Cuore PlanetWin365 Conversano. È finale Scudetto

Conversano (Ba) – Un sogno che si realizza, una missione compiuta, la netta sensazione che il bello deve ancora venire. Gara 3 di semifinale Scudetto sorride alla PlanetWin365 Conversano che supera in volata la Junior Fasano e raggiunge il Bolzano nell’atto conclusivo della stagione.

Un traguardo importante per la società bianco verde, partita in sordina in questa stagione ma capace, con umiltà e determinazione, di arrivare alla finalissima con l’intento di difendere e, perché no, tentare di riconquistare, quel tricolore ancora cucito sulle maglie di capitan Tarafino e compagni. Sulla strada che porta alla finale, però, per i campioni d’Italia in carica c’è un Fasano affamato e voglioso di ripetere, in un PalaSanGiacomo finalmente gremito, l’impresa di pochi giorni fa.

E l’avvio di gara testimonia le velleità dei ragazzi guidati da Dumnic, con Rubino, Beharevic e Messina che lanciano gli ospiti verso l’inaspettato vantaggio di tre reti dopo dieci minuti di gioco. La PlanetWin365 sembra sorpresa, ma riesce a rimanere sulla scia dei biancazzurri grazie alla mano calda di Querin e Fantasia, alla sagacia tattica di Tarafino e soprattutto all’appoggio del pubblico di casa che continua ad incitare i suoi nonostante il momento difficile.

Il sostegno del popolo del San Giacomo si rivela una marcia in più per i ragazzi di mister Riccardo Trillini che poco prima dello scoccare del ventesimo minuto raggiungono il pari con Uelington. La situazione di equilibrio, tuttavia, dura pochi secondi. Giusto il tempo necessario a Kokuca per realizzare la rete del nuovo vantaggio ospite che i fasanesi difendono fino al riposo, chiuso con il punteggio di 14-13 in favore dei biancazzurri. Nella ripresa il canovaccio tattico della partita non cambia.

Il Fasano, autore, nonostante la sconfitta finale, di un’ottima prestazione, continua a cercare l’allungo decisivo, ma viene costantemente tallonato da un Conversano mai domo che, malgrado le difficoltà, ha voglia di lottare e di raggiungere la finale. Il massimo vantaggio ospite del secondo tempo lo si registra intorno al minuto numero 10, quando il tabellone luminoso del PalaSanGiacomo segna 18-21 per la squadra di Dumnic.

La riscossa della PlanetWin365, tuttavia, parte da qui. Dopo una serie di tentativi falliti, i ragazzi di Trillini trovano la rete del 23-23 con Santilli il quale, qualche istante più tardi, realizza il gol del vantaggio conversanese. Un vantaggio inseguito con orgoglio e umiltà dai padroni di casa e che necessita di tutta la bravura del neo entrato Jurina per essere congelato e difeso nella fase cruciale della partita.

Le parate del giovane numero 16 biancoverde, infatti, spianano la strada verso un finale di gara epico per il Conversano con l’eroico Tarafino sempre protagonista e autore del momentaneo 26-24, e con il Fasano che, negli ultimissimi secondi, non riesce ad andare oltre la rete del definitivo 27-26.

Finisce con il trionfo della PlanetWin365 Conversano e gli applausi, meritati, di tutto in pubblico conversanese, accorso in massa a sostenere la squadra anche grazie al sapiente lavoro della dirigenza e dei suoi collaboratori.

PlanetWin365 Conversano – Junior Fasano 27-26 (p.t. 13-14)
PlanetWin365 Conversano
: Tsilimparis, Di Leo, Sperti 2, Uelington 8, Fantasia 4, Santilli 2, Pivetta 1, Querin 6, D’Alessandro, Tarafino 3, Jurina, Morandeira, Malena, Marrochi 1.
Junior Fasano
: Sirsi, Lorusso, Kokuca 6, Giannoccaro 4, Messina 5, De Santis 3, Beharevic 6, Bobicic, Rubino 2, Colella, Pignatelli, Cedro, Intini, Ostuni.

