La Caporiccio passa agevolmente contro l’Altamura

- Scritto il 12 marzo 2012 -

HC CAPORICCIO FONDI – ALTAMURA 43-26 (21-12 p.t.)
Hc Capriccio Fondi: Pinto 2, Riccardi, Panariello1, Lauretti, Campins 7, Vieyra 2, D’Angelis R., Di Manno S. 5, Molineri 7, Pestillo 2, D’Ettorre 10, Di Manno G. 1, D’Angelis G., Zizzo 6. All. De Santis G.
Altamura: D’Alessandro 3, Gentile 5, Pepe, Baldassarra 1, Nardomarino 4, Fabra 6, Pallotta, Tubito, Di Marno, Luisi 1, Rivieccio 4, Colamonaco 2. All. Loviglio
Arbitri Longobardi e Longobardi di Napoli.

Ottima prova della Caporiccio Fondi che, nella quinta giornata di ritorno del campionato di Pallamano di serie A1 si impone in maniera netta sui pugliesi dell’Altamura. I ragazzi di mister De Santis erano chiamati a portare a casa i tre punti per mantenere la testa della classifica, ma anche per arrivare al meglio alla sfida decisiva di sabato prossimo contro il Romagna. L’Altamura cercava nei primi minuti di tenere testa ai padroni di casa adottando una difesa 5-1 aggressiva sul terzino sinistro e trovando buone combinazioni in fase offensiva con Fabra e Rivieccio. La Caporiccio nei primi minuti  sembrava sorniona e poco concentrata soprattutto in fase difensiva, dove la 5-1 di mister De Santis lasciava troppi spazi all’attacco pugliese. La fase offensiva riusciva invece ad esprimersi su buoni livelli grazie soprattutto alle conclusioni di un ispirato Campins e del solito D’Ettorre. La partita rimaneva equilibrata fino al 13’ del primo tempo con il parziale di 8 a 8. La Caporiccio si risvegliava dal torpore chiudendo le maglie difensiva e punendo l’Altamura con il suo micidiale contropiede. La nota positiva era la buona percentuale di realizzazione dai 6 metri dei rossoblu. Zizzo e compagni in pochi minuti chiudevano la partita, infliggendo agli ospiti un parziale di 13 a 4 che spegneva qualsiasi speranza alla squadra di mister Loviglio.

La prima frazione si chiudeva con il risultato di 21 a 12. Chi si aspettava un calo di tensione nella ripresa dei rossoblu, rimaneva deluso. Di Manno e compagni rientravano in campo con la stessa determinazione del primo tempo, dimostrando di essere pienamente concentrati per affrontare al meglio questo finale di stagione. Ancora la difesa e il contropiede erano le armi micidiali della Caporiccio, che continuava a macinare gioco e reti. L’Altamura cercava di trovare soluzioni per contrastare i fondani, ma il divario tecnico e fisico sembrava evidente. De Santis ruotava tutti i propri giocatori provando soluzioni che potranno essere utili nel proseguo della stagione. Il finale era di 43 a 26. La Caporiccio Fondi mantiene così la testa della classifica seguito a tre lunghezze dal Romagna, vittorioso contro la Lazio e con una partita da recuperare. Il big match di sabato 17 a Imola sarà probabilmente fondamentale per decretare la squadra che nella prossima stagione giocherà in Elite.

Ufficio Stampa HC Caporiccio Fondi

L'Autore dell'articolo

Questo è un comunicato stampa inviato dalle società a PallamanoItalia. Per inviare i comunicati della tua società, contatta la redazione.

Lascia un Commento