Pubblicato il Vademecum 2012/2013, la pallamano cambia volto

È stato pubblicato oggi in sede ufficiale il Vademecum FIGH per la stagione 2012/2013. Le novità, già anticipate qualche giorno fa, sono molte e di rilievo.

Formula e Competizioni

La prima “rivoluzione” consiste nella fusione di Serie A d’Elite e Serie A1 in un unica Serie A maschile o Divisione Nazionale maschile, abbreviata in “AM”.

La formula prevede tre gironi da 12 squadre: un girone Nord, un girone Centro e un girone Sud. Le 36 squadre si affronteranno nei rispettivi gironi in una Regular Season dal 22 settembre 2012 al 30 marzo 2013 con gare di andata e ritorno per poi disputare i PlayOff con la seguente formula: accedono ai PlayOff le prime due squadre classificate nei tre gironi e le due migliori terze: non è stato specificato come verranno decise le “migliori”; probabilmente si guarderanno i punti ma nemmeno l’ipotesi di un concentramento tra le pretendenti è da scartare. Tornando ai PlayOff, le prime tre classificate e una squadra a sorteggio tra le seconde costituiranno le teste di serie che verranno abbinate (sempre col sorteggio) alle restanti due seconde e due terze, senza però la possibilità di incontrare una squadra dello stesso girone disputato. Designati i Quarti, la formula sarà uguale a quella di quest’anno con Quarti, Semifinali e Finale al meglio delle due gare su tre. L’intera griglia dei PlayOff (quindi le posizioni degli incontri e di conseguenza gli abbinamenti delle semifinali) sarà stabilita tramite sorteggio, così come il campo su cui si giocherà la prima e l’eventuale terza partita. Per quanto riguarda la retrocessione, passano in Serie A2 le ultime classificate di ogni girone.

La Coppa Italia è stata ridotta invece ad un’unica Final Four costituita dalle prime classificate dei 3 Gironi e dalla migliore seconda al termine del girone d’andata: la manifestazione si disputerà infatti tra il 2 e 3 febbraio in casa di una delle quattro qualificate con la formula degli ultimi 2 anni, ovvero semifinali sorteggiate e finale, tutte partite secche.

La SuperCoppa italiana è stata infine lasciata nelle mani delle due pretendenti (Bolzano e Fasano) che decideranno quando e dove disputarla, in accordo con la Federazione.

Giocatori

Altro grosso paragrafo di novità riguarda i giocatori in campo. Il numero di “stranieri” tesserabili passa a 2, mentre sarà schierabile un solo straniero contro i 2 di quest’anno. Nessuna modifica per i “naturalizzati”, mentre è stata introdotta la “cittadinanza sportiva”, definita così dallo stesso Vademecum:

7) GIOCATORI DI CITTADINANZA SPORTIVA ITALIANA

Gli atleti e le atlete di nazionalità non italiana che non siano mai stati tesserati presso alcuna Federazione estera e che si trovino in UNA delle seguenti condizioni:

  • essere nati in Italia (producendo all’atto del tesseramento apposito certificato anagrafico) ed essere stati tesserati in Italia per almeno due anni sportivi con lo status di “residente in Italia e mai tesserato all’estero”
  • avere presentato domanda di acquisto della cittadinanza italiana, essere stati tesserati in Italia per almeno quattro anni sportivi con lo status di “residente in Italia e mai tesserato all’estero”
  • essere stati tesserati in Italia per almeno sei anni sportivi con lo status di “residente in Italia e mai tesserato all’estero”

possono richiedere il tesseramento come giocatore di “cittadinanza sportiva italiana”, che è parificato al tesseramento “italiano”.

Riguardo ai giocatori di “cittadinanza sportiva” non ci sono limiti nè per il numero di atleti tesserabili nè per il numero di atleti schierabili: i giocatori con “cittadinanza sportiva” risulteranno quindi esattamente come italiani.

Per quanto riguarda i giocatori in campo, sparisce l’obbligo di portare tra gli iscritti a referto almeno due giovani, con le squadre che hanno dunque il via libera per portare 14 “senior” ad ogni match.

Giovanili

Anche le giovanili subiscono una buona percentuale di cambiamenti: le società non hanno più l’obbligo di iscrivere e far disputare il campionato ad almeno 2 selezioni bensì una sola a scelta tra Under 14 e Under 16. Inoltre cade l’obbligo di partecipare alle finali nazionali di categoria in caso di ottenimento della qualificazione.

Ultima novità tra le più importanti è l’abbassamento della tassa gara a 1400 € per le società del Girone Nord e del Girone Centro, mentre saranno 1000 € per il Girone Sud.

Le date del campionato di Serie A vedranno la Regular Season svolgersi l’andata dal 22 settembre all’8 dicembre con la sola pausa al ponte di Ognissanti; il ritorno vedrà disputata la prima giornata già in dicembre (il 15) per poi riprendere il 19 gennaio fino al 30 marzo con unica sosta quella del 2 febbraio per la Coppa Italia. I PlayOff infine si giocheranno al 13 aprile al 25 maggio. Tutte le date sono soggette a variazioni per questioni televisive.

Il vademecum è scaricabile nell’apposita sezione del sito www.figh.it

di Luca Zadra

Authors
Tags ,

122 Comments

  1. Giallo said:

    (copio e incollo dal mio profilo su FB)
    Ora finalmente posso dire come la penso sulla riforma dei campionati.

    PRO:
    – risparmio solo per alcune società del nord, quindi è un “PRO” che vale solo per alcuni “eletti”… in seno al consiglio federale.

    CONTRO:
    – livello bassissimo, con effetti deleteri sui giovani (che non cresceranno mai) e sugli atleti della Nazionale che “passeggeranno” durante la regular season;
    – la stagione finisce il 30 marzo per 28 squadre su 36. Anche questo influisce negativamente sul livello dei giocatori italiani (stagione di 6 mesi);
    – non si rispettano i verdetti sul campo della scorsa stagione;
    – una serie A a tre gironi è ridicola e non esiste in nessuno sport! Hockey prato, hockey pista, baseball e football americano, solo per fare degli esempi, giocano la serie A a girone unico. Ma per loro la crisi non c’è? Non credo che le società di questi sport navighino nell’oro.
    – come detto sopra, la riduzione dei costi vale solo per pochi;
    – la Coppa Italia ha una formula talmente striminzita che era meglio non farla (ma la EHF ci obbliga).