Ufficio Stampa PlanetWin365 Conversano

Tags

41 Comments

  1. ROSALBA said:

    Vorrei precisare, anzi effettuare una correzione, sull’articolo pubblicato.Mi mi riferisco alle seguenti parole:”PlanetWin365 Conversano che supera in volata la Junior Fasano”, il Conversano non supera in volata il Fasano, infatti è sempre sotto un massimo di 3 gol, l’uscita di Rubino per un fallo che gli ha provocato 15 punti al mento, ha favorito gli avversari, i quali non hanno fatto grandi giocate, mantenendo la partita in gioco in maniera equilibrata. Solo a 10 minuti dalla fine ha avuto vantaggio(parlo di una sola rete), la quale ha portato il Conversano alla vittoria. Come voleva si dimostrasse il Conversano non ha superato nessuno in volata

  2. tantum said:

    @ pallamanoitalia: cercate di scriverli voi i commenti e non prendere pari pari ciò che scrivono e/o vogliono scrivere i partigiani del momento.. Ieri sera, mi sa, a Conversano hanno visto i sorci verdi, fino all’ultimo secondo.. e ri graziassero S. Jurina

    • Désirée Dalla Fontana said:

      Questo non è l’articolo fatto da PallamanoItalia, ma semplicemente il Comunicato Stampa del Conversano, quindi l’articolo va riportato pari a ciò che ci viene consegnato. Non a caso è situato sulla categoria: “Approfondimenti sulle squadre” e non in prima pagina.

      • Ero(L)ina said:

        ci mettete un anno per fare un articolo sulla partita menomale che ci sono i comunicati delle squadre… se uno della redazione vede in tv la partita penso ke massimo in ora l’articolo dovrebbe esserci sul sito invece dove sta buuuuuuuuuuuu

        • Désirée Dalla Fontana said:

          Non credo che l’intera Redazione si meriti un commento del genere, solamente per non essere riusciti a fare un articolo, quando siamo stati sempre presenti. Noi fortunatamente facciamo anche altro oltre che a scrivere per questo sito e per questo fantastico sport. E per questa partita è successo che io e Luca avessimo entrambi impegni extra.
          Detto questo mi scuso con tutte le persone che si aspettavano l’articolo, sperando sia la prima e ultima volta che succedono inconvenienti del genere, e aggiungo che se tu ti senti in grado di metterci “meno di un anno per fare un articolo”…..aspetto con ansia la tua richiesta di collaborazione. ;)

  3. precisazione said:

    conversano – fasano grande partita e bella partita maschia.
    conversano supera in volata fasano vuol dire proprio che lo ha superato alla fine—-volata in gergo ciclistico significa sprint finale. ;-)
    Rosalba stai tranquilla che la bella partita del fasano l’ha notata anche il nostro pubblico conversanese molto esperto di pallamano.
    Poi che rubino si sia fatto male e sia rientrato…fa parte dello sport e onore a lui.
    Aggiungo che con Costanzo il Fasano avrebbe sicuramente sfruttato al meglio tutte le occasioni mancate dall’ala dx ieri (bravura del portiere a parte!!!)

    • Ero(L)ina said:

      se messina ha avuto tutte quelle occasioni caro esperto di conversano è perchè evodentemente Trillini così come in gara 1 avrà ordinato ai suoi prodi di lasciare spazio per far tirare messina visto ke era contromano… Cmq 1000 Messina che un Costanzo vomitino.. [MODERAZIONE DI PALLAMANOITALIA]

  4. pressing said:

    @ROSALBA penso che sia una metefora ciclistica: cioé battere l’avversario su filo di lana (altra metafora proveniente questa volta dall’atletica legggera) Ciao.

