MHC, l’Italia batte la Francia, poi rivincita transalpina nella finalina

- Scritto il 15 febbraio 2014 -

Si chiude con un doppio confronto con la Francia l’11º MHC per la nazionale Under 18 italiana. I ragazzi guidati da Ghedin hanno giocato le ultime due partite contro i transalpini: il primo match, valevole come ultima tappa del girone, ha visto prevalere gli azzurrini. Primo parziale vinto nettamente dall’Italia che haItalia Francia U18 poi pareggiato il secondo e perso di misura il terzo tempo, conquistando comunque la vittoria finale sul 20-18, portando a casa così 3,5 punti sufficienti a piazzarsi al quinto posto finale.

Italia che ha dunque avuto accesso alla finale 5-6 posto proprio contro la Francia, classificata sesta: nell’ultimo incontro della manifestazione, i francesi si sono presi la rivincita ma gli azzurri non hanno demeritato. Primo parziale del match combattuto ma dopo 15′ è avanti la Francia 5-6; nella parte centrale del match fanno la differenza i francesi che piazzano un sonoro 3-9 che ipoteca la vittoria. Nell’ultimo parziale la Francia gestisce e l’Italia si porta a casa il parziale 8-7: non basta tuttavia per recuperare il gap maturato in precedenza; finisce 16-22 per i francesi.

Italia – Francia 20-18 (9-6; 6-6; 5-6)
Italia: Randes, Agosti, Bonassi 5, Fantinato, Bettini 1, Hellweger, Aragona 7, Foglia, Bragato, Miori, Bortolot, De Biasi 1, Lorusso, Penn 1, Bacher 1, Marino 4. All: Fabrizio Ghedin
Francia: Williams 2, Camara, Maguy 3, Castro 2, Damiani 1, Dourlens, Kempf, Legras 3, Mathias, Guegan 1, Padolus, Mapu, Carpentier 1, Correia 3, Obin 2. Al: Pascal Person
Arbitri: Bulbuloglu (TUR) – Topal (TUR)

La classifica finale dell’11th MHC Championship:

Egitto 32.5, Tunisia 26.5, Turchia 20, Montenegro 19.5, Italia 15, Francia 14, Libia 6.5, Cipro 6

Finale 5°-6° posto
Italia – Francia 16-22 (5-6; 3-9; 8-7)
Italia: Randes, Agosti 1, Bonassi 2, Fantinato, Bettini 1, Hellweger, Aragona, Foglia 1, Bragato, Miori 4, Bortolot, De Biasi, Lorusso, Penn 6, Bacher 1, Marino. All: Fabrizio Ghedin
Francia: Williams, Camara 5, Maguy 4, Castro 1, Damiani 1, Dourlens, Kempf 6, Legras, Mathias, Guegan, Padolus, Mapu 3, Carpentier 1, Correia, Obin 1. All: Pascal Person
Arbitri: Cherif (TUN) – Mohamed Bilel (TUN)

di Luca Zadra

L'Autore dell'articolo

Vive a Pressano, paesino di ca. 500 abitanti molto legato alla pallamano, disciplina alla quale si affeziona particolarmente, appassionandosi col passare degli anni. Oggi è redattore di PallamanoItalia, oltre che Addetto Stampa della Pallamano Pressano e collaboratore con alcune testate locali.

11 Commenti in "MHC, l’Italia batte la Francia, poi rivincita transalpina nella finalina"

  1. Alberto 17 febbraio 2014 alle 08:50 · Rispondi

    sperimentale o no, sempre francia era. e non la battevamo da un secolo.

    • ferri 17 febbraio 2014 alle 10:13 · Rispondi

      BELLO ILLUDERSI !!!!!!

  2. handballmania 17 febbraio 2014 alle 13:28 · Rispondi

    Francia sarà, ma mi dicono under 16

  3. Gino 17 febbraio 2014 alle 15:03 · Rispondi

    Mhc nulla di nuovo. Seleziona migliorata dall era chionchio ..ma non ci voleva molto. Da ricirdare che non c’erano Croazia Spagna Portogallo Slovenia .
    La realtà comunque non cambia…il materiale che le nostre società offrono alla nazionale non è’ da esser ottimisti.(ovviamente gli amici/parenti di non convocati criticano ahahaha)

  4. programmatore 18 febbraio 2014 alle 11:21 · Rispondi

    La Francia era senza i 96 dicono, in tal caso i nostri risultati vanno ridimensionati.
    Il punto è che questa U18 ha due talenti e mezzo: Aragona, Bonassi e Bettini (il mezzo talento). Più tre portieri buoni. Sulla destra siamo inesistenti, il pivot lascia molto a desiderare. Quindi ci mancano tre giocatori, bè perché non programmare l’inserimento di questi tre e dei portieri in nazionale A entro uno-due anni?