    Sono amareggiato e non riesco ad essere lucido per scrivere ancora. Servirebbe una RIVOLUZIONE delle società che hanno davvero voglia di continuare a fare pallamano seriamente!!!

  2. ivan said:

    Decisione da in responsabili, potevo capire 2 gironi da 12 squadra, ma 3 è l’unico modo per distruggere la pallamano italiana !!!!
    La supercoppa devono decidere le due società????? ma siamo impazziti!!!!!

  3. Ulisse said:

    Non arrivo nemmeno in fondo a leggere….. E’ ASSURDO!!! Ma stanno scherzando???? Il problema qual è ???
    Tu società non hai i soldi per fare l’ Elitè??? NON – LA – FAI!!! Punto e chiuso, non hai i soldi per i giocatori, non li prendi e cerchi di crearteli… Ah, già hanno tolto l’obbligatorietà per le giovanili… tanto a livello giovanile siamo forti…
    Quindi la cosa con piu senso è mandare il Mori ha giocare contro Bolzano? Oppure Putignano contro Conversano??? Bellissimo… Dei geni, ci vogliono dei geni…
    Si ma poi tutti gli anni cambia qualcosa, ma che senso ha? Hai preso una strada? portala avanti!! Fammi controllare il calendario…. Non è nemmeno il primo aprile… ASSURDO!

  4. Ulisse said:

    Ah beh.. giusto.. togliamo anche gli under a referto.. Non avevo letto la ciliegina!

  5. Marco said:

    Squadre neopromosse in A1 che vanno a sfidare squadre d’elite e i Campioni d’Italia… mamma mia solo in Italia succedono cose del genere… Che tristezza.

    • Calatrava said:

      Perchè il campionato di serie A a 36 squadre non è un campionato minore? :-)

  6. fly said:

    Crisi o non crisi, portate l’ElLITE a 16/18 squadre, se PROPRIO VOLETE e chi puo permetterselo partecipa, altrimenti ci si accontenta delle categorie minori. E’ così ovunque… Non continuate a rovinare il tutto, altrimenti il giocattolo si rompe, e sinceramente mi sa che già scricchiola un bel pò……..

  7. Filippo said:

    Ora i dirigenti delle società che dicono che la colpa è della federazione non hanno più scuse. Di fronte ad uno “scherzo” del genere non possono non ribellarsi. Se non lo fanno neanche ora vuol dire che si meritano questi tre dirigenti federali [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA].

  8. Matteo Latela said:

    Forse Monti dovrebbe informarsi un po di più sulla pallamano e mai frase più giusta sarebbe quella di dire ” fermiamo la pallamano per qualche anno” io in realtà avrei un altro commento da fare fermiamo questa federazione che è pericolosa e la neo lega lo è ancora di più.

    Ora concordo in pieno con il Conversano per non aver aderito alla lega se questi sono i risultati solo che rimane una goccia in un oceano.

    Che peccato!!!!!!!!

    Eppure bastava poco sarebbe stato sufficiente raggruppare più squadre e formarne una, magari per regione, creare sette otto società forti fare un campionato di altissimo livello almeno per far promozione a questo sport e vendere un prodotto di altissima qualità e destinare parte degli introiti ai settori giovanili.

    Non ci vuole mica Monti per far ciò invece hanno distrutto completamente questo sport i miei complimenti a tutti.

      • antonello said:

        beh, si e meno male . pensa se lo scrvevate voi il vademedum… “ha stato” un grande casino -))) (scherzo…).

  9. grande pallamano said:

    [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA], facciamo la multa a chi fà giocare gli under, spazzio a i vecchi e gli stranieri.se avete un figlio non fatelo giocare a pallamano

  10. io said:

    Qualcuno sa dirmi come sono formulati i campionati minori ??? A2 B C ??

    • Luca Zadra said:

      La C non esiste da un pezzo:) L’A2 non cambia rispetto a quest’anno, con 6 gironi da 12 squadre che come quest’anno saranno 6 gironi da quante squadre si iscrivono (si va da 5-6 fino a 8-9 per girone)… La B è gestita come sempre dagli organi regionali..

  11. ivan said:

    Speriamo che capiscano in un paio di giorni che la nuova AM non ha senso e facciano un passo indietro. Abbiamo già avuto esperienze nell hockey ghiaccio di come il livello si abbassi enormemente quando si fanno campionati con tante troppe squadre, il movimento non si sviluppa anche perché non ci sono giocatori per fare in campionato di valore. I giovani poi come fanno a migliorare se probabilmente i migliori giovani sono meglio dei loro maestri? La Lipem A questo punto speriamo intervenga perché altrimenti non ha senso che esista visto che la A d Elite non esiste più. Gli spettatori diserteranno le palestre fino ai playoff. Le squadre che fanno investimenti non ha senso che Li facciano x un campionato meno che mediocre. speriamo in un ripensamento.

  12. LupinIII said:

    Se fossi uno sponsor non spenderei una lira per una squadra in AM ….. Meglio darli alla squadra di calcio di 3a categoria che ha più visibilità!!

    Voglio i nomi delle squadre che hanno chiesto questo. In particolare da quelle di Elite.

  13. Andrea said:

    Ma ci si potrebbe non iscrivere?Che ne so,formare un altra federazione,fare un campionato Uisp..Aics…QPR…AIDS…Pinco…Pallino..
    Un altra cosa insomma!?Ci ha pensato mai nessuno?

  14. Stone said:

    Ha ragione Lupin… Che le società che hanno prodotto questo scempio vengano fuori! ADESSO!!!

    C’è una sola soluzione: che tutte le società ritirino l’affiliazione alla FIGH, in modo che il CONI ritiri i finanziamenti “olimpici” (ahahahahahahhahahahah… aspetta che smetto di ridere) a questa masnada di incompetenti…

    Oggi hanno dato il colpo di grazia alla pallamano italiana, lo sport che amiamo, in Italia, è morto…

    Domani discuteremo con la società e i genitori se vale la pena continuare almeno con le giovanili o se mollare tutto (o se iscriverci al campionato del Gabon, che è sicuramente più serio della pagliacciata che hanno messo in moto…)

  15. Luca Zadra said:

    @Andrea certo che si può fare ma perdi ogni valore ufficiale della competizione, perdi tutti i riconosimenti EHF tipo partecipazione alle Coppe.. Insomma ti fai il tuo campionatino italiano con metà squadre (perché tutte non si staccheranno mai) e vinci il tuo scudetto ancora più di cartone rispetto a quello che è oggi

    • luca montanari said:

      scusa Luca, ma pensi realmente che dopo uno scempio del genere il problema delle società sia andare a fare le coppe internazionali? facciamo i tornei della parrocchia, dove ‘importante è partecipare e poi ci mettiamo in fila per giocare coppe che riguardano realtà superprofessionistiche?! Forse è giunto il momento che ci si renda conto [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA]

    • LupinIII said:

      Del resto con tutte le squadre italiane che partecipano alle coppe europee sarebbe un bel problema ……….

