Cuore PlanetWin365 Conversano. È finale Scudetto

- Scritto il 9 maggio 2012 -

Conversano (Ba) – Un sogno che si realizza, una missione compiuta, la netta sensazione che il bello deve ancora venire. Gara 3 di semifinale Scudetto sorride alla PlanetWin365 Conversano che supera in volata la Junior Fasano e raggiunge il Bolzano nell’atto conclusivo della stagione.

Un traguardo importante per la società bianco verde, partita in sordina in questa stagione ma capace, con umiltà e determinazione, di arrivare alla finalissima con l’intento di difendere e, perché no, tentare di riconquistare, quel tricolore ancora cucito sulle maglie di capitan Tarafino e compagni. Sulla strada che porta alla finale, però, per i campioni d’Italia in carica c’è un Fasano affamato e voglioso di ripetere, in un PalaSanGiacomo finalmente gremito, l’impresa di pochi giorni fa.

E l’avvio di gara testimonia le velleità dei ragazzi guidati da Dumnic, con Rubino, Beharevic e Messina che lanciano gli ospiti verso l’inaspettato vantaggio di tre reti dopo dieci minuti di gioco. La PlanetWin365 sembra sorpresa, ma riesce a rimanere sulla scia dei biancazzurri grazie alla mano calda di Querin e Fantasia, alla sagacia tattica di Tarafino e soprattutto all’appoggio del pubblico di casa che continua ad incitare i suoi nonostante il momento difficile.

Il sostegno del popolo del San Giacomo si rivela una marcia in più per i ragazzi di mister Riccardo Trillini che poco prima dello scoccare del ventesimo minuto raggiungono il pari con Uelington. La situazione di equilibrio, tuttavia, dura pochi secondi. Giusto il tempo necessario a Kokuca per realizzare la rete del nuovo vantaggio ospite che i fasanesi difendono fino al riposo, chiuso con il punteggio di 14-13 in favore dei biancazzurri. Nella ripresa il canovaccio tattico della partita non cambia.

Il Fasano, autore, nonostante la sconfitta finale, di un’ottima prestazione, continua a cercare l’allungo decisivo, ma viene costantemente tallonato da un Conversano mai domo che, malgrado le difficoltà, ha voglia di lottare e di raggiungere la finale. Il massimo vantaggio ospite del secondo tempo lo si registra intorno al minuto numero 10, quando il tabellone luminoso del PalaSanGiacomo segna 18-21 per la squadra di Dumnic.

La riscossa della PlanetWin365, tuttavia, parte da qui. Dopo una serie di tentativi falliti, i ragazzi di Trillini trovano la rete del 23-23 con Santilli il quale, qualche istante più tardi, realizza il gol del vantaggio conversanese. Un vantaggio inseguito con orgoglio e umiltà dai padroni di casa e che necessita di tutta la bravura del neo entrato Jurina per essere congelato e difeso nella fase cruciale della partita.

Le parate del giovane numero 16 biancoverde, infatti, spianano la strada verso un finale di gara epico per il Conversano con l’eroico Tarafino sempre protagonista e autore del momentaneo 26-24, e con il Fasano che, negli ultimissimi secondi, non riesce ad andare oltre la rete del definitivo 27-26.

Finisce con il trionfo della PlanetWin365 Conversano e gli applausi, meritati, di tutto in pubblico conversanese, accorso in massa a sostenere la squadra anche grazie al sapiente lavoro della dirigenza e dei suoi collaboratori.

PlanetWin365 Conversano – Junior Fasano 27-26 (p.t. 13-14)
PlanetWin365 Conversano
: Tsilimparis, Di Leo, Sperti 2, Uelington 8, Fantasia 4, Santilli 2, Pivetta 1, Querin 6, D’Alessandro, Tarafino 3, Jurina, Morandeira, Malena, Marrochi 1.
Junior Fasano
: Sirsi, Lorusso, Kokuca 6, Giannoccaro 4, Messina 5, De Santis 3, Beharevic 6, Bobicic, Rubino 2, Colella, Pignatelli, Cedro, Intini, Ostuni.

Ufficio Stampa PlanetWin365 Conversano

L'Autore dell'articolo

Questo è un comunicato stampa inviato dalle società a PallamanoItalia. Per inviare i comunicati della tua società, contatta la redazione.

41 Commenti in "Cuore PlanetWin365 Conversano. È finale Scudetto"

  1. Linomito 12 maggio 2012 alle 21:09 · Rispondi

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-c61be59a-c6c9-4b39-9a58-56adfe1d2052-tgr.html#p=0

    al minuto 17:39 il servizio del TGR Puglia sulla bella, così almeno tutti vedono quanta gente c’era

Lascia un Commento