primo tempo faticano a contenere il Raluca. Dopo soli 7′ di gioco infatti le locali comandano con un 6-1 che vede le ali ospiti Scarpel e Marinello a secco e la zona centrale della difesa padovana che non riesce a contenere Rosu e Colombo.

Il punteggio si dilata fino al 14-7 al 20′, quando coach Menin decide di rivoluzionare la difesa inserendo Bacelle in porta e passando ad un modulo 4+2. Sul finale di tempo Niga e Losco accorciano il punteggio fino al 18-13 con cui si va negli spogliatoi.

Nella ripresa Mestrino tenta la carta del doppio pivot, inserendo Cazzola. Dopo un periodo di assestamento comincia la lenta rimonta gialloverde. Finalmente Mestrino riesce a diversificare le marcature con Marinello e Cazzola che danno un consistente aiuto alle inesauribili Niga e Losco. Si passa così al 29-24 al 47′ e poi al 34-31 al 56′ grazie anche a 2 rigori segnati da Scarpel.

Al 58′ il Valle Autotrasporti sigla ancora con Niga il 35-33, ma non riesce a fermare l’esperta Rosu che a 1 minuto dalla fine sigla il +3 che chiude i conti. C’è solo il tempo per l’ultimo gol del campionato a firma del capocannoniere gialloverde Losco. Si chiude  cosi 36-34 per le locali con Mestrino un po’ leggero in fase di copertura, che ha pagato le disattenzioni dei primi 20 minuti.

“Abbiamo finito il campionato come volevamo, chiudendo in bellezza, battendo la prima della classe che meritatamente per continuità e gioco espresso ha vinto il campionato, ma che sabato, ha trovato davanti una degna avversaria che non si è fatta intimorire dalla posizione di classifica ne tanto meno dalla vittoria ottenuta dalle padovane la settimana prima – spiega il tecnico del Raluca Cennamo – prima di tutto dobbiamo segnalare che Mestrino, anche se sicuramente non al completo e magari non con grosse motivazioni, non ci ha regalato nulla, anzi, ha provato fino alla fine a riprendere la partita; dal canto nostro, solo con una prestazione maiuscola potevamo pensare di ottenere la vittoria e così è stato.  Dopo aver chiuso il primo tempo avanti di 5 reti nel secondo tempo, malgrado la doppia marcatura ad uomo su Rosu e Colombo, già cominciata sul finale di primo tempo, siamo riuscite a rispondere colpo su colpo e quindi a mantenere le distanze anche se con qualche affanno dovuto anche a qualche sbavatura difensiva di troppo. In sostanza il vantaggio di soli 2 gol si è concretizzato solo alla fine, siamo quindi riuscite a gestire il vantaggio del primo tempo. Ottima la prova di Rosu e Colombo sia in fase realizzativa che difensiva, buone anche le prove del Portiere Andrei, Zurlini, Favini e Maimone”.

“Nel complesso si chiude un’annata eccezionale – spiega il tecnico del Mestrino Menin – in cui abbiamo centrato la promozione vincendo un campionato veramente competitivo ed equilibrato. Tutte le ragazze hanno dato un contributo nei momenti in cui sono state chiamate in causa. Il risultato odierno è frutto di un calo di tensione dopo i festeggiamenti della scorsa settimana. Quella di oggi rimane comunque una delle spettacolari pagine del libro 2011-2012 della Pallamano Mestrino: quello con su scritto A1”.

RALUCA – MESTRINO VALLE AUTOTRASPORTI 36 – 34 (p.t. 18-13)
RALUCA: Andrei, Calandra, Colombo 8, Biscotto, Madello, Favini 5, Mangani, Pinzani 1, Parassoni, Dolcicori 1, Maimone 5, Rosu 12, Zurlini 4, Mauriello. All. Cennamo
MESTRINO VALLE AUTOTRASPORTI: Bacelle, Moretti, Scarpel 2, Losco 11, Piasentini 1, Marinello 3, Niga 10, Zuin G. 4, Zuin P., Cazzola 3, Perin. All. Menin
Arbitri: Iaconello – Iaconello

Casalgrande Padana chiude alla grande il suo campionato con una bella vittoria contro la seconda della classe il Vigasio che a causa dei 5 punti di penalizzazione inflitti dalla Federazione non riesce ad ottenere il pass per la serie A1 lasciando al Mestrino l’onore della prima della classe.