  16. mark4cops said:

    Gente mi fate ridere!! Ma pensate che a chi sta sulla poltrona a Roma interessi qualcosa dei costi delle società?? Sono gli stessi che crearono l’elite alzando i costi e cercando di far fare alla pallamano il salto di qualità(almeno teoricamente)!! Se siamo arrivati a questo punto è perchè la maggior parte delle società (a occhio un buon 80%) ha finito i soldi. Senza lilleri ‘un si lallera e così per una volta si fa un piacere alle società.
    Il livello si abbasserà ulteriormente e questo ahimè avrà un grosso effetto negativo su un eventuale progetto “Futura” al maschile, perchè se prima le società dovevano spendere ed avere giocatori più esperti per essere competitive, in futuro le quotazioni dei giovani saliranno e le società saranno sempre più restie a lasciar andare a Roma i loro piccoli investimenti diventati utilissimi alla causa societaria.
    La rimozione dell’obbligatorietà dei giovani a referto a parer mio è un incentivo per le società a far aderire i giovani al progetto federale, ma per i motivi sopra espressi non credo che sortirà l’effetto desiderato.
    Buon 2012/2013 a tutti!!

  17. fly said:

    A CHI APPARTENGONO QUESTE BRILLANTI MENTI CONTORTE???? GIUSTO PER SAPERE CHI BISOGNA RINGRAZIARE…. RITORNATE SULLE VS DECISIONI NE GUADAGNERETE MOLTO E…COME DICONO GLI AVVOCATI NELL’ARRINGA FINALE DI OGNI PROCESSO, IN SUBORDINE, CHIEDIAMO ALLE SOCIETA’ TUTTE DI NON ISCRIVERSI A NESSUN TIPO DI CAMPIONATO, RESTANDO COSì LE COSE!!!!!!

  18. Giallo said:

    Devo ancora trovare uno che sia d’accordo con questa riforma assurda. Se ne stanno belli coperti… tanto comandanono loro! Venite a difendere pubblicamente le vostre scelte, su dai… forse riuscirete a convincerci che avete ragione, che lo avete fatto per il bene della pallamano italiana. Dove siete?

    • Filippo said:

      Sai qual’è il brutto Giallo? che ci sono pochi atleti e pochi dirigenti che sono contenti per squallida convenienza (promozione regalata e risparmio ridicolo) personale. Ma TUTTI sanno (compresi i tre dirigenti) che stiamo facendo una cosa INCONCEPIBILE, INGIUSTA SPORTIVAMENTE ed un impatto all’esterno CATASTROFICO.

  19. LupinIII said:

    La Lega si deve esporre pubblicamente su questa decisione!!!!!!!

  20. Linomito said:

    A questo punto le dirette in tv non hanno più nessun senso, almeno nella regular season. Facciamoci fare dalla RAI una bella rubrica come era “Di mano in mano” con filmati d’epoca e interviste dalle sedi regionali e le dirette chi vuole se le faccia da solo su internet per gli addetti ai lavori. Obblighiamo però le società a mettere le partite interne in upload sul sito federale entro una certa scadenza dalla disputa, 48-72 ore per esempio, senza più i dvd

  21. vivahandball said:

    Bene, leggendo questo Vademecum e prendendo in considerazione la serieta’ con la quale ci si prepara per le PRE-qualificazioni IN CASA!, si puo’ tranquillamente inziare a parlare di un progetto “Rio de Janeiro – 2016″.
    Per una volta che in Europa i mercati non vanno benissimo (vedi Spagna), invece di prendere la palla al balzo cercando di sfruttare a nostro favore l’andazzo, aumentando la qualita’ dei campionati con giocatori di esperienza (probabilmente anche ad un costo favorevolissimo) – arriviam a tanto. Un applauso ai “vademecumatori” – ps. non mi risulta che in Svezia, per esempio, si giochi la Coppa Nazionale, qualcuno conferma?

  22. ... said:

    Ho una proposta… Perchè non facciamo un girone unico dall’under12 fino all’elitè?? Secondo l’ottica della federazione cosi i giovani crescono :)

  23. manuel schipani said:

    scusate tolgono l’ obbligatorietà di schierare i giovani in prima squadra, tolgono l’ obbligatorietà di schierare 2 squadre giovanili, tolgono l’ obbligatorietà di presentarsi alle finali nazionali ma su cosa stanno investendo se non ci obbligano ad avere un settore giovanile adeguato!!!????? poi a2 a 6 gironi da 12 squadre, ma se l’anno scorso erano al max 32-33 squadre come fanno a formare tutti i gironi???? eliminano la serie B??? così la categoria di accesso a questo sport sarà la a/2???

    • Davide said:

      Mi dispiace dirtelo ma la serie B sta già morendo, le squadre chiudono una dietro l’altra per mancanza di fondi, te lo assicuro perchè sono in mezzo e forse dovrò smettere di giocare in quanto non trovo più una squadra a meno di 30 km da casa

  24. Mr Pallonetto said:

    Preciso che non mi piace come soluzione, ma la cosa che meno condivido è l’assenza dell’obbligatorietà degli under. Le società non hanno soldi e risparmiano sulle trasferte per investire sulla società? Potrebbe valerne la pena! Grave sarebbe se il risparmio avesse solo la funzione di mantenere il “margine” solo per alcuni. Sarebbe buona cosa se questi soldini venissero investiti per i giovani, e dare loro la possibilità di giocare. Ok che il livello si abbassa inevitabilmente, ma forse dobbiamo renderci conto che il nostro livello è proprio questo e i soldi in passato sono stati spesi per rimpiazzare i potenziali giocatori con “mezzi giocatori” stranieri o italianizzati.
    Le società vogliono crescere giovani o vogliono incassare qualcosa? Le più forti società giovanili (a parte qualche caso) non hanno squadre di vertice: forse perchè spendono li i loro soldi, mentre altre società con quei soldini comprano 4-5 giocatori di buon livello per il nostro standard e giocano i play off? Un esempio è Mordano-Imola: ha sempre sfornato giocatori, tranne quando c’è stato il libero arbitrio di stranieri-naturalizzati, poi ora hanno fatto un campionato di vertice in A1 è la maggior parte degli atleti sono di casa. Sarà un caso? Preciso che non ho pregiudizi nei confronti degli stranieri e dei naturalizzati, ma dovrebbero essere utilizzati come traino per il movimento e non solo come giocatori. Siamo nell’epoca del marketing, e credo (purtroppo) che non se ne possa fare a meno.