  5. federico said:

    credo che il sig. “precisazione” abbia decisamente ragione ……. con Costanzo nel suo ruolo il Fasano avrebbe portato a casa la vittoria coma ha fatto in tutto il girone di ritorno la squadra fasanese con lui in campo, senza nulla togliere all’ottimo Messina che però li è fuori ruolo e mano…….. Fasano è stata un po’ ingenua a rinunciare a lui proprio nelle ultime partite più importanti del campionato. Complimenti comunque a tutti

  6. Linomito said:

    Dopo l’eccezionale spettacolo in campo e fuori di ieri sera, mi sono vieppiù convinto che quando una pugliese tornerà in Champions League si debba fare il Team Puglia: tre giocatori per società, una rosa di quindici atleti, un allenatore preso solo per la Coppa che collabori con gli altri, marketing, abbonamenti ecc. per puntare al pienone fisso e ai gironi, magari non subito ma in due-tre anni al massimo. Tanto se entri nei gironi ci sono 20.000 euro mi pare di premio, più qualche soldo di diritti tv, trasferte pagate dagli sponsor della coppa e gli incassi sono tutto guadagno: ci paghi i giocatori per la coppa e il resto lo dividi in tre. E lo stesso dovrebbe fare il Trentino-Alto Adige.

      • Marco Trespidi said:

        Caro Gino una squadra che vince la CHL oggi prende oltre 500.000 euro ….solo di premi EHF escludendo tutti i i diritti…..sarebbe bello fare una squadra così, ma è vietato dai regolamenti EHF , può giocare una coppa solo chi è tesserato in campionato per quella squadra. Quindi anche la SuperPuglia o il SuperTrentinoAA non è fattibile.

        • Linomito said:

          Ah sì? E allora il presidente federale che ci sta a fare a capo dell’MHC o come diavolo si chiama? Perché alla prossima riunione non mette insieme un bel po’ di federazioni derelitte (che ne so: Grecia, Montenegro, ecc) e fa partire una battaglia per cambiare le regole a favore del terzo mondo? Nel calcio l’Ucraina, e dico UCRAINA è riuscita a far eleggere Platini e farsi dare gli Europei…

          • Marco Trespidi said:

            In principio hai ragione, purtroppo nella EHF le politiche non si fanno così ma a blocchi ( paesi del nord, paesi del sud, paesi balcanici) e su 50 federazioni non è semplice, ho già discusso spesso del fatto che ( ad esempio nei paesi del mediterraneo) Spagna, Croazia e Francia non hanno gli stesi interessi e problemi di ad esempio Italia, Grecia, Cipro. Prima o poi forse lo capiranno e si uniranno in gruppi per necessità omologhe non per latitudine .

          • Linomito said:

            Bene, inneschiamo un processo virtuoso e mettiamoci alla testa del gruppo “mediterranei derelitti”, cosa abbiamo da perdere?

    • coach said:

      olà finalmente qualche buona idea
      io avevo anche proposto la partecipazione di futura ad una coppa potrebbe essere fattibile?

      • Marco Trespidi said:

        Coach la fattibilità dipende dl piazzamento in campionato, e Futura essendo arrivata quarta giocherà la Challenge Cup il prossimo anno. Sono 5 i posti in coppa per le femminili. 1 CHL, 1 Cupwinner’s, 1 EHF, 2 Challenge Cup.

    • Ero(L)ina said:

      e cm facciamo ad accocchiare le tre tifoserie ( skerzo a Romà )

      • Linomito said:

        Oh senti se non si accucchiano manco per la Champions League quando mai vedranno i gironi dal vivo??? E quando gioca l’Italia non si accucchiano forse?