  5. Gino 18 febbraio 2014 alle 18:09 · Rispondi

    Non credo che la soluzione ideale sia mettere tre/quattro ragazzini in nazionale A …..bisogna metterli a lavorare e sperare in una maturazione fisica (che non guasta nell handball).
    Questi Mhc non cambiano nulla….bisogna lavorare ( in primis in società ) e poi studiare un piano di lavoro come nazionale
    P.s: Bettini/bon assi/aragona hanno una cosa in comune il fisico.
    P.s già chionchio ha preso 5 ragazzini e gettati inutilmente allo sbaraglio….ma le sue scelte erano dovute alla non competenza…..cerchiamo di cambiare PROGRAMMANDO” e senza guardare i risultati di Mhc .

  6. @PROGRAMMATORE 18 febbraio 2014 alle 23:16 · Rispondi

    Tu più che un programmatore mi sembri l’oracolo del Signore, ma questo sarebbe solo un complimento nei tuoi confronti quindi al massimo potresti chiamarti Nessuno: credo che ti si addica di più. Ma una cosa vorrei dirtela per aggiornarti. Ho letto che una buona parte dei ragazzi dell’under 18 di questo MHC giocano in serie A 1^ Divisione Nazionale e per alcuni di loro non è questa la prima convocazione in Nazionale e ancora ho letto che alcuni di loro sono stati campioni nazionali under 14 e under 16, ho sempre letto che due di loro provengono dalla Junior Fasano ed in particolare il pivot era tra i convocati nelle partite che hanno portato alla vittoria come campioni d’ Italia . Non ho voglia di dilungarmi con te, sarebbe sprecato, ma una curiosità devi togliermela vorrei sapere se mentre guardavi le partite ti sei per caso addormentato perchè come fai a giudicare il terzo portiere se (mi dispiace per lui) non ha proprio giocato? ( sicuramente per scelte tecniche) e come fai a dire che Bettini è mezzo talento? Invece di criticare documentati un po’, ma fallo da seduto perchè se ti addormenti non ti farai male….

  7. asterix 19 febbraio 2014 alle 10:36 · Rispondi

    Programmatore, sei forse tu uno di questi 3 che scrive? tranne il portiere (che fa il suo lavoro )… il resto si infrangerebbe tutto solo contro U20 italiani (che già hanno grossi problemi!) li portereresti in A per far loro del male? Non sanno giocare con la squadra, solo individualismo!.. qualsiasi squadra (purtroppo straniera) ha sempre un gioco corale già da Under!

  8. programmatore 19 febbraio 2014 alle 12:58 · Rispondi

    L’MHC non è la prima volta che vedo questa squadra, i portieri li ho visti tutti e tre più volte.
    Su Bettini o chiunque altro mi è permesso dare un giudizio? Per me è un mezzo talento
    Quando i nostri U18 faranno almeno 10-15 minuti in campo nelle finali senior, e non a partita finita, allora daranno un contributo decisivo, per ora non giocano partite importanti perche i nostri campionati giovanili sono penosi prima delle finali quindi nemmeno due scudetti 14-16 possono essere probanti, tanto più che dai 14 ai 18 anni un atleta cambia da così a così

  9. @PROGRAMMATORE 19 febbraio 2014 alle 16:00 · Rispondi

    In te programmatore vedo tanta contraddizione: prima scrivi che per certi ruoli dell’attuale under 18 bisogna programmare l’inserimento nella nazionale senior, poi scrivi che un atleta dai 14/18 anni cambia e visto che molti under 18 sono ancora diciassettenni potrebbero cambiare e quindi un probabile inserimento potrebbe non dare i risultati sperati, come dici tu. Quindi i tuoi programmi stanno per essere oscurati perchè senza fondamento e perciò non utili a nessuno e solo denigratori nei confronti di ragazzi che hanno tantissimo tempo per crescere sotto ogni aspetto anche quello atletico tu invece…. P.S. hai ragione quando dici che i nostri (ma chi sei? NOSTRI? Sicuramente qualcuno vicino alla pallamano, ma che è rimasto a casa) ragazzi non danno un contributo decisivo giocando solo gli ultimi 10/15 minuti, ma io vado oltre: se sono stati convocati in caso di necessità tecniche sarebbero pronti ad entrare anche ad inizio partita perchè a disposizione del mister a te questo piacere o è stato negato o non lo hai mai avuto

    • programmatore 20 febbraio 2014 alle 10:39 · Rispondi

      Mi chiedo in base a quali elementi ti sei convinto che sono uno dei giocatori non convocati… bo ne gira di gente strana

Lascia un Commento