  25. Bull said:

    La pallamano piano piano diventerà uno sport di nicchia, come il tamburello o la pallapugno nelle provincie astigiane e cuneesi. Ci saranno 20-30 squadrettine in tutta Italia che si faranno il loro gironcino per poi trovarsi e fare le finaline. Tutto ino e ina perchè è questo che sta diventando questo bellissimo sport.

  26. benedetto said:

    con questo vademecum si e’ decretato la morte del futuro della pallamano rappresentato dai giovani, gia’ si fa fatica a portarli in palestra, perche’ al giorno d’oggi e’ diventato difficoltoso far piacere uno sport a dei ragazzini e tenerli per un anno ad imparare movimenti, tattica, far parte di una squadra e via dicendo, ora viene tolto l’obbligo delle giovanili ( una anziche’ due) togli l’obbligo dei giovani a referto ecc. ecc. da tutto questo deduco che per mancanza di soldi gli stranieri ( quelli forti pero’, quelli che giocano e vincono le coppe) in Italia non arriveranno mai, ma ora con questo PORCELLUM2 e’ svanita anche la possibilita’ di crearceli da noi quei giocatori che possono competere con le squadre di mezza europa….. che amarezza!!

  27. intellighentia said:

    mah forse dopo tanti anni di pallamano è il momento di smettere,io proporrò alla mia società e al consiglio direttivoi di rinunciare e cercare di giocare in un campionato estero,giovanili comprese

  28. intellighentia said:

    mi risulta comunque,che la decisione sia stata presa con alcuni consiglieri assenti e non informati e spero non all unanimità ,perchè mi rifiuto di credere che Chionchio abbia votato a favore,spero almeno nell astensione!

  29. è sempre così said:

    Evidentemente qualcuno non si accorge che la crisi ci sta mangiando, in elite probabilmente si sarebbero iscritte 4-5 squadre (molte avevano preventivamente dato notizia di rinuncia).
    Domande di ripescaggio due mezzocorona e carpi.
    Tradotto in poche parole uno scempio. Almeno così tutti possono permettersi di fare un campionato e le migliori avranno la possibilità di giocarselo ad un livello piu’ alto nei play off.
    Sicuramente non è il massimo (anzi….forse il minimo) ma i soldi sono finiti e a meno che non vogliate avere le societa’ che fanno l’elite e vincono i campinati senza pagare a nessuno , tenetevi cara cara questa formula almeno fino a quando le cose non inizino a migliorare a livello economico.

    Detto questo scatenatevi con le polemiche … tanto il popolo della pallamano è un popolo poverissmo e sicuramente distruttivo sempre , qualunque cosa si faccia ;-) vorrei farvi vedere i commenti di certa gente quando si decise di fare l’elite.

    Ciao ragazzi…. io come sempre ho fatto ci credo e soprattutto cerco di fare tutto con passione come sempre.

    • Claudio Morandin said:

      Forse hai ragione ma se rendessi noto il nome avresti più credibilità.
      Forse è vero che le società sono alla frutta, ma vorrei capire quanto può risparmiare, tra costi trasferta e tasse gara con il nuovo vademecum, una squadra del nord che era in A1 questa’anno?
      Secondo me vicino ad € 0,00.
      Per cui non mi dirai che tutto questo è stato fatto solo per il riparmio che possono avere una decina di squadre in Italia, allora bastava abbassare le tasse gara dell’Elite ed il gioco era fatto e magari modificare con 1^ divisione a due gironi da 8 squadre e 2^ divisione a 3 gironi da 8 squadre o qualsiasi altra formula ma che salvaguardava il livello agonistico della 1^ divione.

    • Stone said:

      Ok… due sole cose vorrei sapere:

      1. di quale società fai parte

      2, Non ti vergogni di quello che hai scritto?

  30. fly said:

    CHE LA LEGA PRENDA POSIZIONI, E SI ESPRIMA PUBBLICAMENTE, DOPO DI CHE STARA ‘ A NOI SPETTATORI ED APPASSIONATI DECIDERE DI PARTECIPARE ALLA DISFATTA GENERALE E/O DISERTARE IL MOVIMENTO……

    • Calatrava said:

      Sono daccordo ora tocca a loro esprimersi pubblicamente. Si era partiti per promuovere e vendere un prodotto decente…così non promuovi un bel niente!!! Già il livello era basso, se ci metti che può giocare un solo straniero e che in questo ammasso ci sono squadre che già in A1 arrancavano…scendiamo sotto terra!!!

      • Linomito said:

        Il presidente della Lega è stato il primo a caldeggiare e pretendere la nuova formula, perché altrimenti avrebbe messo i soldi per un altro anno poi le tre altoatesine si sarebbero fuse

  31. mauro said:

    è una cosa vergognosa degna di una federazione che non rispetta le società sportive che avendo investito per salire di categoria vengono cosi premiate. abbiamo comunque un obiettivo unico RIO 2020 .e non ridete con questa dirigenza non si puo fare di piu

  32. simone.c said:

    Secondo me più di tre gironi da 10 sq non riescono .GIRONE A: BOLZANO,PRESSANO,TRIESTE,BRESSANONE,MEZZOCORONA,CASSANO,MERANO,EMMETI,ODERZO,MORI.

    GIRONE C: BOLOGNA,AMBRA,ANCONA,CARPI,CASALGRANDE,SASSARI,PARMA,CINGOLI,FARMIGEA,LAZIO.

    GIRONE B; CONVERSANO,FASANO,NOCI,TERAMO,FONDI,CITTA’S.A.,CHIETI,GAETA,ALTAMURA,PUTIGNANO.