    • antonello said:

      …che palle, è tornato demasi -)))
      (hey linomito non ti incavolare, scherzo naturalmente e poi ne abbiamo parlato di persona e sai come la penso)

      • Linomito said:

        De Masi si voleva comprare le tifoserie degli altri a costo zero per il campionato e ha ricevuto il coro di pernacchie che meritava, io sto parlando di Champions league.
        Ragà, qua co sti chiari di luna è meglio che ci mettiamo subito in testa che dalle coppe (e dallo sport in genere) bisogna cercare di GUADAGNARCI, altrimenti continueremo a farci i nostri campionatini sempre più penosi e a non iscriverci alle coppe.
        Col palazzetto sempre pieno si farebbero incassi, aumenterebbero gli striscioni (con un mercato potenziale triplicato), si farebbe un bar e una tavola calda, esposizioni di merci agli ingressi ecc. ecc., cose che altrove fanno da secoli, e si chiuderebbe in attivo

  7. Cicciosaggio said:

    Linomito… Questa idea l aveva gia proposta de masi con il casarano… Ma senza successo!!! Comunque si. Si potrebbe fare cosi, la puglia fa una squdra unica…. Il trentino alto adige fa una squadra unica e l emilia romagna uguale!!!€ e dopo facciamo un campionato a 3 squadre!!!! Mi spiace ma non e praticabile e fattibile!!!

    • Linomito said:

      No, De Masi l’aveva proposta per il campionato, dove non ha nessun senso. Solo in champions league ha senso farlo perché CI SI GUADAGNA

      • Ero(L)ina said:

        lino…in champions sarebbe fantastico una cosa del genere… Il pala Sangiacomo come luogo deputato per gli incontri abbonamenti per le partite e tutto ciò ke ne deriva , facendo leva sul merchandising…….purtroppo noi forse ke abbiamo studiato vediamo lungo e sogniamo ma i presidenti delle tre società sono un pò retrogradi e sono convinto ke hanno visto pochissime partite di champions … per es. dei tre presidenti pugliesi qnt sanno ke Hansen gioca nell’AG Narcisse nel Kiel Nagy nel Barcelona o Abalo nell’Ateletico… se solo i tre presidenti si circondassero di gente competente tutto sarebbe più facile…al momento solo il Conversano ha un dg all’altezza della situazione Noci e Fasano no….

        • antonello said:

          …a me di questo superteam non me ne fraga niente e sarò pure “retrogrado”. ma dire che il presidente della junior non conosca la pallamano mi sembra davvero una c….(mi modero da solo) enorme -)))

    • Ero(L)ina said:

      cicciosaggio mi sa che non hai capito il succo del discorso… una proposta del genere che è solo valida per la champions significa introiti a raffica… Parliamoci chiaro l’ipotetico Team ke dovrebbe partecipare alla champions dovrebbe avere l’ossatura della squadra di giocatori ( stranieri ) acquistati esclusivamente per qst progetto più ovviamente giocatori dei tre team… Immagina che allo stato attuale l’ipotetico team puglia avrebbe in rosa tre portieri di grande calibro.. poi come ricordava @linomito in post precedenti si affida il progetto ad un tecnico competente ( straniero x me assolutissimamente ) che collabora con i tre allenatori dei tre team e così via… QST progetto darebbe uno slancio al nostro movimento impressionante…perchè la piccola Italia pallamanistica con un progetto del genere, che necessariamente deve avere basi solide, verrebbe considerata perlomeno anche in paesi dv l’handball è un’istituzione, invece tu @cicciosaggio continua a fare il saggio VET CULC

      • Sogna pure said:

        mah…!
        con i tempi che corrono ….
        e con le teste che ci sono….
        per esperienza personale non sono riuscito ad assemblare due mediocri under 16 per farne una buona…..
        la vedo dura….

  8. Rosalba said:

    Scusa per la mia ignoranza in materia ciclistica, ripeto:”ciclistica”, per la metafora “supera in volata” ci sta se si riferisce solo agli ultimi minuti di gioco. Cmq Linomito se quello che dici è fattibile sei un genio della lampada. L’Europa potrebbe cominciare a tremare di Puglia c’è ne una. Amo la pallamano……

  9. antonello said:

    …ancora con ‘sta storia di costanzo. costanzo già mancava (di fatto) nei quarti e a mio modo di vedere (opinabile naturalmente) oltre al girone di andata (giocava con il noci), anche per una parte del ritorno (io direi da dopo-bolzano). certo avessimo avuto abalo oppure karabatic al posto di kokuca e che ne direste di hansen al posto di beharevic, sarebbe stato tutto + facile, giusto? ma non è stato così. …costanzo era infortunato? fuori rosa? non lo sappiamo (forse un comunicato ufficiale della società non sarebbe stato male, in modo da lasciar cadere tutte queste storie).
    resta il fatto che abbiamo perso… d’accordo con un giocatore in + forse si vinceva, forse…
    con abalo, di sicuro -)))
    ma quel giocatore in + non c’era e quindi? chi ha sbagliato? io (dall’esterno) una mia idea me la sono fatta… ma siccome sono “all’esterno”, non tocca a me dire come sono andate le cose.
    cmq a conversano, la partita l’avremmo potuta vincere lo stesso, nonostante tutto (come del resto anche la finale di coppa italia) e quindi non mi resta che ringraziare: dumnic, i giocatori e la società per quello che hanno fatto… chi ha sbagliato lo sa benissimo e credo che l’anno prossimo non si ripeterà l’errore, ci mancherebbe… sbagliare è umano, perserverare è… da fessi.
    il mio augurio? è quello di riuscire a confermare, esattamente, la squadra di quest’anno (giocatori e tecnico) con in + l’acquisto di… abalo -))).
    grazie ancora.
    n.b.
    “gli assenti hanno sempre torto” (vecchio proverbio sportivo)
    “i cavalli di ritorno, non vanno mai bene” (vecchio detto medievale).
    originariamente con la locuzione “cavallo di ritorno” si intendeva, in italia, il cavallo da nolo, ossia il cavallo preso in affitto per raggiungere una determinata località da parte di chi non possedeva né una propria carrozza né un proprio cavallo. dovendo il cavallo ritornare nel luogo da cui era partito, il suo eventuale nuovo affitto veniva pagato di meno essendo il cavallo di ritorno più stanco e lento rispetto a quello dell’andata. (wikipedia)
    p.s.
    a chi vuol capire, capisca…

  10. IL DETTO said:

    Credo che anhce Bhearevic sia stato un cavallo di ritorno molto positivo, quindi mi dispoace per antonello ma il detto non ci azzecca ;-) .
    Se Costanzo è infortunato ovviamente concordo con Antonello , e della serie se mio padre avesse tre palle sarebbe un flipper.
    Penso che a Fasano e Conversano sia finito un ciclo , vedo fasano favorito nella ripartenza data la presenza di ragazzi locali ancora giovani e con il giusto mix si puo’ continuare a fare bene.
    Le tre panchine pugliesi cambieranno , il sentore è questo e se le voci girano ci sarà anche un motivo.
    Un’ultima cosa concordo con antonello che su Costanzo la società avrebbe dovuto fare un comunicato stampa per non dare spazio a interpretazioni varie ( a mio parere si è raggiunta la quadratura della squadra con il suo arrivo, alla fine sarà anche successo qualcosa ma di li a dire che se non fosse venuto sarebbe stato uguale……. i risultati parlano e le prestazioni anche.)

  11. antonello said:

    …beharevic, naturalmente è “l’eccezione che conferma la regola” -))).
    che alla junior mancasse una ala dx, era evidente e l’ho sempre detto fin dalla preparazione, una volta che si è capito che su ancona (18 anni) e lusverti (21 anni), per un motivo o per un altro non si sarebbe puntato. quindi si sapeva che eravamo in “difficoltà” da quella parte, certo risolvere il problema dipendeva anche dal budget che hai a disposizione e di conseguenza fai delle scelte (senza limiti di budget… io avrei preso abalo… ahahahaha). detto questo, certo che con costanzo (o un’altra ala dx) la squadra giocava meglio (ed aveva un cambio in +), questo era evidente. quindi mi RIchiedo, costanzo era infortunato? e se si, inutile continuare a parlarne. oppure costanzo è stato messo fuori rosa? ed allora mi/vi RIchiedo, ma voi credete che in squadra/società sono tutti fessi (tecnico, giocatori e dirigenza)? oppure qualcosa si trascinava da un bel pò di tempo ed era diventata insostenibile per tutti (visto che nessuno, tecnico, giocatori, società si è lamentato “ufficialmente” della decisione). alla fine si decide per il bene della squadra… nesuno vuole suicidarsi e forse questo era il bene della squadra. non lo so, io guardo le partite e mi faccio delle domande… quindi in ambo i casi di cosa parliamo? costanzo non c’era e con i soldati che hai a disposizione fai la guerra e che guerra!!! perso di un niente… grande merito a loro.
    quanto al futuro, spero che tu ti sbagli… tutto il gruppo è molto unito e sano, kokuca (36) se gioca così può giocare almeno altri 2-3 anni… nel resto della squadra solo in 3 (sirsi, beharevic, rubino) sfiora i 30 anni per poi scendere tra 27 messina, 25 desantis, 23 giannoccaro, 19 bobicic, 17 pignatelli, fino ai 15 di colella… quindi… per me il ciclo non è finito per niente, anzi queste sono le esperienze che ti portano, la prossima volta, a giocarti le partite che contano con la consapevolezza che, ormai, sei alla pari dei “pezzi grossi”. poi l’anno prossimo non so, il budget, altri problemi… boh, non so. spero che tu ti sbagli e che restino tutti, dumnic in primis… e che comprino… abalo (che è quello che ci manca) -)))

  12. MITO said:

    Dumnic pare che si aggreghi alla nazionale….Antonello mi sa tanto che sei rimasto l’unico a pensare che resti a Fasano.
    E poi scusa ma ho sentito io con le mie orecchie da vostri top player contestare l’allenatore a gennaio , mi sembra logico che opti per altri lidi e poi dopo tre anni alla fine è anche giusto cambiare aria.
    Morto un papa se ne fa un altro, il punto è speriamo che ci sia la possibilità di farne un altro con questi chiari di luna sarà dura per tutti fare una squadra in elite.

    • antonello said:

      …a parte il fatto che non sono l’unico (e se vuoi organizziamo un “sondaggio”). i problemi con le squadre (quando le cose non vanno come si spera, vedi girone di andata) li hanno tutti gli allenatori. nazionale o no, potrebbe non essere un problema (anche tedesco allenava bologna e nazionale, qualche anno fa o sbaglio?). non vedo nessuno in grado di sostituirlo degnamente (mia personale opinione). a fasano ha fatto un granissimo lavoro e merita la riconferma (3 semifinali scudetto ed una finale di coppa italia, campione d’italia under16 e varie finali giovanili). non sono cattolico, quindi dei papi non me frega niente. cmq deciderà lui e la società. se ci sono problemi economici (che nella pallamano, ci sono sempre), è chiaro che tutto cambia e a quel punto questa discussione non fa testo. e cmq il mio era un’augurio (la riconferma di tutto il gruppo). io spero che resti, per finire (insieme a questi giocatori) quello che ha/hanno iniziato -)))

  13. positivo said:

    Non capisco chi vi dia tutte queste notizie , conferme , cessioni, provvedimenti disciplinari .
    Il Fasano ha appena finito la stagione dell’elite e deve ancora giocare le varie finali giovanili.
    Alla fine di tireranno le somme e valutando innumerevoli fattori si deciderà tutto.
    E poi Dumnic allenatore , Ancona allenatore , Trapani allenatore, Costanzo infortunato o cacciato … ma bastaaaaaaa.
    Io faccio il giornalista come hobby e Vi garantisco che i diretti interessati di tutta questa storia non sanno niente (almeno cosi’ dicono).
    Quindi io dico tempo al tempo e appena la società decidera sul futuro sicuramente si fara’ sentire , perchè tra l’altro il tempo stringe non manca molto.
    AVAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAASTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTT E CIIIIIIIIIIIIE’

*

Related posts

Top