Contro la squadra Veronese la compagine guidata da Luca Montanari ha sfatato un tabu che l’ha vista in passato soccombere spesso contro Vigasio ed in questo campionato ha incamerato 5 punti, 2 all’andata con la vittoria ai rigori a Vigasio e 3 punti Sabato sera in casa.

In una partita che non contava nulla dal punto di vista della classifica, il Vigasio si presenta al PalaKeope senza alcun portiere, improvvisando in settimana la quattodicenne Cacciatore, pivot della squadra scaligera.

Partono subito bene le locali che, sostenute da un folto pubblico, si porta sul +3 che continuerà a portarsi avanti per tutto il resto del primo tempo, chiudendolo avanti sul 17-14.

Nella ripresa le cose non cambiano ed al 35’ la Casalgrande Padana conduce 21 – 17 ma qui la squadra veronese ha una reazione che al 40’ la porta in parità, 23 – 23. Le ragazze di Luca Montanari non ci stanno e si gioca punto a punto, sotto di uno – parità – sopra di uno, per arrivare al 40’con la squadra Veronese in vantaggio 26 – 27. Qui però le veronesi si vedono mancare anche Oliveri, espulsa per somma di esclusioni e la reazione delle Emiliane è determinante ed al 58’ sono di nuovo in vantaggio per chiudere la partita al suono della sirena con il risultato di 31 – 29 che consente a Casalgrande Padana di incamerare i 3 punti che le consentono di recuperare una posizione in classifica finale, il 6° posto.

“Siamo fondamentalmente soddisfatti di come sono andate le cose in questo campionato 2011/2012, abbiamo ottenuto un 6° posto che certamente non corrisponde alle reali potenzialità della squadra che ha disputato ottime partite ma in alcune occasioni ha lasciato sul terreno di gioco punti che con un po’ più di attenzione e determinazione avrebbero consentito a Casalgrande Padana di puntare al 3° / 4° posto in classifica finale ma sostanzialmente il giudizio è positivo – spiegano in casa del Casalgrande Padana – abbiamo potuto vedere con il passare del tempo un buon miglioramento del gioco ed alcune nostre giovani atlete hanno dimostrato di essere cresciute e di avere ancora un buon margine di crescita in ottica futura con un settore giovanile che ha fatto passi notevoli. Restiamo in attesa di conoscere le decisioni Federali su eventuali cambiamenti alla formula del campionato per la prossima stagione agonistica, come alcuni vociferano, che in ogni caso ci vedrà pronti ai blocchi di partenza per un altro campionato Nazionale di serie A2 per cercare di migliorare ulteriormente la nostra posizione con l’intenzione di puntare sempre più al settore giovanile per dare continuità ad uno sport che ha portato e porta attualmente la nostra Società e Casalgrande ai vertici della pallamano Nazionale con una squadra maschile in serie A1 e una squadra femminile in serie A2 e le relative squadre giovanili che partecipano ai vari campionati Regionali di categoria”.

“Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile quella a Casalgrande – spiegano in casa del Vigasio – senza nessun dei due portieri le cose si sono fatte difficili in questa partita anche se le ragazze hanno difeso in maniera ottima. Dovevamo commettere meno errori soprattutto in fase offensiva, purtroppo però abbiamo pagato cari anche i più piccoli errori commessi durante tutto il match. Inoltre nel secondo tempo abbiamo giocato spesso in inferiorità numerica e questo ci ha penalizzato non poco. Nonostante tutto abbiamo concluso il campionato in seconda posizione a soli 4 punti dalla capolista, partendo a -5 per la penalità iniziale, abbiamo disputato un ottimo campionato e spesso abbiamo vinto col cuore, soprattutto quando le cose si sono fatte difficili!”