  33. caselli said:

    a questo punto io avrei fatto una seria a1 mista maschi e femmine! 8 maschili e 8 femminili.. non avremmo avuto successo a livello di spettacolarità.. ma almeno i giocatori e le giocatrici si sarebbero divertiti un sacco!! vogliamo la fusioooooooneeeeeeeeeeeeee!!!
    [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA]

  34. Mr Pallonetto said:

    Dimentichi Ferrara, Castenaso (che ha vinto lo spareggio per la A1) e Romagna, poi si potrebbe aggiungere qualche altra squadra, se le trasferte fossere circoscritte alle regioni confinanti (Prato?). Se da questa situazione trovassimo la “forza” di far giocare i giovani (a scapito del livello, ma non si possono fare le nozze con le lumache), almeno qualcosa di “nuovo” lo avremmo fatto. La situazione è disastrosa, almeno facciamo qualcosa per i giovani!

  35. cucalento said:

    divertente l’idea delle squadre miste, ma qui c’è da piangere! se la volonta’ del CFederale(o di uno/due consiglieri con la societa’ alla canna del gas?) è di salvare il movimento, il risultato assomiglia a quello del medico che al malato grave toglie l’ossigeno!
    Ripeto, non c’è da ridere: una decisione del genere, quando mai avesse un senso, ma qualcuno me lo deve spiegare, va presa con efficacia almeno a due anni, non è possibile cambiare le regole a due mesi dalla ripresa delle attivita’ “di vertice”, con societa’ che hanno avviato legittimi contatti, sulla scorta di PROGRAMMAZIONE(termine sconosciuto ai nostri DILETTANTI ALLO SBARAGLIO).
    E non mi si parli di risparmi: con un solo straniero(oggi poco costosi) le quotazioni di italiani under 35 o di “quasi italiani” andranno alle stelle e chi pottra’ continuera’ a spendere.
    Stendiamo un velo pietoso sulla rinuncia a depositi cauzionali(fideiussione): ho il sospetto che a molti dirigenti le banche non le rilascino piu’.
    Povera Italia

  36. largo ai giovani said:

    non ci sono i soldi , ma per dare alloggio e una bella mesata ai vecchi ci sono, poi mancano per fare giocare un under! chionchio è daccordo basta vedere la nazionale (vecchi e stranieri )ora poi hanno inventato l italiano sportivo

  37. Claudio said:

    L’unico paese di Europa dove i stranieri non possono giocare.Quelli che guidano la FIGH non guardano la tv la pallamano vero. Faccio l’esempio della Final four questo anno(visto li sul posto con 20.000 persone in tribuna) , ogni squadra con almeno 7 stranieri. Ma scusatemi e vero o sbaglio io”Italia fa parte del’Europa??”

  38. ivan said:

    Sono stato a Colonia a vedere la final four, un norvegese seduto accanto mi ha chiesto da quale nazione arrivavo, naturalmente ho risposto … Italy!!! Vi scrivo cosa mi ha risposto ridendo … perché sapete giocare a pallamano!!! inizialmente ci sono rimasto male poi torno in Italia, leggendo questo articolo ho capito che quel signore aveva ragione. Decisione vergognosa!!!!!!!!!!

    • Linomito said:

      Io gli avrei risposto: perché, voi sapete giocare a pallone? POPOPOPO POPOOOO POOO…

      • Mr Pallonetto said:

        Mi meraviglia un pò che sul piatto avresti messo il calcio. L’Italia è ai vertici in molti altri sport. A calcio non mi sembra sia molto quotata ultimamente.

        • Linomito said:

          4 titoli mondiali, uno europeo e loro??? Giusto perché è lo sport più conosciuto altrimenti con i norvegesi potrei mettermi a parlare di pallavolo, pallanuoto, nuoto, scherma, tiro a segno e a volo, ecc. ecc. ecc.
          Quindi mancassero poco di rispetto, per due litri di petrolio che tengono…

  39. andrea said:

    non avevamo un campionato strepitosa ma penso che era la formula migliore per vendere il prodotto pallamano in TV!!!! 1 straniero ???? ma come possiamo competere in europa!!!!

  40. vivahandball said:

    Ma c’e’qualcuno che approva sta roba? scusate l’oxfordismo .. ma a me pare uno schifo che sta raggiungendo il proprio apice. Ci stiamo posizionando dietro le Far Oer, Moldavia, Irlanda e Malta da soli. Abbiamo la FORTUNA di fare in casa le pre-qualifiche, e in casa – se in forma – e CON IL PUBBLICO!!! si fan i miracoli con Maione, Di Maggio, Radovcic, Tokic, Skatar, Turkovic .. siamo mica da buttare. Invece di organizzare – promovendo – un evento molto importante per tutto il movimento – si va alla ricerca del “business” chiedendo soldi in un momento di disperato bisogno di supporto e poi la ciliegina sulla torta, questo Vademecum: che è stato pubblicato “al posto giusto nel momento giusto”. Si rema contro questa stupenda disciplina che manco gli Abbagnale!

  41. mario said:

    Tre considerazioni:
    non sarebbe stato più semplice, per evitare polemiche, verificare il numero di squadre che avrebbero eventualmente aderito al campionato di élite? Anche solo 10 team sarebbero stati sufficienti a fare un buon prodotto supportato dalla nascente Lega che , si dice, avesse già diverse sponsorizzazioni. Campionati di nazioni più evolute della nostra si disputano con un numero ridotto di partecipanti (Croazia, Danimarca 14 squadre; Norvegia, Ungheria, Bosnia, Svizzera, Slovenia, Portogallo 12 squadre; Islanda, Montenegro 8 squadre.) Non mi risulta che ci siano state consultazioni di questo tipo.
    a cosa è servita la passata stagione se 10 società di élite sono state “retrocesse d’ufficio” e due di A1 non sono state promosse? Mi verrebbe da dire che hanno tutti buttato tempo e soldi.
    Per finire e spero di sbagliarmi: penso che abbiamo fatto un salto nel passato di circa 20 anni. E ripeto spero di sbagliarmi.

    • LupinIII said:

      L’Elite è stata per anni formata da 8 squadre ……

      Purtroppo se riuscissimo a fare un salto in dietro di 20 anni le cose andrebbero meglio!

      Io toglierei l’obbligo di fare la prima squdra e lascerei le giovanili!!

  42. antonello said:

    ….volevo chiedere a marco trespidi (del quale seguo sempre i suoi commenti con interesse), cosa ne pensa di queste nuove regole… in particolare su i 3 gironi e sulla questione settore giovanile. così giusto per allargare la discussione ed anche perchè mi sono accorto che su questo argomento non c’è stato nessun suo commento.

    p.s.
    marco non ci conosciamo, sono un appassionato (no giocatore neanche ex, no dirigente, no allenatore… un semplice appassionato che segue la squadra della sua città in elitè) e mi piacerebbe sapere cosa ne pensi (sempre se ne hai voglia, of course).

  43. luke68 said:

    Volevo solo notare che il sito della Lega non e attivo dopo alcuni mesi.
    Il link e sotto:

    http://www.lipem.it/

    Ma questa Lega esiste o e solo una facciata?
    Bye for now..

  44. intellighentia said:

    @antonello,difficile che chi è legato all ambiente federale possa o voglia dire veramente cio che pensa,anche se è sempre stato sincero e coerente,la posizione non lo permette al 100%,sulla morte dei settori giovanili Trespidi si è espresso con chiarezza,sulla cavolata della serie a 3 gironi ma unica cosa vuoi che dica,è talmente evidente la dabbenaggine che lui che ha visto ben altre realtà puo avere solo conati e con i conati non si parla nè si scrive,se mi posso permettere anche commentator che scrivono spesso su queste pagine se sono contigui a società con interessi “federali” stanno coperti i

    • antonello said:

      …io l’ho invitato a dirci la sua (come dici tu: “…è sempre stato sincero e coerente”), quindi mi piacerebbe sapere cosa ne pensa… tutto qua. se ne ha voglia…

  45. Fabrizio Di Vincenzo said:

    C’era una volta la serie A1, la A2, la B, la C e la D.
    C’era una volta il campionato allievi d’eccellenza, gli allievi i Juniores, il trofeo topolino.
    C’era una volta il Trofeo Italia, Il Mare Nostrum ecc……
    C’ERA UNA VOLTA LA PALLAMANO ITALIANA che arrancava, ma aveva una sua dignità.
    Oggi la cosa più importante è “giocare in serie A”, anche se hai le pezze al [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA], anche se sei retrocesso senza vincere neanche una partita.
    Il prossimo anno tessero mio figlio di 5 mesi, così posso raccontare ai miei amici che già gioca in serie A…..ahahahhahhahahha!!!!!!

  46. Fabrizio Di Vincenzo said:

    Aggiungo che con questa decisione abbiamo, anzi hanno superato l’NBA.
    Nel basket americano super professionistico le squadra il prima lega sono 30.
    La tanto blasonata pallamano italiana non poteva essere da meno: 36 squadre mi sembra un numero più che ragionevole.

  47. LegaPro said:

    tutti dicono: “lasciate il posto hai giovani cosi giocano loro….”

    io chiedo, chi insegna a giocare a loro???? perche con il fatto di solo giocare non si impara….

    Magari con il soldi risparmiato degli stranieri mandati via, le societa portano allenatori slavi o nordici o francesi per fare imparare hai bambini e ragazzini….

  48. Marghe said:

    ….. le societa portano allenatori slavi o nordici o francesi per fare imparare hai bambini e ragazzini…….

    E a te un maestro che ti insegna a scrivere….

  49. benedetto said:

    ma se avevamo addiritura l’allenatore della nazionale straniero , uno che di pallamano a certi livelli ne ha masticato e mi sembra che non sia durato tanto

    anch’io sono per gli allenatori stranieri, perche’ portano metodo, metodologia, programmazione ecc, ma per allenare in una certa maniera, riitiri amichevoli di livello ecc ecc servono sempre quei famosi dindini che al momento, lo riconosco, stanno mancando.

    tornando al vademecum volevo sapere se l’obbligo degli under e’ stato tolto anche per la serie A2.

  50. omaccio53 said:

    Tutto si può fare se è finalizzato ad un progetto e ad uno scopo. Ecco non vedo ne l’uno ne l’altro o perlomeno non ne vedo di credibili e plausibili.
    L’obiettivo di una federazione di uno sport olimpico è promuovere la propria disciplina tentando di migliorarsi sino a giungere alla partecipazione alle olimpiadi, dpendendo il meno possibile nel caso di sport minori qualeè la pallamano.
    La riforma non abbatte i costi, non elèva il livello di gioco, non promuove la disciplina, non migliora il già deprimente spettacolo ma un risuktato lo ottiene: consente a quei pseudo dirigenti interessati al soldo di battere le casse, ormai vuote nel Paese, di qualche sponsor, vero o fasullo. Dove li investirà queste risorse? La risposta è abbastanza scontata……………..

  51. gimo said:

    leggere i commenti mi vien da piangere….critichiamo la non fideiussione bancaria (ahah neanche alle aziende la banca da un [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA] e parlate di pallamano ma per favore… ma vi rendetw conto che non c’e’ ne per nessuno ? no soldi ! Inutile parlare di 20000 spettatori …noi siamo in italia …ppi leggere i commenti di giocatori o ex …..il popolo della pallamano italia sa solo piangere e criticare…tutti….ma per favore non e’ obbligatorio dare aria alla bocca.

  52. ciccio said:

    gino puoi anche pigiare i tasti della tua tastiera altrove.
    se sei nella sezione commenti dell articolo del vedemecum della pallamano italiana… di cosa vorresti che si parli? se vuoi piangere recati in una chiesa e non qui…

  53. Lukebas said:

    Si certo, adessso è colpa delle banche!!
    Vuoi sapere perchè hanno tolto la fidejussione?
    1) Leggiti i comunicati ufficiali della stagione in corso e segnati le società “richiamate” per non aver pagato le tasse gara
    2) Controlla quante di queste società hanno un consigliere federale
    3) Ops!!

    Per finire un mio breve commento sul vademecum 2012/13 ( citando i TreTre, comici napoletani )
    ” A me ma pare ‘na [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA]
    Buona pallamano a tutti

  54. andrea said:

    con lo stesso numero di squadre il basket italiano fa a1,a2,b1,b2, 4 gironi di c1, ogni commento direi che è superfluo; parere mio, il prossimo anno si tornerà come quest’anno con una categoria in piu.