CASALGRANDE PADANA – ALITRANS VIGASIO 31 – 29 (p.t. 17-14)
CASALGRANDE PADANA: Montanari, Pataru, Di Fazzio 8, Cazzuoli 1, Ciamaroni 3, Bertolini 2, Neroni 2, Guiducci, Giombetti 6, Musio 1, Bernabei 2, Fornari 6, Musio, Ghinelli. All. Montanari
ALITRANS VIGASIO: Scamperle 6, Montoro 1, Olivieri 3, De Carli, Dalla Fontana, Klimek 12, Gerardo2, Bronzati, Demeny 5, Cacciatore. All. Klimek
Arbitri: Regalia – Greco

Si chiude con una vittoria il campionato del Brixen, vera sorpresa dell’annata; partita da neopromossa e composta da ragazze giovanissime, la squadra di Savini è riuscita a mettere il bastone tra le ruote a tutte le partecipanti al campionato.

Pian piano le altoatesine sono cresciute tecnicamente e tatticamente ed hanno conquistato vittorie importanti che l’hanno portata ad occupare l’ottavo posto. Vittoria fondamentale anche quella di sabato contro il Taufers dove le ragazze di Savini hanno saputo contenere la forte Abfalterer, chiudendo il match con un 25-23 finale.

“La vittoria contro Taufers è stata per noi il coronamento di un’ottima stagione – spiega il tecnico Ernani Savini – i progressi fatti durante l’anno sono stati notevoli, tanto che il girone di ritorno abbiamo giocato alla pari contro tutti. Questa è la dimostrazione che con una attenta programmazione ed un lavoro metodologicamente corretto è possibile costruire in casa giocatrici e noi continueremo su questa strada”.

BRIXEN – SSV TAUFERS 25 – 23 (p.t. 16-13)
BRIXEN: Auer Annares 7, Prast 7, Wassermann B. 3, Kovacs 3, Mairamtinkhof 3, Huber 2. All. Savini
TAUFERS: Abfalterer 6, Mittermair 5, Rier 5, Santi 4, Eder 1, Mairl 1, Niederkofler 1. All. Stimac
Arbitri: Bazzanella – Oliva

Finisce al meglio delle proprie possibilta l’Ariosto Ferrara che batte Cassano e chiude il campionato in terza posizione. Con Soglietti in campo malgrado una contusione e una forte dose di antidolorifici, l’Ariosto supera Cassano e festeggia la fine del campionato con il rammarico di averlo potuto giocare alla pari per tutti gli infortuni gravi. Nonostante tutto la formazione di Prijic supera la squadra lombarda con un 34-31 finale grazie ad un Dobreva strepitosa a segno 16 volte.

ARIOSTO FERRARA – CASSANO MAGNAGO 34 – 31
ARIOSTO FERRARA: Gambera, Mazdaee, Fantini, Dobreva 16, Brina, Verlato, Ferroni 3, De Marchi 2, Checchi, Lo biundo, Ruiba 2, benincasa 3, Soglietti 8. All. Prijic
CASSANO MAGNAGO: Corradini 4, Bongiovanni 3, Dalla Costa 5, Di Cesare 2, Gazzola 1, Clerici 2, Meneghin, Bagnaschi 5, Parini, Cobianchi 6, Mazzucchelli, Del Balzo, Cervellati 1, Bassanese 2. All. Petazzi
Arbitri: Kurti – Paone

Chiude con una vittoria il suo campionato lo Schenna che, nel derby con la squadra trentina del Mezzocorona, si aggiudica la posta in palio con un 17-26 che la porta a quota 15 in penultima posizione.

Squadra Giocate Rinviate Vinte Pareggiate Perse Fatti Subiti Punti Penalità
MESTRINO VALLE AUTOTRASPORTI 20 0 16 0 4 666 536 48 0
ALITRANS VIGASIO 20 0 16 0 4 637 492 44 5
ARIOSTO FERRARA 20 0 12 0 8 617 559 37 0
RALUCA 20 0 12 0 8 592 584 36 0
CASSANO MAGNAGO 20 0 12 0 8 555 520 35 0
CASALGRANDE PADANA 20 0 11 0 9 593 571 33 0
CENTRALE DEL LATTE SAN FILIPPO 20 0 10 0 10 554 548 31 0
BRIXEN 20 0 9 0 11 561 585 26 0
TAUFERS 20 0 7 0 13 455 503 20 0
SCHENNA 20 0 5 0 15 453 552 15 0
METALLSIDER MEZZOCORONA 20 0 0 0 20 426 659 0 0

di Dèsirèe Dalla Fontana

Tags ,

*

Related posts

Top