    • Carlantonio said:

      Legaa 17
      Leagadue 15
      Div naz. A nord 12
      Div. Naz. A sud 12
      Div naz B gir A 17
      Div naz B gir B 16
      Div naz B gir C 16
      Div naz C 9 giorno di ca 16 squadre ciascuno 144
      …..e siamo a 249
      Poi,
      Campionati regionali mi sembra siano 23 gironi
      D regionale altri 7 gironi
      Promozione 9 gironi
      E premia divisione Campania altri 4 gironi
      Potrei anche sbagliarmi, ma mi sembrano numeri differenti. Dati tratti da http://www.tuttobasket.net

      • andrea said:

        pallamano:
        serie A 3 giorni da 12 squadre= 36 squadre
        serie A2 6 gironi da 12= 72 squadre
        serie B 10 gironi0= ci fossero anche solo 5 squadre per girone ( e sono di piu, la sicilia ha 12 squadre solo di b per esempio) siamo a 50 squadre.

        tot.158 squadre

        con 158 squadre il basket fa A1, A2,div naz.A (2 gironi), div naz B (3 gironi) e 3 gironi di div naz.C

          • Luca Montanari said:

            Già… Ma in A/2 72 squadre ci sono solo nei sogni … anche aggiungendo le ripescate non saranno più di 50… E quindi tanto valeva vare solo 4 gironi ma decenti come numero di squadre (tanto poi le trasferte bene o male non cambiano tantissimo, la Sicilia avrebbe comunque un suo girone a parte, la differenza sarebbe al centro ma li c’è poco da fare visto che ci sono pochissime squadre…)

          • Carlantonio said:

            Vabbe’ Andrea, allora provo a girartela così:
            Il basket fa gli stessi numeri di tutta la pallamano senior solo con la divisione C…..
            Presumo che se la pallamano avesse gli stessi numeri solo nella serie B, che ti ricordo campionato d’ingresso, non saremmo qui a prenderci in giro.

          • Info said:

            Sai cosa c’e’ ? Metti che scopriamo, che so, che Slovenia, Latvia, estonia, Montenegro, Bulgaria, Lettonia, Finlandia, magari anche Grecia Svizzera portogallo Ungheria HANNO MENO SQUADRE. Che cosa facciamo?

          • Info said:

            Mi sembra incredibile che le isole Far Oer ne abbiano di piu’. Ma per dire le isole far oer, ma poi ci saranno che, che so, il Lichtenstein, la Macedonia, l’Azerbaigijan, Andorra, il Belgio, l’Olanda, Malta, Cipro, la Bielorussa, la Moldovia. Ma quante squadre hanno queste?

          • Carlantonio said:

            scoprilo….e se sono meno ci dimostriamo che siamo dei benemeriti cialtroni, che con cosi’ tante squadre, non riusciamo a metterci daccordo per fare 5 campionati. Comunque non mi interessa il nr di per se, ma quando si fanno affermazioni sui numeri bisognerebbe, per correttezza di informazione, dare informazioni complete e non solo cio’ che fa comodo.

  55. gino said:

    vai ciccio lamentati pure…
    @lukebas: le banche non danno fideiussioni…prova pure. Sul tuo n.2 dimmi i nomi grazie …sul fatto che tante società non pagano è il segnalo che no money….poi fate voi quello che volete.

  56. Lukebas said:

    Sulla composizione del consiglio federale e sulle società di origine dei consiglieri basta guardare il sito della FIGH. Ops la pagine relativa al CF non si apre…
    Il fatto che le banche non diano soldi è la CONSEGUENZA del fatto che nella pallamano ci sono troppi “dirigenti” venditori di fanfalucche, non ne è la CAUSA ma l’EFFETTO della pochezza del nostro movimento, questo intendevo per non dare colpe alle banche.
    L’anno prossimo quando qualcuno non pagherà le multe o le tasse gara come farà la federazione a recuperare questi soldi?? Finirà tutto in gloria con buona pace dei fessi che invece pagheranno regolarmente??
    Vogliamo finalmente introdurre un po’ di meritocrazia? Togliamo l’obbligo del versamento cauzionale a chi è sempre stato regolare con i pagamenti e lasciamolo a chi ha fatto il furbo ( invece io credo sia stato tolto a tutti su richiesta dei furbi )
    Non riesci a dare alla tua banca garanzie per farti fare una fidejussione da 15-20000€ però vuoi fare un campionato di Elite o di A1F? e con quanti soldi vorresti farlo spiegami perchè se ci riesci ti propongo come consulente al Presidente Monti
    Buona pallamano a tutti

    • Linomito said:

      Voglio sperare che a chi non paga vengano dati punti di penalizzazione nel campionato in corso, data l’abolizione delle cauzioni

  57. Voice said:

    Pallamano – Vademecum 2012-2013

    Mi limito per ora alla riforma del massimo campionato maschile, definibile solo come Fantozzi giudicò La corazzata Potëmkin.
    Una prima serie a tre gironi e a 36 squadre semplicemente non esiste. A meno che – come dice Fabrizio Di Vincenzo – non si voglia superare anche l’NBA!
    Come non è possibile cambiare formula ogni santo anno. Sapete da quanti anni in qua non è …stata confermata la stessa formula della stagione precedente?
    Tra serie A e A2 si prevedono 108 squadre. L’anno scorso tra Elite A1 e A2 quelle effettive sono state 74. Dove si trovano altre 34 squadre? Eliminando in toto anche la serie B?
    Lo stesso dicasi per la femminile. Tra A1 e A2 si prevedono 44 squadre, l’anno scorso erano 33.
    Ovviamente la realtà sarà nota solo dopo il 6 luglio, termine ultimo per le iscrizioni.
    Ma qualcuno – domande di ripescaggio alla mano – ha capito che molte società preferiscono rinunciare alla categoria superiore anche se conquistata sul campo?
    Segnalerei poi una chicca sulla modalità di assegnazione del piazzamento dal 3° all’8° posto finale dopo i playoff, vedi pagina 46: chi partorisce queste cose?
    In attesa, nel corso della stagione, delle immancabili rettifiche/modifiche/integrazioni al vademecum, confidiamo anche in una nuova perla nello stile “Final Seven”!
    E nella creazione di una Lega pallamano….
    Infine, chiudo anch’io – come un mantra – recitando quanto segue:
    “La Federazione si riserva, in particolari situazioni nelle quali si evidenzi un prioritario interesse di tutela dell’immagine federale, al fine di consentire la massima diffusione della disciplina, di disporre anche d’ufficio la variazione di impianto, di data, di orario, di gare ufficiali.”

  58. Giallo said:

    Voice, il mantra finale è davvero grottesco! Ed è proprio vero… c’è scritto sul vademecum!!!

    “La Federazione si riserva, in particolari situazioni nelle quali si evidenzi un prioritario interesse di tutela dell’immagine federale, al fine di consentire la massima diffusione della disciplina, di disporre anche d’ufficio la variazione di impianto, di data, di orario, di gare ufficiali.”

    Certo, spostando l’orario di una partita si tutela l’immagine e si favorisce la massima diffusione della pallamano. Questi, per il bene della pallamano non lasciano nulla al caso, curano ogni dettaglio… sono dei professionisti del marketing sportivo!!! Basta con le critiche!!!

    P.S. Se qualcuno non lo capisse, sono ironico.

  59. andrea said:

    io sostengo che con 150 squadre ( e ci sono tutte), mettetele giu come volete, non ha senso fare solo 3 categorie…almeno 4 categorie come era quest’anno se non 5, diminuendo i gironi della A2.

    • Luca Montanari said:

      Sono d’accordo, se non fosse che poi le squadre del centro/ sud fanno la rivoluzione. Perchè al nord di squadre ce ne sono quante ne vuoi e poi fare gironi territorialmente vantaggiosi (in termini di trasferte) anche per la serie B. Man mano che scendi invece la situazione si complica. Al centro la Toscana ne ha tante quante Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo…
      Al Sud la Sicilia ne ha, la Puglia si salva ma poi tra Campania, Calabria e Basilicata c’è quasi il deserto…
      E quindi ecco che arrivano richieste per campionati di serie A a tre gironi (roba da matti…) e A/2 a sei gironi (assolutamente irrealizzabili, non lo dico io ma la storia di questa formula)… con inevitabile ulteriore ridimensionamento della B.

    • Carlantonio said:

      Che si possa fare e’ un altro discorso, ma incontreresti i ” non ci sto'” dei club che si ritroverebbero a dover fare km…cassa di compensazioni, sconti e deroghe insegnano…

  60. intellighentia said:

    le riforme si fanno quando sono condivise,con il tempo dovuto e con il dovuto anticipo,far passare una pseudo riforma con la motivazione di intervenire per affrontare la difficile situazione economica è una mistificazione ad uso e consumo di pochi e chi non capisce o è ingenuo o complice

    • triste said:

      giusto per curiosità chi sono quelli (secondo te maggioranza) che non vogliono riforme adeguate alla crisi? …poi già che ci sei fai anche i nomi dei beneficiari della riforma..così dormo sereno sta notte grazie

  61. intellighentia said:

    le riforme adatte alla crisi sono quelle che impediscono alle società che non pagano le tasse gara di partecipare alla partita successiva,quelle che impediscono le promesse di favolosi stipendi,pagati con post datati o non pagati,quelle che impediscono a società formate da 4 stranieri e 3 naturalizzati di evitare i settori giovanili chiudendo cosi la porta allo sviluppo del ns sport,le riforme adatte alla crisi sono quelle sancite da TUTTO il C.F. con il parere dellalega e delle società interessate,la maggioranza che non vuole questa riforma la trovi nei palazzetti tutte le sere ,nelle finali giovanili,dormi tranquillo e asciutto……..

    • Marco Trespidi said:

      Quoto tutto, fino all’ultima parola, purtroppo non esiste un modo legale per la federazione per evitare quello che dici, ci pensano da anni ma non esiste finche lo status sarà quello di dilettanti. E purtroppo quella maggioranza di cui parli non vota.

  62. intellighentia said:

    comunque si tratta di rapporti di lavoro,checchè se ne dica,se la federazione non puo nulla ci sono autorità preposte al controllo di tali rapporti,per il resto so che sei un ottimo allenatore ,dirigente,etc…. e non avevo dubbi che avresti concordato con me,per l obbligo degli under portare a 6 l obbligo per i giocatori di movimento+ un portiere,voglio vedere se ci sono seniores di 40 anni che giocano 60 minuti

    • coach said:

      se ho un senior di 40 anni forte lo faccio giocare,se ho un ventenne forte lo faccio giocare chi è forte gioca a prescindere dai regolamenti,tutto il resto è sbagliato da rifare…

    • Lukebas said:

      Provate a chiedere a qualsiasi straniero che giochi da noi o a Taraffino stesso a che età ha cominciato a giocare in prima squadra, magari non titolare fisso ma con minutaggi importanti e poi capirete il senso del discorso che si cerca di fare.
      Se a 40 sei ancora uno dei giocatori più forti, vuol dire che hai cominciato a giocare sul serio ( e non a scaldare la panchina ) prima dei 20 anni, non certo a 39, chiaro??
      Che poi non debba essere il regolamento ma solo la LOGICA ad obbligarmi a far giocare i giovani siamo d’accordo ma neanche il Presidente della FIGH può dirmi che toglie l’obbligatorietà ai campionati giovanili per ridurre le spese delle società…..
      Buona pallamano a tutti
      Lukebas

  63. intellighentia said:

    ho appena visto i campionati over 45,forse è il posto piu adatto per i senatori,che in italia non mollano mai,diciamo che bisogna trovare spazio ai giovani nel mondo del lavoro e nella pallamano no? battute a parte un momento di rinnovamento è indispensabile e il risultato si ottiene non abolendo i settori giovanili

  64. Luca Montanari said:

    Se non sbaglio oggi scadono i termini per iscriversi al campionato di massima serie. Si sa qualcosa su chi c’è e chi no?

  65. intellighentia said:

    nessuna novità sulle squadre iscritte,nessuna novità sulla formula,nessuna notizia sui calendari(mi chiedo come si possano programmare le disponilità degli impianti?) tutto questo silenzio ufficiale e non mi da sempre piu l idea di una preoccupante situazione,mi sa che anche linomito è in ferie,

    • Nicola said:

      non si sa niente delle squadre iscritte non si sa niente dei calendari… mi preoccupa questo silenzio della federazione!!!!

  66. Luca Montanari said:

    In un articolo del Piccolo di Trieste di oggi si dice che elenco squadre, gironi e calendari saranno pubblicati mercoledì

  67. Luca Montanari said:

    A dire il vero le prime a far comunicazione dovrebbero essere le società. La Federazione in quanto tale dovrebbe solo produrre atti ufficiali

    • Info said:

      beh, dovremmo sapere quali sono le societa’ che partecipano, almeno. cosi’ andiamo a vedere a quale piccolo giornale quotidiano fanno riferimento, e andiamo a leggerci le notizie nazionali.

  68. Andrea said:

    finalmente si conosco i partecipanti al prossimo campionato di serie A!!!!

  69. intellighentia said:

    vorrei far presente a chi di dovere che alla faccia di chi parlava di crisi economica per giustificare questo scandaloso campionato,che io leggo in queste pagine di giocatori ingaggiati,conytratti rinnovati,allenatori nuovi,trasferimenti prestigiosi,facciamo i conti bene:::::::::::

*

Related posts

Top